Ancora remix dalla G-Unit. La scelta del nuovo brano è ricaduta sul singolo di Future “Move that dope”. Nell’ordine, 50 Cent, Young Buck, Tony Yayo, Kidd Kidd e Lloyd Banks si riuniscono per muovere insieme kili e kili di droga, come nell’originale cantata da Future, Pharrell, Pusha T e Casino. Nel suo verso, 50 Cent decide addirittura di lasciare quasi invariato il verso originale cantato da Future, cambiando solo alcune parole.

Parlando del mixtape, che si spera uscirà a breve, Fifty ha detto che tutta la G-Unit si sta impegnando come se dovesse meritarsi un contratto discografico. Questi remix stanno dando, a mio parere, un’ottima prova di intesa che si perfeziona sempre più, dopo la ruggine accumulata in questi ultimi 6 anni. Appena anche l’intero ingranaggio sarà pulito, avremo il mixtape e, infine, per la fine di novembre, l’attesissimo nuovo album di inediti!