Il ritorno sulle scene musicali di Gwen Stefani era atteso da tantissimo tempo e finalmente si è realizzato quest’anno, con l’uscita nel mese di marzo di “This Is What The Truth Feels Like”, terzo lavoro discografico da solista della cantante. Il disco, nonostante abbia regalato alla diva il suo primo album in vetta alla chart statunitense, ad oggi è riuscito a vendere circa 160.000 copie mondialmente, un risultato poco soddisfacente ma non inaspettato: data la sua (troppo) prolungata assenza dalle scene musicali e singoli che hanno smosso poco interesse nei suoi confronti, non ci si poteva aspettare più che un buon debutto nella prima settimana e un tracollo nelle seguenti..

1be83e823e9cfb5c63e54ff73feaca46b94be92d

 

Purtroppo però, i risultati negativi dell’album si stanno riversando sul suo imminente tour. Il “This Is What The Truth Feels Like Tour” per ora è stato pensato solo per gli Stati Uniti e verrà portato in ambienti relativamente piccoli, dalla capienza di circa 15-20mila persone, ma sembra proprio che la cantante di “What You Waiting For” non riuscirà non solo a riempire per intero, ma neanche per metà questi spazi, nonostante sul palco verrà accompagnata dalla rapper Eve.

Il tour partirà il 12 luglio in Massachusetts e la prima data si terrà in un palazzetto di 18.000 posti ma i biglietti venduti sono solo 5.000, ovvero neanche il 30%. La situazione quindi è davvero tragica, soprattutto se pensiamo che il tour partirà a breve. Su questi dati negativi si è espresso anche il Miami Herald:

Gwen dovrebbe esibirsi al Perfect Vodka Amphitheatre a West Palm Beach il 27 luglio. Uno sguardo veloce mostra che ci sono ancora tanti posti disponibili.

Negli anni ’90, quando invece faceva parte dei No Doubt, le sue date negli stadi erano tutte sold out.

Stando a questi dati, è molto probabile che quindi non vedremo (purtroppo) una leg europea del tour, e chissà che non verranno cancellate alcune (tutte?) date di quella statunitense. Un vero peccato, soprattutto perché il suo ultimo disco è un lavoro valido. Insuccesso dato dalla poca presa che la sua nuova musica ha avuto sul pubblico o semplicemente perché ormai per le vecchie glorie non c’è più margine di successo?

Su questo tema abbiamo pubblicato un articolo molto interessante, ve ne consigliamo la lettura QUI.

  • cucazz

    è quello che succede alle superdive che peccano di presunzione e superbia.. Un tour organizzato negli stadi quando il suo ultimo disco se lo sono filati giusto 4 gatti???E il pubblico americano ne ha piene le balle dei suoi drammi personali e la nuova iper-pubblicizzata storia con quel Blake Shelton, ed è sempre piu’ odiata sia dai fans di lui che da quelli dell’ex marito Gavin? io per prima conduco una trasmissione su una radio locale, ma ho completamente bandito Gwen e No Doubt dalle mie playlists.. a prescindere dalla qualità non eccelsa delle sue ultime proposte.. non ho per nulla apprezzato l’eccessivo casino mediatico che ha creato dopo il divorzio ..Sembra che le importi di piu’ della pubblicità e della carriera, che non della famiglia e dei figli, che magari leggono pure le sue interviste avvelenate verso il loro papà.. Molto discutibile come donna..(ci sono tante celebrità che divorziano, ma molte sanno anche mantenere un po’ di dignità e riservatezza.. lei invece no),e mediocre come artista.. Non mi sorprende che stia solo perdendo fans per strada..

  • Fisheye

    Capienza di circa 15-20mila persone ambienti relativamente piccoli? Are you serious? Sono posti che anche molte delle star più in voga al momento farebbero fatica a riempire. Comunque sia, dato il flop dell’album e la lunghissima assenza dalle scene, avrebbe dovuto prima tastare il territorio scegliendo location veramente piccole, da molto meno di 10mila persone, e poi magari aggiungere date con location più grandi se le date precedenti avessero venduto bene…
    Mi spiace molto comunque, povera Gwen, non se lo merita!

  • Rebellious

    Gwen non ha fatto nulla di che a sto giro… L.A.M.B. ha avuto il successo che ha avuto perchè si è impegnata, creandosi un sound e uno stile ben preciso che desse un’ impronta molto personale al suo progetto…cosa che con questo album manco si è sognata di fare. Non c’è la stessa incisività, probabilmente non ha la stessa voglia di mettersi d’ impegno. Ormai il suo l’ha fatto.

