Dopo avervi riassunto quelli che per me sono stati i migliori album hip-hop del 2013, voglio adesso parlarvi dei singoli che hanno infiammato questo anno. Stavolta l’approccio sarà diverso, perchè vi parlerò dei singoli che ho trovato più potenti, con una mia personale classificazione.

La mia classifica parte dal primo posto: “New Slaves” di Kanye West. Non sono il tipo da entrare in fissa con le canzoni e ascoltarle finché le orecchie non sanguinano e chiedono pietà. Questa canzone, però, è stata per me una vera droga fin da maggio e l’ho ascoltata quasi ogni giorno senza mai stancarmene. Kanye denuncia con tantissima ironia il razzismo (“E c’è il razzismo verso i neri ricchi, che fa ‘Entra e per favore compra altro’ ‘Cosa vuoi, una Bentley? Una pelliccia? Una collana di diamanti? Voi neri volete tutti le stesse cose!” e “Mi mandate contratti, non sapete che i neri non sanno leggere? Lanciategli le chiavi della Maybach, ca**o questa è la vita!”), denuncia lo “schiavismo” delle multinazionali e ancora il razzismo nelle prigioni americane. Il finale del secondo verso (che Kanye stesso ha definito “il miglior verso rap di tutta la storia del Rap”), poi, raggiunge il massimo: dopo essersi caricato di tutta la rabbia sfocia nel liberatorio: “Voi proverete ad aumentare la m***a [su di me], io ve la farò crollare, ve la farò scomparire nell’aria. Cosa direte adesso?”.

recordstore

Scendiamo un gradino e dobbiamo arrivare ottobre, quando Eminem si è autoproclamato “Rap God”. Un appellativo che nessuno gli può togliere: un flow fantastico e rapidissimo, che arriva a toccare 97 parole rappate in 15 secondi. Bello anche il video, che riprende una vecchia serie tv, “Max Headroom” e ci porta nei reconditi meandri della mente di Slim Shady. Forse video dell’anno, anche se quello del prossimo brano ha usato una tecnica che non credo di aver mai visto.

Scendiamo al terzo posto, infatti, la questione diventa ancora più intricata. La critica ha incoronato “Yeezus” il miglior album del 2013, il grande pubblico ha proclamato “The Marshall Mathers LP 2”. La scelta diventa molto più difficile quando dobbiamo confrontaci con le #newrules che ha portato Jay Z (che ha fatto anche cadere il trattino dal suo nome). Un contratto milionario con la Samsung che ha acquistato 1 milione di copie, un album diventato Platino ancora prima di uscire, una app che ha rivelato pian piano parte dei testi, video di una originalità disarmante e una squadra di super-produttori che pochi possono avere: i fidati Timbaland, Swizz Beatz, The-Dream, No ID, Pharrell Williams e J-Roc (mi è dispiaciuto non aver trovato Just Blaze), accanto a brani di Boi-1da, Hit-Boy, Mike Will Made It, Mike Dean e Travis Scott. Inizi ad ascoltare l’album e “Holy Grail” con Justin Timberlake ti colpisce da subito, pensando: “Se l’album si apre così, dopo la terza traccia qualcuno dovrà venire a togliermi tutta l’adrenalina!”. A distanza di 5 mesi, il brano è ancora ai primi posti delle classifiche americane. Sono questi i successi che scrivono la Storia.

Segue un singolo che ha trainato un altro album che ho amato quest’anno: Ghostface Killah ha raccontato in 12 tracce l’ascesa e la vendetta del fantasma Ghostface Killah. Non amare “The Rise of the Ghostface Killa” con Masta Killa e Killa Sin è stato praticamente impossibile!

Dopo quattro singoli più “impegnati”, ne viene uno assolutamente senza senso. Vincente per questo brano è la follia creativa di Gwen Bunn e i T.H.C. Parliamo di “Collard Greens” di Schoolboy Q con Kendrick Lamar. E’ quell’hip-hop insensato che osteggio, ma la il ritmo mi assale e vince.

Altri due ritmi pazzeschi che quest’estate mi hanno fatto da padrone: “Lost Generation” del duo inglese Rizzle Kicks e lo street single di Termanology. Usando una sample di Jay Z da “Dirt Off Your Shoulder”, il rapper e produttore ha chiamato DJ Kay Slay, Shortfyuz, Sheek Louch e Lil Fame per incendiare le strade con “Straight off the Block”. E ci è riuscito perfettamente!

Prima dell’estate, c’era stato Meek Mill a mandarmi in visibilio con il singolo “Dreams and Nightmares”. La sua traccia introduttiva è stata una delle migliori del 2012 e quel crescendo di ritmo, tensione e rabbia si insinua nella testa fino a esplodere con te da 1:35.

Decisamente più calmo e con quel fascino “old school” è “Old School Love” della strana (ma decisamente promossa) coppia  Lupe Fiasco – Ed Sheeran. Mentre molti rapper associano il  genere ad una donna di facili costumi, Ed e Lupe dedicano fanno una dichiarazione d’amore “d’altri tempi” per il rap. Questo è Amore!

A chiudere la mia top 10 c’è Dj Mathematics, produttore del Wu-Tang Clan e che chiama 4 dei suoi membri, Raekwon, Method Man, Ghostface Killah e Inspektah Deck per parlare dei “Four Horsemen”.

