Nonostante il 2013 sia stato un anno ricco di release e come back importanti, per la prima volta le vendite digitali di album e singoli sono calate sia nel mercato americano che a livello mondiale. Meno 5,7% per i singoli all’interno del mercato statunitense mentre per gli album c’è stato un sostanziale pareggio dato che il declino e’ stato pari allo 0,1%. 117,6 sono i milioni di copie venduti nel 2013, 100 mila copie in meno rispetto a 12 mesi fa. A livello globale i dati sono ancora più sconfortanti dato che si registra un meno 8,4% con un bottino totale di 289,4 milioni di unità vendute nel 2013 rispetto ai 316 milioni di unità piazzate l’anno precedente. Voi che ne dite di questi dati ?

26 Commenti

  1. Curtis se fossi un’anca di Beyoncé starei male da mattina a sera per la fatica! E calmati un attimo!!! Effettivamente Beyoncé qui non c’entra nulla… nemmeno è menzionata!!!

  2. MA VI PESA COSì TANTO VEDERE L’IMMAGINE MERAVIGLIOSA DI UNA DONNA MERAVIGLIOSA COME BEYONCE?? LA GELOSIA! NON SIETE MANCO UN ANCA DI QUEEN B! DETTO CIò è OVVIO CHE HANNO MESSO LA SUA BELLISSIMA FOTO PERCHè RISULTA ESSERE L’ARTISTA DELL’ANNO DELLE VENDITE DIGITALI VISTA L’ESCLUSIVA DEL SUO ULTIMO CAPOLAVORO, DURANTE LA SUA SETTIMANA DI DEBUTTO , SU ITUNES! SOLO CHE LA GELOSIA ASSURDA CHE PROVATE NEI CONFRONTI DI CHI INVECE DOVRESTE SOLO RISPETTARE, DISTOGLIE L’A VOSTRA ATTENZIONI SU GLI EVENTUALI MOTIVI PER CUI UN SITO SCEGLIE UNA DETERMINATA COPERTINA!

    • Ma ti sembra un post si Beyoncé? No. Non c’entra nulla. A mio parere non doveva andarci nessuna foto o semmai la foto di un negozio di dischi. Ma Beyoncé non c’entra nulla.
      Ti prego se mi rispondi facciamola breve perché non voglio fare la fine dell’altro post

      • MA CI SEI O CI FAI?? BEYONCE CON L’OMONIMO ALBUM HA INFRANTO IL RECORD DI VENDITE SU ITUNES OK? DATO CHE L’ARTICOLO STA TRATTANDO IL CALO DI VENDITE DIGITALI DELL’ULTIMO ANNO, E DATO CHE BEYONCE RAPPRESENTA ALLO STESSO TEMPO COLEI CHE HA BATTUTO IL RECORD DI VENDITE DIGITALI SU ITUNES HA SENSO CONSIDERARE BEYONCE COME SOGGETTO RAPPRESENTATIVO DELLE VENDITE DIGITALI? è COSì ELEMENTARE….

  3. Ma cosa c’entra Beyoncé scusate ?? Comunque , è chiaro che oggi succede questo , ormai gli album fisici costano tantissimo , 20€ circa per un album mi sembrano sempre troppi , solo i fan di un cantante coprano l’album fisico ( e neanche tutti poi ) , per il resto tutto illegalmente tramite internet . Nel passato 2013 ho solo comprato 2 cd , e ormai tutta la gente fa così , se non peggio , con la crisi che c’è l’industria musicale ne risente molto . Anche per esempio piattaforme come iTunes o amazon vengono utilizzati , ma lo stesso tutto a pagamento è , anzi amazon ha prezzi decenti per i cd , con iTunes non direi lo stesso , si arriva a 1,29€ per una misera canzone e anche sedici euro per un cd , è ridicolo !!! Più si andrà avanti , più si scaricherà illegalmente , tutto questo grazie ( o per colpa ) di internet , tutto si può ascoltare e scaricare da internet , chissà se oggi non ci fosse come farebbero le persone , ahahahah !!!:)

  4. Per quanto riguarda l’album FISICO ormai è inutile come lo erano le musicassette con l’avvento dei cd!! Io ero uno di quelli che comprava gli album fisici, ma adesso mi ritrovo a non utilizzarli più, in quanto la musica si sente con l’iPod, dal computer, sul telefono… quanti di voi utilizzano uno stereo?? Anche per l’utilizzo delle casse si usano le pennette USB invece dei cd… la musica digitale è incredibilmente più comoda, puoi ascoltare 5mila canzoni di 2mila autori diversi con una mano, un cd contiene generalmente un massimo di 15 canzoni!!

  5. Beh ma scusate, perchè la gente dovrebbe comprare album musicali?
    Attualmente gli artisti con la A maiuscola sono pochissimi e nessuno li pubblicizza, vediamo ovunque cantanti pessimi che vengono promossi attraverso tour e esibizioni, è ovvio che il mercato discografico è in calo, le persone non spendono soldi per album spazzatura. Non si tratta di una questione di prezzo (concordo col dire che 20 euro per un album è tantissimo, ma su internet si trovano anche a 10 euro, basta saper cercare), si tratta di musica scadente. Se un prodotto è di qualità, e viene pubblicizzato, la gente lo compra, basta vedere le cantanti che vendono un sacco e rompono tutte le regole di vendita attuali, come Adele.