    • cucazz

      Non stiamo parlando di una VERA artista, che fa musica perchè ha talento ed ispirazione..per lei fare un nuovo disco è stato solo un pretesto necessario per esporsi in radio, TV e sulle riviste gossip e mettere in piazza la sua vita privata.. Poteva anche registrare una semplice sequela di versacci e pernacchie… ahahahahaaaa!!.. l’importante era battere il ferro ancora caldo.. sfruttare il momento del divorzio da un marito altrettanto celebre (ma molto piu’ dotato di talento e, soprattutto, signorilità e buon senso..) per mettersi in mostra e cercare l’applauso del pubblico.. Tutti quei piagnistei pubblici, la continua condivisione di selfies col suoi nuovo uomo o coi figli (peraltro ancora minorenni.. ma non si rende conto che tutta questa esposizione non è un bene per loro??) , c’è solo la voglia di attirare l’attenzione pubblica, ma se sa a malapena cantare e non sa neanche scriversi canzoni decenti nè suonare strumenti..La sola immagine non basta.. Il fatto che la casa discografica avesse scartato materiale per un altro album che era già pronto la dice lunga ..

      • Rebellious

        Non sarà una vera artista ma il suo lo sa, o lo ha saputo per lo meno…è in giro da parecchio tempo, ha scritto delle buone canzoni ed altrettante parecchio brutte. E sa cantare, non ha chissà quale voce potente ma ha un timbro riconoscibilissimo (di quelli che “o si ama o si odia”)che ha ispirato molte altre, uno stile suo che ha bene o male mantenuto negli anni…Io poi non la faccio così calcolatrice, credo che l’ispirazione in parte la abbia davvero avuta per via di questa cosa, poi che ci abbia mangiato sopra può anche essere, ma niente a paragone di quello che molte altre star hanno fatto in casi analoghi.
        Naturalmente, mia personale opinione!

      • cucazz

        sì, giusto.. anche la mia era una personale opinione.. Non ricordo pero’ altre stars della musica che, in occasione di una separazione, avessero scritto canzoni esplicitamente offensive verso i loro ex per sfruttare la spinta pubblicitaria,dài.. Neanche una Courtney Love, per indicare un esempio di donnaccia da tutti additata come calcolatrice e str– , è mai sprofondata a simili livelli.. Anche se tutte le chiacchiere circolate su Gavin fossero vere ( e NON lo sono.. fonti attendibili, seppure non appartenenti allo showbis, hanno smentito quelle storie di tradimenti invece circolate sulla stampa pettegola..), lei avrebbe fatto una figura migliore lavandosi i famosi panni sporchi in casa.. Tutto quel casino non era necessario, e poi…lei è davvero sicura di avere la coscienza a posto in fatto di fedeltà?? mah…

      • Rebellious

        Che ha scritto Gwen di offensivo?chiedo seriamente…non ho sentito tutto il disco!
        Se intendi “forte”… guardiamo “I bet” di Ciara o “Sorry” di Beyonce!

      • cucazz

        parlo di USED TO LOVE YOU che, a dirla tutta.. non ho ascoltato e non voglio neanche ascoltare… ma ho letto il testo ed è piu’ che sufficiente per perdere anche l’ultima briciola di stima verso di lei come donna, prima ancora che come cantante.. Gavin non merita questo, sopo averla sopportata per 20 anni.. (stando a persone vicine all’entourage di lui, lei era ben diversa da quella che vuole apparire nell’immagine pubblica..viene descritta come una donna gelosa,dominante e per nulla comprensiva o affettuosa ..).. , sentirsi cantare “No one taught you how to love..” , ” I hate you, but I used to love you”.. Lui , da perfetto signore, a queste “uscite” ha preferito rispondere col silenzio, ma sono certa che se si fosse trattato di qualcun altro un po’ piu’ linguacciuto ed attaccabrighe e desideroso di pubblica attenzione, una bella lezione gliel’avrebbe data.. Lei deve ritenersi fortunata anche in questo senso..

