image-e1463266739799-694x400d

Quando quest’anno è stato comunicato quale canzone aveva vinto l’Eurovision Song Contest, i fan dell’evento ed i suoi spettatori in genere si sono divisi in due fazioni opposte: alcuni credevano che “1944”, canzone portata in gara dalla concorrente ucraina Jamala, meritasse la vittoria per la sua composizione, per l’intensità emotiva con cui è cantata e per l’ottima performance della sua interprete, mentre altri hanno visto in questo trionfo una scelta prettamente politica dato che la traccia parla della deportazione dei Tartari da parte dell’esercito russo, evento accaduto appunto nel 1944 ed in cui, come la stessa Jamala ha dichiarato, la nonna dell’interprete ha perso la vita.

Al di là di cosa ha portato alla vittoria dell’interprete, “1944” resta un brano artisticamente molto valido, ed il pubblico del suo paese ha dimostrato di averlo apprezzato molto, permettendogli di arrivare alla no.2 della classifica nazionale già prima che la competizione avesse luogo. Ciononostante, per mesi il brano è stato lasciato senza video ufficiale, ed ormai eravamo tutti convinti che nessun visual sarebbe mai stato pubblicato per la traccia, ormai lontana dai piani alti delle classifiche anche in patria. Ed invece, dopo un countdown durato pochi giorni in cui l’artista ha pubblicato vari sneak peak, ecco finalmente arrivare il video di “1944”.

La clip trasform in immagini l’atmosfera tesa e lugubre della canzone. Jamala ed alcuni ballerini si esibiscono sulle note della traccia in una tetra galleria, luogo in cui presto vengono raggiunti dall’esercito, che metterà su una vera e propria battaglia contro di loro. Anche persone comuni si rifugiano in tale galleria, mentre al di fuori l’arte della danza viene utilizzata come unica risposta alla violenza della guerra. Davvero un bel video.

Voi che ne pensate di questa clip?

  • Caleb

    Sì, sì ci sta il video… oramai non credevo lo rilasciasse più, meglio così perché è un bel brano e meritava una clip!