tvoi-quarta-edizione-presentatori

E’ iniziata la sera del 24 febbraio 2016 la nuova edizione di The Voice of Italy. Quest’anno, la giuria è cambiata completamente rispetto allo scorso anno: se da un lato abbiamo il grande ritorno della leggenda della televisione italiana Raffaella Carrà, da un altro abbiamo ben 3 new entry: Dolcenera, Max Pezzali ed Emis Killa.

Per questa ragione, per la performance d’apertura ci aspettavamo un live sulle note di un successo di uno dei tre nuovi arrivati, e invece la produzione ha optato per la cover di una hit mondiale: “Hall of Fame”, enorme successo dei The Script interpretato in duetto con Will.I.Am, una collaborazione che qualche anno fa infiammò le classifiche di tutto il mondo.

La performance si è svolta in questo modo: Pezzali e la Carrà si sono esibiti uno dopo l’altro nella prima strofa, Dolcenera si è occupata da sola del primo ritornello, Emis Killa ha sostituito la seconda strofa originale con un suo verso ed infine tutti e quattro si sono esibiti insieme nell’ultimo ritornello.

Come volevasi dimostrare, la migliore di tutti è stata la grandissima Dolcenera, che con la sua voce potentissima ed il suo carisma interpretativo ha dato letteralmente fuoco al palco. Buona l’esecuzione di Pezzali, sottotono ma comunque accettabile quella della Carrà, mentre abbiamo trovato praticamente incommentabile Emis Killa, soprattutto per quanto riguarda la pronuncia in inglese.

Vedremo quale sarà la reazione del pubblico italiano a queste nuove personalità in giuria. Per ora ci limitiamo a postarvi la performance d’apertura, cosa ne pensate? Chi vi è piaciuto di più?

7 Commenti

  1. Ho avuto dei brividi negativi alla performance, Dolcenera è stata la migliore, ma per fare i giudici non è proprio adatta nemmeno lei, insieme agli altri tre, eccezion fatta per la Raffa nazionale

  2. Uao, mi aspettavo di leggere principalmente commenti negativi e invece sono stato spiacevolmente smentito… La performance in sè per sè non è stata male, poi la scelta della canzone è stata ottima considerando che i the script sono tra i miei artisti preferiti! Però tutto il resto è stato pietoso (come ascolti ha fatto meno di chi l’ha visto!): dolcenera fuori luogo con i suoi commenti brutti e il suo essere stata logorroica (inguardabile le sue moine e quella poesia all’ultimo che si è presentato…); max pezzali troppo buono; Raffaella (l’unica in gamba!) e emis killa che innanzitutto parla troppo veloce e poi totalmente incoerente dopo i primi 6/7 concorrenti (non si è girato alla ragazza che ha cantato benissimo superbass, anche se non con un ottimo rappato ma cmq che LUI avrebbe dovuto migliorare!, per poi girarsi alle 3 sorelle… Che cosa le avrebbe fatto cantare??? Ma dai!)… E poi la maggior parte dei concorrenti mediocri e loro che si sono perfino lottati certi concorrenti… Ma avete ascoltato il ragazzo che ha cantato what di You mean? Un inglese orribile che non era inglese e si sono perfino girati in tre dicendo che è stata una bella performance alternativa della canzone… Eh????????

  3. Dolcenera è stata la migliore senza ombra di dubbio! Una voce potentissima e intensissima… Gli altri 3 io li ho trovati improponibili! Però come giudici mi piacciono tutti e 4! E penso che se avessero tenuto i vecchi coach anche quest’anno, un’altra edizione non l’avrei retta! Invece questo cast riformato ci voleva proprio e mi è ritornata la voglia di seguire the voice! (Che pecca comunque nell’avere uno sbagliatissimo sistema di svolgimento dei live show, che è diverso dal format americano, perché là ai live tutti si scontrano contro tutti; qui invece ci si scontra solo dentro la propria squadra)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here