Checché se ne dica, indipendentemente da quali siano i gusti, Francesca Michielin per questo 2015 era sicuramente la scelta migliore di artista italiano da mandare all’Eurovision Song Contest, quantomeno ragionando nelle condizioni reali in cui bisognava prendere la scelta.francy

Considerando la regola (opinabile, ma esistente) che obbliga gli organizzatori a scegliere qualcuno che abbia gareggiato al Festival di Sanremo, fra gli artisti che hanno partecipato all’ultima edizione del Festival le uniche due che si sono dimostrate capaci di produrre musica dal sound internazionale sono lei e Dolcenera. Essendo la bravissima interprete de “Il Mio Amore Unico” impegnata come giudice di The Voice of Italy, Francesca risultava dunque l’unica interprete che aveva la possibilità di gareggiare in Europa fra quelle per le quali avrebbe avuto senso farlo.

La ragazza, che a soli 18 anni ebbe l’onore di essere l’unica artista italiana coinvolta in progetto importante come la colonna sonora di un film della saga di Spiderman, è probabilmente ben conscia di quelle che sono le potenzialità, di cosa potrebbe fare un album synthpop come “Di20Are” all’estero se interpretato in lingua inglese, ed ha così di sfruttare appieno questa occasione e di creare una canzone in lingua inglese da portare sul palco del ESC.

Per il momento, ancora non sappiamo se il brano selezionato sia una nuova versione di uno dei suoi ultimi singoli oppure un pezzo completamente inedito, tuttavia non possiamo che essere immensamente felici per questa scelta, che oltre ad offrire delle opportunità in più a Francy (e quindi all’Italia) di fare bene nella gara potrebbe davvero aprire molte porte all’artista.

In attesa di scoprire quale brano sarà portato sul palco dalla nostra Francesca, cosa vi aspettate dall’artista? Credete che sia in grado di lanciare la sua carriera anche fuori dall’Italia?

8 Commenti

  1. Dall’articolo sembra che lei voglia portare una canzone nuova e completamente in inglese… Invece nell’intervista a cui fate riferimento lei dice che (pur ammettendo che non c’è ancora nulla di certo) essendo un contest internazionale penserebbe di portare il suo pezzo cantato sia in italiano che in inglese, senza dire però esplicitamente di che pezzo si tratti (ma io penso proprio sia Nessun grado di separazione… Farà le strofe in inglese e il ritornello in italiano)

  2. Per carità, va bene anche così e forse sarà pure più vantaggioso, però io per l’Esc sono pro lingua italiana. Anche se ciò significa arrivare ultimi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here