Con il 2017 ormai agli sgoccioli è tempo di bilanci e giungono inevitabili le classifiche stilate dalle varie testate che vogliono riassumere il meglio della musica uscita sul mercato prima di gettarsi a capofitto nella nuova annata. Non poteva non mancare di certo il magazine Rolling Stone che, pochi giorni fa, dopo quella dei singoli ha pubblicato la sua classifica degli album migliori dell’anno, tutti già usciti sul mercato musicale, ad eccezione di Songs of Experience degli U2 in arrivo il 1° dicembre, ma già ascoltato dalla critica internazionale.

Secondo la famosa rivista , si aggiudica il primo posto della classifica e quindi il titolo di miglior album del 2017 Damn. di Kendrick Lamar, che ha raccolto grandi elogi da parte della critica e dal pubblico. Nel suo ultimo disco il rapper americano affronta temi politici e sociali, mettendo a nudo anche le sue paure più profonde, come il timore di perdere la creatività.

Al secondo posto troviamo Lorde e il suo piccolo-grande capolavoro Melodrama, definito dalla stessa rivista americana una pietra miliare, fonte di ispirazione “per i giovani sognatori pop per anni ed anni”. La giovane promessa neozelandese è riuscita a scalzare pure giganti del rock come gli U2, che si aggiudicano la medaglia di bronzo con il loro nuovo album in uscita venerdì primo dicembre, Songs of Experience. L’album viene descritto da Rolling Stone come “un mito della creazione in stile rock n’ roll che manifesta la magia eterna della musica, pubblicato da una band che rifiuta di svanire”.

In quarta posizione si piazza Rainbow, album che ha segnato il ritorno sulle scene della cantante Kesha, dopo la turbolenta battaglia legale che l’ha vista contrapposta al suo produttore Dr. Luke, accusato di molestie sessuali ai danni della cantante. Alle spalle della cantante conquistano la quinta posizione gli LCD Soundsystem e il loro American Dreams, chiudendo così la top 5, mentre alla sesta posizione troviamo American Teen di Khalid, nuova promessa dell’r&b.

Taylor Swift con Reputation si aggiudica il settimo posto, seguita  dal disco dei Queens of the Stone Age, Villains, Culture dei Migos, in nona posizione. Chiude infine la top 10 il nuovo album di Sam Smith, The Thrill of It All. Rolling Stone definisce il giovane artista inglese “un soul man in grado di fondere lo stile di Otis Redding, Aretha Franklin e Ray Charles con quelli di icone moderne come Amy Winehouse e Adele”.

Ecco la top50 completa secondo il parere di Rolling Stone:

50. Code Orange, ‘Forever’
49. Foo Fighters, ‘Concrete and Gold’
48. Chronixx, ‘Chronology’
47. Low Cut Connie, ‘Dirty Pictures (Part One)’
46. Sharon Jones & the Dap-Kings, ‘Soul of a Woman’
45. Tracy Bonham, ‘Modern Burdens’
44. The New Pornographers, ‘Whiteout Conditions’
43. Ornette Coleman, ‘Celebrate Ornette’
42. Beck, ‘Colors’
41. Gregg Allman, ‘Southern Blood’
40. Grizzly Bear, ‘Painted Ruins’
39. Japanese Breakfast, ‘Soft Sounds From Another Planet’
38. Residente, ‘Residente’
37. Liam Gallagher, ‘As You Were’ and Noel Gallagher’s High Flying Birds, ‘Who Built the Moon?’
36. Lindsey Buckingham/Christine McVie, ‘Lindsey Buckingham/Christine McVie’
35. Bob Dylan, ‘Triplicate’
34. Open Mike Eagle, ‘Brick Body Kids Still Daydream’
33. Vijay Iyer Sextet, ‘Far From Over’
32. Robert Plant, ‘Carry Fire’
31. Songhoy Blues, ‘Résistance’
30. Chris Stapleton, ‘From A Room: Volume 1’
29. Jay Som, ‘Everybody Works’
28. Vince Staples, ‘Big Fish Theory’
27. Drake, ‘More Life’
26. Lana Del Rey, ‘Lust for Life’
25. Paramore, ‘After Laughter’
24. Valerie June, ‘The Order of Time’
23. Jlin, ‘Black Origami’
22. Sheer Mag, ‘Need to Feel Your Love’
21. Jason Isbell and the 400 Unit, ‘The Nashville Sound’
20. SZA, ‘Ctrl’
19. Father John Misty, ‘Pure Comedy’
18. St. Vincent, ‘Masseduction’
17. Harry Styles, ‘Harry Styles’
16. Margo Price, ‘All American Made’
15. Courtney Barnett and Kurt Vile, ‘Lotta Sea Lice’
14. Waxahatchee, ‘Out in the Storm’
13. Randy Newman, ‘Dark Matter’
12. Jay-Z, ‘4:44’
11. The National, ‘Sleep Well Beast’
10. Sam Smith, ‘The Thrill of It All’
9. Migos, ‘Culture’
8. Queens of the Stone Age, ‘Villains’
7. Taylor Swift, ‘Reputation’
6. Khalid, ‘American Teen’
5. LCD Soundsystem, ‘American Dream’
4. Kesha, ‘Rainbow’
3. U2, ‘Songs of Experience’
2. Lorde, ‘Melodrama’
1. Kendrick Lamar, ‘Damn.’


Che ne pensate? Siete d’accordo con la classifica stilata da Rolling Stone?

7 Commenti

  1. veramente una bella classifica, gli anni passati mi sono trovato sempre in disaccordo con le varie testate e le loro classifiche, ma invece quest’anno è il contrario! non so se sono io ad aver cambiato gusti o loro (propendo per la prima)

  2. Rispetto alla classifica delle migliori canzoni (sempre di Rolling Stone), questa degli album mi sembra decisamente di un altro livello, sia per i nomi sicuramente più importanti, sia perché moltissimi di questi li ho ascoltati e quasi tutti apprezzati.
    E sono veramente contento per kesha perché credo che sia il suo l’album migliore dell’anno.

  3. Contento per Kesha… io però Taylor Swift l’avrei messa più avanti. E poi manca assolutamente Meaning of Life di Kelly Clarkson, un album eccezionale e sorprendente.

  4. Anche io avrei messo damn e melodrama rispettivamente al primo esecondo posto. Spero che Song of Experience mi sorprenda.. lo scoprirò tra 16 ore e 24 minuti.

  5. Reputation alla 7??? MA STIAMO SCHERZANDO??? Repuration deve stare al 1 posto, pk Taylor Swift è sempre bravissima e talentuosissima!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here