So che potrei scendere fino alla 100esima posizione e non mi stancherei dei singoli che mi hanno colpito in questo 2013, ma rischierei di annoiarvi. Per questo in rapidissima successione, elencherò altri 5 singoli che ritengo meritevoli di essere ricordati in questo 2013: i ritorno di Ice Cube con “Crowded” e di Busta Rhymes con Q-Tip, Kanye West e Lil Wayne con “Thank You”, l’exploit di Childish Gambino con “3005”, il singolo di Drake, “Started From The Bottom” e l’energico ritorno di LL Cool J con Chuck D, Travis Barker, Tom Morello Z-Trip con “Waddup”.

Infine, una menzione ai versi più divertenti dell’anno. Altra follia creativa sul ritmo, stavolta di Hit-Boy, che per Jay Z ha fatto “Somewhereinamerica”. Ma è Hova che si supera. Prende il fenomeno Miley Cyrus (che ancora non si era esibita ai VMA) e rappa alla fine del verso: “Perchè in qualche posto in America Miley Cyrus sta ancora facendo twerking”, mentre in sottofondo sentiamo “Twerk, Terk (Miley, Miley) Solo in America!

  • fresh

    Io posso capire che Kanye West piace ,tutta l’evoluzione che volete ma non venitemi a dire che Yeesus è Hip Hop davanti a uscite come Ghostface Killah o come DJ Mathematics ..dai è abbastanza ridicolo.
    Poi non capisco perchè se Kanye West rappa New Slave (andando oltre l’incoerenza del personaggio) tutti a dargli premi ,riconoscimenti,”genio”..se poi Mos Def (con una carriera nel Rap ed un talento nello scrivere che Kanye si sogna) denuncia Guantanamo ( E NON CON UNA CANZONE DA COMPRARE SU ITUNES ) non se lo c-ga nessuno,non capisco proprio il perchè.

  • CURTIS

    BA, NEW SLAVES è PARECCHIO PARACULA! MI SPIEGO MEGLIO: “Tutti siete concentrati a far sempre alzare il volume,io invece demolisco tutta la me_rda che c’è in giro” PARLIAMONE MR WEST, è dai tempi di blueprint che produci musica DA POMPARE, ORA CON I DENTI FATTI INTERAMENTE DI DIAMANTE NON VENIRMI A RACCONTARE CHE TU A DIFFERENZA DEGLI ALTRI NEGRI ” GETTI VIA LE CHIAVI DI UNA MAYBACH ED ESPONI LE TUE PASSIONI” PERCHè OGGI COME OGGI SEI DIVENTATO PIù ” STAR ( IN SENSO FORTEMENTE DISPREGIATIVO)” TU, CHE UNO COME JAY 50 O EMINEM, VAI IN GIRO CON QUELLA VACCA CHE SE NON FOSSE PER L’AMERICANO MEDIO IGNORANTONE NON SAREBBE MINIMAMENTE QUALCUNA! CI FAI PURE UN VIDEO IN CUI è PROTAGONISTA (BOUND 2), E ORA MI VIENI A PARLARE DELLA PRIVATIZZAZIONE DEI CARCERI STATUNITENSI, SEI VERAMENTE POCO CREDIBILE, VISTO CHE TU LA VERA MER_DA NON L’HAI MAI CONOSCIUTA, CERTI ARGOMENTI LASCIALI AD ARTISTI COME WYCLEF JEAN O LAURYN HILL! scusate ma seguo l’hip hop da una vita, so chi è kanye west, so che sa produrre, so che sa scrivere, ma le scelte artistiche e personali che lo contraddistinguono in questi giorni mi recano un fortissimo imbarazzo, e yeezus CHE FA TOTALMENTE SCHIFO è LA DECADENZA DI UN ARTISTA CHE HO SEGUITO E APPREZZATO! per quanto riguarda la classifica mi sarebbe piaciuto vedere anche artisti del calibro di PRECIOUS PARIS, O TIFFANY FOXX, DI CUI NON AVETE MAI FATTO UN ARTICOLO MA CHE, SOPRATTUTTO LA PRIMA, MERITANO PARECCHIA ATTENZIONE A MIO PARERE! PER IL RESTO SONO CONCORDE CON LE TRACCE, ECCETTO STARTED FROM THE BOTTOM DI DRAKE, DI UN INSIPIDO….! E DI MAGNA CARTA AVREI AGGIUNTO PICASSO BABY E OCEAN! E INOLTRE AVREI AGGIUNTO ” MARY J BLIGE FEAT NAS ” Rise Up Shepherd And Follow” ;) e anche MY LIFE DI 50 CENT E EMINEM, MA ANCHE NEW DAY DI 50 DR DRE E ALICIA KEYS ;) CIAO

  • TheGladiator

    Grazie… alcune non le conosco, ma vedrò di cercarle.
    Quella di Schoolboy Q e Kendrick mi piace moltissimo. Anche quella di Drake e Jay-Z.

  • Meanwhile the DEA
    Teamed up with the CCA
    They tryna lock niggas up
    They tryna make new slaves

    Bastano questi pochi versi per stimare Kanye. Altro che denuncia di razzismo nelle prigioni, qui il problema è ben più grosso. Si tratta di aumento di arresti a danni dei neri da quando è cominciata la privatizzazione delle prigioni. SCANDALOSO.