Dopo numerosi posticipi finalmente sembra che il nuovo album del rapper J. Cole abbia una release date confermata. Il disco intitolato “Born Sinner” vedrà la luce a partire dal 18 giugno ed a confermarlo è lo stesso MC. Ecco inoltre la copertina del CD:

jcole-born-sinner-standard-e1369067285564

_____________

Il follow-up del fortunato “Cole World: The Sideline Story” avrebbe dovuto uscire già un mese fa, ma “Bron Sinner” ancora non si vede, e l’artista della Roc Nation ha spiegato ieri le ragioni di questo ritardo durante un’intervista.

La scelta – ha spiegato ad MTV News – è stata tutta sua: a Roc Nation e Columbia “stava bene così, del tipo ‘quello che preferisci tu’ “ ha spiegato J Cole, e sarebbe stato proprio lui a capire che la release date date dle 28 Gennaio non era fattibile “Era davvero una brutta mossa. Così decidemmo di far suonare tutti nello stesso team e con la stessa frequenza. Questo è il secondo album, non facciamo ca**ate!”. E spiegando meglio quali sono state le tappe di questa creazione ha detto “Cerchiamo di farlo uscire al meglio, facciamo il singolo migliore, creiamo i video giusti, le immagini giuste. Ci sono certe cose che puoi mettere in fila per fare in modo che un album risulti più grande!”.

 

 

 

J ha spiegato che stavolta con la sua label c’è completa sinergia, non come per il precedente lavoro: “Su questo [album] stiamo avendo il supporto completo della label. C’è sincronia tra di noi in questo andare avanti con il lavoro, cosa che non c’era con il primo, ed è una cosa bellissima”.

Ma mentre lavora alle rifiniture del suo secondo album, J Cole ha deciso anche di salire in cattedra: lo ha fatto martedì all’Università di Harvard, per un incontro dedicato proprio a lui e intitolato “The Next Move: a conversation with J. Cole”. Cole ha avuto modo di raccontare le sue prime influenze musicali, il sogno di entrare nel mondo del basket, l’ispirazione data dalla famiglia, specialmente dalla madre  che lo ha sostenuto fin dall’inizio credendo nelle sue capacità nel mondo del rap. Ecco un piccolo video dell’incontro:

 

 

E J Cole ha confermato di aver gradito tantissimo questa esperienza “universitaria” vi a Twitter: “Harvard, una cosa malata. Fatemi smettere di sentirmi figo, QUELLA COSA E’ STATA FANTASTICA. Grazie”.

Ora aspettiamo qualche info in più dal professor Cole sulla nuova release date di “Born Sinner” e sulle scelte di singoli e video per questo prossimo album, di cui lui parlava a MTV. Cosa ci aspetterà? La stretta collaborazione con la label potrebbe soffocare la spontaneità con cui l’abbiamo conosciuto? O in Roc Nation sapranno fare bene il loro lavoro anche stavolta?