AGGIORNAMENTO. Ecco il video per il primo singolo “Love Don’t Live Here No More”. Curioso vedere che a rappresentare il protagonista sia l’attore Michael K. Williams, mentre vediamo Ghostface Killah solo mentre legge un fumetto di Iron Man (ironico, no?) e rappare la canzone.

__________________________________
Accanto all’atteso cd “A Better Tomorrow” con l’intero Wu-Tang Clan, Ghostface Killah sta preparando la pubblicazione del suo undicesimo album da solista. Con sorpresa, notiamo che “36 Seasons”, il seguito dell’ottimo “12 Resons To Die” (a mio parare, uno dei migliori album del 2013, con la recensione che potete leggere qui), sarà rilasciato il 9 dicembre, esattamente una settimana dopo la pubblicazione di “A Better Tomorrow”.

Il concept album, incenterato su “un supereroe dell’hip-hop“, si comporrà di 14 tracce (la tracklist e la copertina sono in fondo all’articolo), con ospiti di grande calibro e vecchio stampo come Kool G Rap, AZ e Pharoahe Monch, oltre a nuove leve. Una di queste è Kandace Springs, la cui voce possiamo ascoltare nel ritornello del primo singolo “Love Don’t Live Here No More”

ghostface-love

Tony Starks veste i panni di un uomo che ha lasciato la sua donna e ritorna dopo 9 anni, un lungo tempo in cui ha capito chi lui amasse davvero. Kandace, però, lo respinge, perchè ha già sofferto abbastanza in questo periodo per colpa sua e non è pronta a soffrire di nuovo per lui. La base riprende questa dolcezza e questo “amore perpetuo” che Ghostface Killah vuole trasmettere:

 

Per quel che riguarda la tracklist, eccola qui completa con tutti i featured artist. Con un certo dispiacere, si può notare l’assenza di membri del Wu-Tang Clan:

01. The Battlefield (Feat. Kool G Rap, AZ & Tre Williams)
02. Love Don’t Live Here No More (Feat. Kandace Springs)
03. Here I Go Again (Feat. AZ & Rell)
04. Loyalty (Feat. Kool G Rap & Nems)
05. It’s a Thin Line Between Love and Hate (Feat. The Revelations)
06. The Dog’s of War (Feat. Shawn Wigs & Kool G Rap)
07. Emergency Procedure (Feat. Pharoahe Monch)
08. Double Cross (Feat. AZ)
09. Bamboo’s Lament (Feat. Kandace Springs)
10. Pieces of the Puzzle (Feat. AZ)
11. Homicide (Feat. Nems & Shawn Wigs)
12. Blood in the Streets (Feat. AZ)
13. Call My Name
14. I Love You For All Seasons (Feat. The Revelations)

36seasons Poster

15 Commenti

  1. Una cosa che mi sta in gola è che sugli altri post dove si scannano sulle 2 vendute della musica “rap” discutendo tra chi fa rap e chi no, fate silenzio e almeno provate ad ascoltare una vera canzone rap e venite ad ascoltare i più grandi artisti rap della storia, invece di discutere di aria fritta.
    Che ca*** vi giuro sta cosa non mi va giù prorpio a vedere e a sentire certe cose RIDICOLE.

    • Un’altra cosa che mi sta veramente sui cosiddetti è che il bellissimo cd del Wu Tang non se l’è cagato minimamente nessuno, fanno 658765856 di notizie una più inutile dell’altra su quelle 2 e gente come Ghostface e tutto il Wu Tang è totalmente snobbata dai gestori di questo sito.
      Ma noi di che c*** stiamo a parlà ??? Ma vogliamo parlare di musica o di gossip ???
      Scusate per la veemenza ma veramente non se ne può più.

      • Amo e stravedo per il cd del Wu-Tang Clan, lo presi addirittura dalla Germania il primo giorno in cui uscì! Purtroppo, la realtà è che nessuno prova davvero a leggere gli articoli sull’hip-hop e questa cosa mi rattrista. Sono il primo a voler aumentare il numero di articoli sul generee e cercare di aumentare l’interesse (parlare di cultura sarebbe troppo presuntuoso!), ma mi scontro con la realtà che sono sempre i soliti 20 a leggere questi articoli e 4 o 5 a commentare. Non dico che diventa inutile scrivere per pochi, ma naturalmente le priorità negli articoli vengono date agli artisti che “tirano” maggiormente. E’ triste, me ne rendo conto, ma per ora non possiamo farci molto.

      • Non ce l’ho assolutamente con te figurati, ce l’ho un pò con la “direzione” più gossippara che musicale del sito, lo so che è difficile portare avanti qualcosa se si è in pochi, ma io e magari qualcun altro saremo sempre qua.

      • Purtroppo su questo sito e su parecchi siti di musica ci sta tanta gente “esperta” di hip hop fino a quando si parla di determinati personaggi, ma quando si va a parlare di vero rap PUFF ! Non ci sta più nessuno, strano vero ?

      • Ma alla fine io stesso devo appoggiare questa scelta. Ti faccio un esempio pratico: se vendo 100 unità di un prodotto A e 4 di un prodotto B, è naturale che si punti più sul prodotto A.
        Da ottobre, comuque, ho iniziato l’impegno della lista di alcuni brani interessanti del mese precedente, sperando di attirare un po’ l’attenzione sul genere e su alcuni artisti. Non dico di voler scrivere su tutto e tutti, ma mi piacerebbe che, come dici tu, se scrivessi un articolo in più sul Wu-Tang o su qualunque altro artista che abbia fatto un ottimo lavoro, questo riceva i giusti meriti.

      • E’ dura, è dura, purtroppo non so perchè ma il rap in Italia non tira, non va, non c’è nulla da fare.

  2. Sono d’accordo,Twelve reasons to die è stato un discone.Comunque trovo pure giusto “distaccarsi” un po’ dal gruppo per quanto riguarda i featuring,magari non sarà il loro caso ma a volte il voler sempre far partecipare “gli amici” ai propri progetti sa un po’ di forzatura.

    • Condivido il tuo punto di vista. Devo ammettere che nel momento in cui scrivevo avevo da poco sentito il remix che Ghostface ha cantato con Raekwon, “All About The Money”, e che, quindi, mi sono lasciato trascinare da quel momento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here