Tra le tante esperienze particolari che J. Cole ha visstuto e che ha raccontato in “Born sinner”, c’è un’intera traccia dedicata al giorno in cui l’MC ha deluso uno dei suoi idoli, Nas. In “Let Nas down”, Jermaine racconta quando era alla ricerca, con Jay-Z, del primo singolo estratto dall’album “Cole World: The Sideline Story”. Le scelte iniziali erano tra “Who dat” e “Blow up”, ma Mr Carter fu più propenso per “Work out”. Il successo con “Work out” arrivò (due volte platino!), ma in una telefonata con No I.D., Cole scoprì che questa scelta aveva deluso Nas. “Let Nas down” è una traccia in cui J. Cole spiega i sentimenti che ha provato dopo aver saputo di aver deluso proprio Nas.

nas-j-cole

Oggi, a sorpresa, Nas risponde a Cole e le sue sono parole di grandissimo conforto. Nas spiega quanto sia stata dura la sua ascesa tra i grandi del rap, dovendo competere con mostri affermati, tra i quali Jay-Z e Biggie (questi gli rubò la scena nel 1994 quando “Ready to die” sorpassò in poco tempo “Illmatic”).

Più di ogni altra cosa, Nas non aveva un mentore potente come Jay-Z lo è per Cole. Sopratutto, Nasir comprende l’importanza di una singolo per le radio, ma il più grande consiglio che dà a Cole è che basta parlare con il cuore alla gente e i singoli rimarrano per sempre nella memoria della gente, premi o no (ed effettivamente Nas non ha mai vinto un Grammy, ma potete contestargli di non essere un grande?).

Insomma, questo fortissimo remix serve a rassicurare Cole che Nas non è rimasto assolutamente deluso e… “that’s how the story ends”!

  • Carlo

    Non centra nulla con il post ma volevo chiedervi se potevate dedicare un post ad una nuova cantante norvegese di 17 anni che si chiama Adelèn e al suo singolo di debutto Bombo che ha ottenuto un grande successo in Norvegia arrivando al n1 per 3 settimane. Grazie!