schermata-2016-10-12-alle-18-57-48Ultimamente sono davvero molti i nuovi volti dell’hip hop all’italiana che conquistano all’improvviso le classifiche, lasciando il grande pubblico spiazzato. Qualche settimana fa, ad esempio, abbiamo visto un certo Sfera Ebbasta debuttare alla no.1 della classifica album FIMI con il suo progetto selftitled (QUI per ascoltarlo), un avvenimento che ha stupito molto chi non segue bene la scena rap italiana e dunque non aveva mai sentito parlare di lui. Ebbene, ora la stessa cosa è successa alla classifica singoli, in cui troviamo alla no.1 un altro rapper emergente, Ghali, con la sua “Ninna Nanna”.

Ghali, scoperto qualche anno fa dal già ben famoso Gue Pequeno, ha fatto una gavetta niente male in questi anni in cui ha rilasciato vari brani dal successo sempre crescente, ed è ora dunque arrivato a pubblicare il nuovo singolo “Ninna Nanna”, brano che sta ottenendo risultati davvero importanti nelle vendite e nello streaming, e che gli ha dunque permesso si battere tutta la concorrenza raggiungendo la prima posizione nella classifica dei singoli di maggior successo qui in Italia.

Il brano è una mid tempo urban che prende molto dalla musica americana, seguendo quindi quella che sembra essere diventata la nuova moda del rap italiano, unendo a questo il suono di un carillon. Un flow inizialmente pacato che si fa sempre più incalzante nonostante la base resti tranquilla, un testo che si snoda fra rime a volte volutamente slegate e a volte senza senso, che nel complesso colpisce e riesce immediatamente ad entrare in testa. Questo il segreto di un successo che per adesso sta stupendo non poco, vedremo se sarà in grado di durare. Voi che ne penate?

Testo

[Intro] Nuba, nuba, nuba, vedo jnun
E la mia bolla che diventa igloo
E un occhio nero che diventa blu
E il dito medio che rimane su[Verse 1] Uoh uoh uoh, bella!
Sono uscito dalla melma
Da una stalla a una stella
Compro una villa alla mamma
E poi penserò all’Africa
Figlio di una bidella
Con papà in una cella
Non è per soldi, giuro, wallah
Io sono fuori: brexit
Fluttuo come un backflip
Non sono un politico, io non cerco consensi
Fuck ciò che pensi
Terzo occhio: Tensing
In giro come i gipsy
Turista in mezzo ai pezzi
Il fine giustifica i mezzi
C’ho stile anche sui mezzi
Ragazzi a pezzi tutti a pezzi
Torniamo a casa in carro-attrezzi
Il mio non è rap, è un raptus
A Milano mi senti dal bus
Sto sopra i tetti: 9atous
Vengo dal niente: cactus
Sto perdendo la rotta
E in più ho la bussola rotta
Ma grazie a Dio c’ho una casa
E un amico che mi ci porta
Non sai come ci rimango
Quando mi chiedi la foto
E non saluti manco
Rambo, Django
Vedo diamanti in questo fango
Buona, sa di mango
[Pre-Hook] Io volevo giocare a basket
Sto sbuffando Casper
Spero non passino i Ghostbuster
Quanto mi manca il Blockbuster[Hook] [x2] Ninna nanna, ninna ninna oh
Uooh ooh
Questo flow a chi lo do?
Uooh ooh
Con i sogni dentro al biberon
Rollin’ rollin’ rollin’, Rolling STO[Verse 2] Nemico pubblico: Jacques Mesrine
Non ascolto il tuo disco, tu blateri
Sotto il tavolo, in privè c’ho i capperi
Fumo alberi, occhi Japanese
Questo è il moon-walkin’ dei gamberi
Se non fanno felicità dammeli
Anche gli UFO fra’ cercano il grano
Coi cerchi nel grano: spaventapasseri
Mi fumo il tuo budget
Mi scopo sta scena, diffondo sta merda
Fra’ è un blitz nelle case
Milano Cartage
Mama ueldek rajel
Prendimi il cuore in bagher
Fanculo le armi, viva spade laser
Sul delta del Gange
Zombie ballan valzer[Bridge] Vogliono conoscerti se fai successo
Ma poi quando finisce dimmi ch’è successo?
Io non lo so manco se volevo questo
Oh mio Dio Michael, sono troppo Jackson[Pre-Hook] Io volevo giocare a basket
Sto sbuffando Casper
Spero non passino Ghostbuster
Quanto mi manca il Blockbuster[Hook] [x2] Ninna nanna, ninna ninna oh
Uooh ooh
Questo flow a chi lo do?
Uooh ooh
Con i sogni dentro al biberon
Rollin’ rollin’ rollin’, Rolling STO[Outro] Ninna, nanna [x4]

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here