take-that-million-reasons

Da una parte un gruppo pop britannico degli anni ’90, dall’altra un’eccentrica icona pop americana degli anni 2000. Stiamo parlando dei Take That e di Lady Gaga. Che cosa hanno in comune? Di sicuro la passione per la musica.

Recentemente i Take That, ospiti del Chris Evans Breakfast Show, hanno presentato la loro ultima fatica discografica (leggete la recensione di Wonderland qui), regalando al pubblico un’esibizione live dei loro ultimi successi.

Oltre a Giants, Shine e These Days, Gary, Mark e Howard hanno sorpreso i fan con una cover di Million Reasons, tratto dall’ultimo album di Lady Gaga, Joanne, pubblicato nel 2016.

Le loro voci si sono prestate perfettamente allo stile country del brano, arricchito da un ottimo arrangiamento che ne ha esaltato l’esibizione.

Ecco il video:

 

Gary Barlow ha anche rivelato un “grande segreto” durante l’intervista. Pare che apparirà nel film Star Wars: Gli ultimi Jedi, ottavo capitolo della saga che arriverà in America il 15 dicembre 2017.

“Non sarò uno stormtrooper ma parteciperò. – dichiara Barlow – Adesso che l’ho detto, probabilmente mi lasceranno fuori. Penso che le persone di Star Wars siano piuttosto rigorose in merito alle informazioni che trapelano. Quindi, adesso che ve l’ho detto, probabilmente mi sono fatto fuori da questo ruolo da solo.”

In attesa del suo debutto cinematografico, Gary e gli altri membri dei Take That sono in giro per il mondo a promuovere il loro album, già un grande successo in termini di vendite in patria. Wonderland ha infatti esordito al secondo posto della classifica inglese con 113.200 copie. Ottimo risultato per il gruppo che ci regalerà presto altri live e forse, altre cover.

  • MUSIC is the way.

    lady gaga non è morta, e questa canzone e le cover e l’apprezzamento da parte di altri artisti (+ il superbowl) lo dimostra! grandi tutti!
    PS: Traducete l’articolo di Billboard sulla vocalist era che sta tornando? in pratica hanno detto che grazie a Ed, Adele e Gaga l’era in cui le ballad dominavano le classifiche potrebbe tornare