Harry Styles può ufficialmente festeggiare perché il suo nuovo singolo, Sign of the Times, è riuscito a raggiungere la numero 1 in 82 paesi dopo solo 8 ore dal rilascio ufficiale. Ma il record più importante riguarda il mercato americano, in cui ha impiegato solo 19 minuti per diventare primo in classifica!

sign-of-the-times-artworkUn risultato straordinario, considerando che il precedente record apparteneva ad Adele. Ad Hello, infatti, sono serviti 50 minuti per raggiungere la vetta di iTunes US.

Tra i due artisti, comunque, non sembrano esserci problemi di rivalità. Anzi, Styles nutre una grande ammirazione nei confronti della cantante, come ha dichiarato lui stesso durante l’intervista a BBC Radio 1 in cui ha presentato il singolo.

“Ho parlato con lei un po’, conosce uno dei ragazzi con cui ho lavorato di più (per l’album). Ma non penso (che mi abbia dato) consigli, mi piace molto come fa le sue cose. Credo sia un esempio, è la più grande, è meravigliosa, è la migliore e per questo è la più grande. La sua caratteristica è di essere diversa dagli altri, è davvero brava a fare quello che fa, mi piace come fa ogni cosa, [il risultato] è molto bello.”

Pare che Adele, presente al ventunesimo compleanno di Styles, abbia deciso di fargli un regalo molto particolare e, sicuramente, di buon auspicio. Harry ha raccontato di aver ricevuto in regalo l’album della cantante, 21, con queste parole: “Ho fatto un sacco di cose fantastiche a 21 anni…buona fortuna!”

Per ora l’augurio di Adele sta funzionando! Quello di Harry Styles si è confermato come uno dei ritorni più attesi della stagione, sia dai fan che dalla critica, interessata a capire che direzione avrebbe preso dopo l’addio agli One Direction.

Sign of the Times, scritto da Styles e prodotta da Jeff Bhasker, Alex Salibian e Tyler Johnson, è un omaggio al grande rock inglese anni ’70. È impossibile tralasciare questo particolare anche perché, dopo il primo ascolto, vengono in mente nomi e volti che hanno fatto la storia della musica. Il più citato è David Bowie, ma anche Elton John e McCartney. La famosissima Hey Jude, inizia proprio con la sua voce solista accompagnata dal pianoforte.

Il tono malinconico e per certi versi apocalittico del brano sembra essere particolarmente attuale, probabilmente uno dei motivi del suo successo immediato.

Potete ascoltare il brano qui:

In attesa del video ufficiale, Billboard ha annunciato che Styles presenterà ufficialmente il nuovo singolo sabato 15 aprile al Saturday Night Live. In Inghilterra, invece, l’appuntamento è per il 21 aprile al The Graham Norton Show su BBC1.
  • Questa canzone è DAVVERO BELLA. Complimenti Harry.

  • Deddy

    Sicuramente tra i 3 che facevano parte degli One Direction era il più interessante musicalmente parlando. Comunque…. il record non apparteneva a Problem di Ariana Grande? Perché su Twitter ho visto il suo fanbase arrabbiato per la ”perdita” del record (loro dicevano che Problem era arrivata alla 1 su iTunes in 37 minuti, è scritto anche su Wikipedia), però potrebbe tranquillamente non essere vero

  • MUSIC is the way.

    non so se è voluto il fatto di fare questa musica e quindi harry ha un personaggio costruito o se è la musica che voglia fare realmente, ma in qualunue caso la canzone è bellissima!

    • girlalmighty

      Basta conoscerlo almeno un po’ per capire che Harry è questo, ma quale personaggio costruito.. È cresciuto con questo genere.

    • Enna

      da quello che ho visto e letto (dalle directioners) ha sempre seguito questo stile e anche ad x factor mi pare fece il provino con un brano old style

  • Ak.l

    Io al primo ascolto: David sei tu?