    • Adele è stato un caso, indubbiamente clamoroso, che difficilmente si ripeterà. Lei è strepitosa ma milioni di persone l’hanno comprato per l’effetto “moda”, per il solito sentirsi parte di un tutto che li porta in sala a vedere un “film” di Zalone, ad esempio.
      Sul resto non concordo. La qualità spesso è bassa, ma non è per questo che gli album non vengono comprati.
      Non si comprano più album, semplicemente. Esattamente come sempre meno gente va al cinema. Se si può avere una cosa gratis la si cerca di avere gratis. La pirateria ha ucciso il mercato discografico e non vedo all’orizzonte una soluzione degna, se non la rinuncia definitiva agli album (fra 10 anni?).
      I tour continuano a registrare incassi perché lì bisogna per forza pagare per andare, altrimenti sarebbero in crisi anche quelli.

    • Luca ha già detto molte delle cose che avrei detto io. Il calo delle vendite è da attribuire ad internet ed alla possibilità di scaricare gratis il materiale. Il talento o la qualità c’ entrano poco o nulla con questo discorso, seguendo il tuo ragionamento Adele sarebbe l’ unica artista di talento che propone buon materiale degli ultimi anni mentre possono non piacerti ma devi ammettere che, non necessariamente tra i più famosi, ce ne sono altri. Sempre come detto da Luca, se Adele è considerata un’ eccezione un motivo ci sarà, l’ eccezione è tale perché è unica, quindi non possiamo incolpare tutto il mercato discografico perché non ha avuto il successo di Adele. Quest’ ultimo è stato non dico un caso, ma comunque un mix oltre che di talento che non nego, anche di marketing e di mode e regole della società. Arrivati ad un certo punto c’è stata gente, molta gente, che ha comprato il disco di Adele proprio perché era moda non solo ascoltare la sua musica ma anche acquistarla legalmente (e a prova di questo, le vendite di 19 che sono aumentate di un sacco parallelamente al boom di 21). Lei stessa, dopo quello che secondo me sarà un pazzesco boom iniziale (per me è attualmente l’ unica insieme ad un’ eventuale Swift a poter rompere il record della Spears per la più grande first week americana), faticherà non poco a bissare il suo successo e questo vuol dire che non ha talento o che propone musica di bassa qualità? :)

  6. Quoto Angelica: ormai i tour fanno capire a grandi linee (ci sono persone che possono permettersi un disco da 20€ ma non un biglietto da 200€) chi è apprezzato.
    E quoto isaac20: Beyoncé cosa c’entra?

  7. Io non darei tutta la colpa alla pirateria (anche se i danni che infligge sono cmq elevatissimi). Ormai Spotify e co. hanno sempre più diffusione ed importanza, anche questo è un motivo. Per fortuna però con Spotify gli artisti guadagnano lo stesso.
    Per quanto mi riguarda io uso Spotify ogni giorno, ma compro anche molti dischi l’anno. Non è vero che i dischi costano troppo, o per lo meno costano troppo se comprati nei negozi; acquistando da Amazon risparmio veramente tantissimo.

  8. È anche vero sottolineare che in Usa nonostante la Crisi ce rispetto per gli Artisti e il loro lavoro. Se
    Solo gli USA spendono 117 milioni x la Musica…la restante parte il mondo Intero. Sarà anche un problema di prezzi poco accessibili ma conosco parecchie persone che nn spenderebbero nemmeno 5 € x un Cd Originale.A molti manca l educazione nel comprendere e capire quanto Lavoro ci sta dietro nl realizzare un Cd….musica e quant altro!!!!
    Avete mai comprato dei Fumetti Giapponesi???? Costano anche molto di più. ….pspecie su serie Infinite.
    Sia chiaro Internet ha aperto un Mondo ma anche Rovinato la voglia di Comunicare. …vedi facebook e socialnetwork
    Rimanere cn i piedi x terra è il mio Motto!!!!!

  9. E purtroppo si venderà sempre meno. Ormai sono i tour che fanno capire quali sono gli artisti più apprezzati non le vendite di album e singoli, soprattutto a livello digitale, visto che la pirateria la fa da padrone.

  10. ormai l’agente non scarica più legalmente bisognerebbe abbassare i prezzi dell’album, per quanto riguarda i singoli i prezzi vanno più che bene 1.29€ non è cosi tanto.

      • Si amo’, GRAZIE per avermi corretto facendo un altro errore (tronerò?? e chi sei? Queen Elizabeth?). Mi fa piacere di parlare a gente che non sa cosa significhi scrivere col correttore automatico del Samsung. Per rispetto tuo scriverò dal pc la prossima volta LOL.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here