      • Rebellious

        Used to Love You io ti suggerirei di sentirla a prescindere da colui a cui fa riferimento perchè è un ottimo pezzo secondo me… molto ben interpretato ed accattivante. Poi per il rest, dice anche “since I hate you”…si sente che insomma lei è abbastanza malinconica o almeno questo è quello che a me perviene sentendo la canzone…l’interpretazione mi fa arrivare questa sensazione, ecco. Poi delle questioni loro personali sinceramente me ne frega abbastanza poco, nel senso che appunto son questioni private che scindo dalla carriera…un brano valido è valido a prescindere da queste questioni… Resta comunque il fatto che magari lei è come viene detto e lui è un’ottima persona, potrei dispiacermi per l’intera questione dal punto di vista “umano”, ma ciò prescinde dalla musica e la mia valutazione della stessa.
        Non so se mi spiego, ma per farti un altro esempio…Lemonade di Beyoncè per me è un pò eccessivo dal punto di vista del tema, ossia “metto in piazza ciò che il mio maritino ha fatto”… ok trarre ispirazione ma un’intero album è pesante… soprattutto quando ci si monta sopra un caso mediatico che fa tanto “promozione per la vendita”. Comunque, se valutato solo dal punto di vista artistico, Lemonade è un prodotto effettivamente valido, a prescindere dalla strategia e da cosa lo ha ispirato e a chi è riferito in larga parte.

  • bionic_littllemonster

    Anche se fanno delle pause lunghissime,dovrebbero essere comunque presenti e farsi notare dai media come Justin Timberlake che nel ritorno nel 2013 avevo avuto successo anche se era tortato tanto tempo dopo il precedente,però lui comunque tra 4 minutes e i vari film si faceva sempre notare dai media

    • Boh!

      Ma Justin Timberlake è un nome totalmente diverso da quello di Gwen.
      Justin non ha mai floppato con i suoi cd, Gwen già arrancava con “The Sweet Escape”.
      Credo che ogni artista abbia una storia totalmente diversa da quella dei colleghi. Fare paragoni mi pare inutile.

      • bionic_littllemonster

        Giusto,personalmente non ero a conoscenza dell’insuccesso di The Sweet Escape,in questo caso la storia è completamente diversa da quella di Justin

      • Boh!

        A volte i mezzi successi vengono mascherati facilmente con giri di parole.
        Purtroppo il secondo album si salvò soltanto con l’omonimo singolo, per il resto fu un disastro.

      • bionic_littllemonster

        Ah capisco,non conoscevo bene la carriera di Gwen prima di quest’album

  • POP UNICORN*

    Il fatto di essere stata troppo lontana dalle scene musicali non l’ha aiutata…. unito a questo… i singoli che ha proposto fin’ora sono uno peggio dell’altro… quindi di che stiamo parlando?

  • Michele

    Ma questi cantanti che stanno lontani dalle scene per un decennio cosa si aspettano? Di avere lo stesso successo di prima con tutti questi teen idol che sono usciti?

    • cucazz

      Non è detto che le pause nella carriera di un artista o di un gruppo debbano influire sempre negativamente ..Anzi in alcuni casi sono anche necessarie per potersi reiventare e dare una nuova spinta ad una carriera se questa segna un po’ il passo.. Si pensi a tanti gruppi che si sciolgono e , anche dopo 10 anni o piu’ ritornano, ma il pubblico non li ha mica dimenticati, anzi tornano piu’ forti di prima.. Un esempio lampante, proprio l’ex marito di Gwen, Gavin coi suoi Bush, ritornati nel 2011 dopo una decina d’anni dallo scioglimento, il tour mondiale fu un successo con diversi sold out (di cui uno anche in Italia, a Roma nel 2012)..Ecco.. loro scelsero. e lo fanno tuttora. locali meno ampi, e non sono mai incappati in figuracce tipo shows cancellati ecc. Anche gli Skunk Anansie, per citare un altro esempio, si sono riformati dopo non so quanti anni, e il pubblico li ama ancora.. Non è una questione di assenza prolungata dalle scene o meno.. Se il talento c’è, il pubblico sarà sempre lì ad aspettarti.. se invece devi fare affidamento solo su immagine e vita privata da esporre, ovvio che il passare del tempo ( e delle mode..) non giochi a tuo favore

  • Boh!

    Diciamo che spazi relativamente piccoli non sono, 15-20 mila persone sono un grande numero.
    Detto questo, è normale avere questi risultati. A chi interessava seriamente un suo ritorno da solista? Penso praticamente a nessuno.

    • Enna

      A Me lol, ma non mi ha convinta l’album LOL

    • cucazz

      gli unici fans che le sono rimasti sono giusto i nostalgici dei No Doubt.. Farebbe meglio a cancellare tutto e starsene a casa, ci sono 3 figli che hanno bisogno di lei , visto che anche il loro papà sarà impegnato in in un tour estivo USA (e per fortuna suscitando maggior interesse nel pubblico che non lei..)