E’ giunta al termine, la sessantaseiesima edizione del Festival di Sanremo targata Carlo Conti, che ha visto concorrere venti Big della musica Italiana. La manifestazione viene vinta ufficialmente dagli Stadio con la canzone “Un giorno mi dirai”, mentre il premio della critica “Mia Martini” viene vinto da Patty Pravo.

La band è nata artisticamente nel 1977 e ha visto alternarsi diversi componenti nel corso della loro strada, tra cui l’ attuale ormai storico leader del gruppo Gaetano Curreri, entrato nel 1981. Il primo a credere in loro fu il grande Lucio Dalla, di cui gli Stadio fecero da band di accompagnamento nei suoi tour negli anni settanta, inoltre importante fu l’amicizia storica che lega ancora oggi Gaetano Curreri a Vasco Rossi.

La band ha partecipato quattro volte a Sanremo, nel 1984 con “Allo stadio” giungendo ultimi, poi nel 1986 con il brano “Canzoni alla radio”, con la quale per la seconda volta consecutiva si classificano ultimi, nel 1999 con il brano “Lo zaino”  arrivando quinti e nel 2007 con la canzone “Guardami” posizionandosi diciannovesimi.

Quest’anno, con questa questa quinta partecipazione al festival, vincono il loro primo “leoncino” e si aggiudicano anche il premio Radio Tv Web “Lucio Dalla” e il premio per la miglior musica “Giancarlo Bigazzi”. La band con questa vittoria avrebbe potuto di diritto rappresentare l’Italia all’Eurovision, ma il dirittore di Rai 1, Giancarlo Leone, dichiara sul suo profilo Twitter che gli Stadio non prenderanno parte alla manifestazione.

“Un giorno mi dirai” è una canzone che parla del rapporto tra padre e figlia con un testo pieno di immagini emotivamente forti e un arrangiamento pop-rock in pieno stile Stadio. Il singolo fa da aprista al nuovo album di inediti della band intitolato “Miss Nostalgia”, uscito il 12 febbraio per Universal Music Italia.

Di seguito video e testo del brano.

Per quanto riguarda il resto del podio, la gara ha premiato dei concorrenti più giovani: Francesca Michielin ottiene la medaglia d’argento con la sua “Nessun Grado di Separazione” mentre Giovanni Caccamo & Debora Iurato ottengono il terzo posto con “Via da Qui”.

Testo

Un giorno ti dirò
Che ho rinunciato alla mia felicità per te
E tu riderai, riderai, tu riderai di me
Un giorno ti dirò
Che ti volevo bene più di me
E tu riderai, riderai, tu riderai di me
E mi dirai che un padre
Non deve piangere mai
Non deve piangere mai
E mi dirai che un uomo
Deve sapere difendersi…
Un giorno ti dirò
Che ho rinunciato agli occhi suoi per te
E tu non capirai, e mi chiederai… «perché»?
E mi dirai che un padre
Non deve piangere mai
Non deve arrendersi mai
Tu mi dirai che un uomo
Deve sapere proteggersi…
Un giorno mi dirai
Che un uomo ti ha lasciata e che non sai
Più come fare a respirare, a continuare a vivere
Io ti dirò che un uomo
Può anche sbagliare lo sai
Si può sbagliare lo sai
Ma che se era vero amore
È stato meglio comunque viverlo
Ma tu non mi ascolterai
Già so che tu non mi capirai
E non mi crederai
Piangendo tu
Mi stringerai

7 Commenti

  1. Secondo me il podio è stato assurdo, tra i tre gli Stadio se lo sono meritati assolutamente di più. La Michelin insulsa lei e insopportabile la canzone ripetitiva fino alla nausea.
    Quest’anno ha retto lo show Patty Pravo da sola, con una canzone in pieno stile Pravo,senza tempo. Io avrei dato il podio a lei, Dolcenera (la sua canzone e l’album sono molto belli e vari (influenze dubstep, drumnbass, electro, dance)) e Ruggeri.
    All’Eurovision le uniche degne dirappresentarci sarebbero state il trio Arisa-Dolcenera-Noemi. Il mio peggior timore è che ora ci vada la Michelin.

  2. Non mi piacciono, avrei preferito Francesca Michielin o Annalisa (che dopo aver visto la posizione in cui si è classificata sono rimasto senza parole), beh almeno non andranno all’Eurovison(spero che lì scelgano qualcuno con un sound innovativo)

  3. Vittoria meritata! Hanno anche vinto il premio come miglior testo e migliore musica
    Cmq hanno rinunciato all eurovision quindi vedremo chi sceglieranno per rappresentare l’Italia….secondo il regolamento non è detto che sia la seconda classificata (in questo caso Michielin) ma potrebbe essere anche qualcun altro

  4. Secondo me le canzoni più belle quest’anno erano nessun grado di separazione di francesca michielin e cieli immensi di patty pravo

  5. Quest anno tra i” BIG GIOVANI” non cè stata una canzone che mi abbia colpito erano più o meno tutte sullo stesso livello. La differenza per me l hanno fatta le vecchie glorie come si dice soprattutto Patty Pravo ed Enrico Ruggeri , sul podio meritavano loro .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here