Appena dopo la sua scomparsa riviviamo i successi del divo del Pop, oltre a raccogliere le frasi di affetto e stima dei suoi colleghi.

george_michael_5Il mondo della musica è ancora scosso dalla morte prematura del cantante George Michael, notizia che è arrivata come un fulmine a ciel sereno in un giorno, quello di Natale, che dovrebbe riservare solo gioia e serenità. Vera star degli anni ’80 e primi ’90, è stato anche un simbolo per la comunità omosessuale e la lotta all’AIDS.

George, da solista e non, ha ottenuto ben 21 top ten hits in carriera di cui 10 number one. Una storia costellata di successi iniziata nel 1983 quando, con gli Wham!, piazzò Young Guns (Go For It), per poi ottenere hit che hanno fatto la storia della musica come Freedom, Wake Me Up Before You Go-Go, Careless Whisper e Faith.

Proprio Faith risulta essere la più grande hit, rimasta in vetta per quattro settimane. La title-track dell’album omonimo era solo uno dei quattro singoli n.1 estratti dal progetto che, oltre a vendere 10 milioni di copie, si aggiudicò anche un Grammy come ‘album dell’anno’ nel 1988.

Degna di nota anche la sua discografia, con ben dieci album entrati nella Billboard Hot 200 di cui tre tra i primi cinque posti. Curioso il fatto che uno dei suoi pezzi più celebri, il classicone natalizio Last Christmas, non raggiunse mai i piani alti della classifica principale americana.

Oltre ai traguardi personali, impossibile non citare le numerose collaborazioni con le quali ha colorato di diverse sfumature la sua carriera. Eccellenti, infatti, sono i suoi duetti con due mostri sacri della musica, da Elton John in Don’t Let The Sun Go Down On Me ad Aretha Franklin in I Knew You Were Waiting For Me, senza dimenticare If I Told You That, in coppia con un’altra diva prematuramente e tragicamente scomparsa, Whitney Houston.

Come di consueto dopo una tragedia del genere i colleghi e i fans si sono uniti per ricordare e salutare per un ultima volta il proprio idolo. Tra i tanti musicisti che hanno voluto porgere un tributo a George troviamo Madonna, che tramite Twitter ha scritto:

 “Addio amico mio! Un altro grande artista ci lascia. Può il 2016 andare a fan***o ora?”.

Il produttore di Uptown Funk, Mark Ronson, ricorda invece la sua adolescenza e ha continuato ad omaggiare il suo idolo per tutta la giornata di ieri:

 

“Comprai (e venerai) Listen Without Prejudice per il mio quindicesimo compleanno…”

Anche Miley Cyrus, Elton John, Britney Spears, Leona Lewis e molti altri hanno espresso il proprio sconforto:

Non poteva mancare il saluto del compagno degli Wham!, Andrew Ridgeley:

Una perdita davvero dolorosa quella del cantante londinese, un’icona del genere ad appena 53 anni poteva regalare ancora molto ai suoi fans e ispirare le star di oggi, bloccate spesso tra musica fatta per vendere e contenuti nulli, impegnati solamente a far parlare di sé sui social.

George, ci mancherai.

  • MATERIAL BOY

    Che anno di m….da per la musica e lo spettacolo in generale,ma e una meledizione che tutti I cantanti piu importanti se ne devono andare max entro I 60anni?