Nuova discutibile mossa commerciale da parte di Jay-Z. L’ideatore del servizio di streaming online, Tidal, ha deciso di ritirare dal mercato streaming alcuni dei suoi album di maggiore successo. Nello specifico The Blueprint del 2001, The Blueprint 2: The Gift & The Curse del 2002, e Blueprint 3 del 2009 sono scomparsi dal catalogo di Spotify, Amazon e Apple Music, diventando a tutti gli effetti delle esclusive Tidal.

Gli album Blueprint di Jay-Z non sono più disponibili da qualche mese in nessun servizio di streaming musicale, fatta eccezione per Tidal. Noi speriamo che il rapper decida di reinserirli presto nei cataloghi, in modo che i milioni di fan su Spotify possano riascoltarli

Sono queste le parole rilasciate per Billboard da un portavoce Spotify.  Una scelta quella di Jay-Z che arriva dopo che il nuovo album di Rihanna, Anti è stato rilasciato nella prima settimana d’uscita in via esclusiva per Tidal, e lo stesso dicasi per il nuovo singolo a sorpresa di Beyoncè, Formation.

Negli scorsi mesi anche altri grandi nomi della musica hanno deciso di ritirare i loro album dal mercato streaming, tra cui Adele e Taylor Swift, rifiutandone il concetto alla base, rispetto all’ascolto dell’album in versione digitale o attraverso la copia fisica.

Nessuna dichiarazione è stata rilasciata da parte degli altri servizi di streaming, Tidal compreso. Impossibile prevedere le sorti degli altri album di Jay-Z ma c’è già chi sostiene per il prossimo futuro la possibilità che ogni nuova uscita discografica del rapper e di sua moglie Beyoncè, avverrà esclusivamente sulla piattaforma Tidal, senza una release fisica o digitale su iTunes.

Un mercato, quello discografico, che vive un’epoca di forti e veloci cambiamenti. E voi che ne pensate di questa scelta commerciale?