Jennifer Lopez deride Mariah Carey dopo la figuraccia di Capodanno? Intanto è polemica

di Davide -
0 5887

Mariah Carey e l’esibizione disastrosa di capodanno, volano accuse, intanto Jennifer Lopez la deride pubblicamente per la performance.

lopez-vs-carey

La performance di Mariah Carey in occasione dei festeggiamenti del Capodanno é stata la peggiore in assoluto della sua intera carriera?

C’è chi parla di problemi tecnici (addirittura si é parlato di sabotaggio) e chi si proclama sicuro che la Carey sia salita sul palco ubriaca o drogata, fatto sta che una performance così terribile ed imbarazzante sicuramente passerà alla storia.

Fa sempre clamore quando un interprete famoso soprattutto per la vocalità commette un certo tipo di scivoloni e vuoi o non vuoi, negli ultimi giorni su internet non si é parlato d’altro.

Ma andiamo con ordine: la Carey si é esibita la vigilia di Capodanno al Dick Clark’s New Year’s Rockin Eve with Ryan Seacrest, il problema é che Mimì “ha fatto scena muta” durante lo show, all’apparenza aspettando un playback che non é mai arrivato, se non per i backvocals ed un whistle. Lei sembrava divertita da tutto ciò e camminava goffamente dal palco parlando con il pubblico sulle note della sua musica, provando ad intonare qualche nota ma bloccandosi subito.

Guardate il video e giudicate voi:

 

Una figura sicuramente imbarazzante, ma al di la delle polemiche o meno sull’utilizzo del playback, c’è stato forse un problema tecnico che ha messo Mariah alla gogna in maniera così plateale? Forse é stata mandata la base sbagliata quando l’interprete aveva esplicitamente detto di volersi esibire in lip-sync? Oppure Mariah non sentiva bene la base tanto da non poterci cantare?

Ecco le dichiarazioni degli organizzatori dello show, che si difendono da ogni accusa:

Come produttori di punta di eventi televisivi in diretta da quasi 50 anni, siamo orgogliosi della nostra reputazione e dei rapporti di lunga data con gli artisti. Suggerire che DCP (Dick Clark Productions), produttrice di spettacoli musicali, tra cui American Music Awards, Billboard Music Awards, New Year’s Rockin’ Eve e Academy of Country Music Awards, avrebbe compromesso intenzionalmente il successo di ogni artista è diffamatorio, scandaloso e francamente assurdo. Vogliamo essere chiari, abbiamo il massimo rispetto per la signora Carey come artista e riconosciamo i suoi enormi successi nel settore.

Fonti avevano rivelato che la Carey non si sarebbe presentata alle prove, inviando al suo posto un cartonato, e non ci sarebbero stati problemi tecnici di nessun tipo in quella circostanza.

Ma il team della Carey sembrerebbe non esserne così sicuro:

Abbiamo detto loro [i direttori di scena] che gli auricolari non funzionavano 10 minuti prima dello spettacolo. Hanno poi cambiato la batteria, e stavano ancora lavorando sulla frequenza quattro minuti prima dello spettacolo. Glielo abbiamo fatto nuovamente presente, ma hanno fatto il conto alla rovescia ed assicurato che avrebbero funzionato, non appena fosse iniziata la performance, cosa che non è mai successa – al punto che lei se li è tolti, ma non riusciva a sentire la musica con il chiasso della folla.

E’ intervenuta anche la manager della Carey, Stella Bulochnikov, che ha affermato ai microfoni di Entertainment Weekly:

Non é vero. Non solo lei non non ha saltato le prove, ma siamo arrivati a Times Square alle 2:30. Non erano pronti per lei fino alle 3:20. Abbiamo aspettato per il loro direttore di scena. Abbiamo avuto la fase 3:20-03:50. Aveva il cartonato in una danza per il numero musicale. Si è seduta sul lato del palco con il microfono e gli auricolari per assicurarsi di poter fare il sound check. La cosa più importante per lei era il suono. Il suono veniva a tratti. Le è stato assicurato che avrebbe funzionato per la sera.

Lei ha fatto un’intervista con Ryan Seacrest alle 10:35 circa, durante la quale il suono dagli auricolari era disturbato. Riusciva a malapena a sentire Ryan. Stava lottando per ascoltarlo attraverso il rumore di Times Square.

Siamo poi andati dal produttore esecutivo. E io dissi: “I suoi auricolari non funzionano, sono disturbati, abbiamo bisogno di nuovi auricolari per la performance” Ha detto, “Quelli non sono gli auricolari che userà durante la performance […] Abbiamo preso gli altri auricolari, ma abbiamo informato gli stage manager (ricordate che non si tratta del nostro team) che non funzionavano, lei non sente, è debole. Ne hanno portati di nuovi ma non funzionavano del tutto. Hanno cambiato la batteria. Ha detto che ancora non riusciva a sentire. Il secondo stage manager ha detto: “Non funziona qui nella tenda, funzionerà sul palco.” Ha detto, “Grande, andiamo sul palco.”

Siamo a 4 minuti dalla diretta. Lei dice: “Non sento nulla dagli auricolari,  sono morti.” L’altro direttore di scena dice: “Ce ne occuperemo mentre sarai dal vivo.” Poi le cose cominciano a diventare caotiche. Inizia il countdown – quattro minuti, tre minuti. Mariah: “Io non riesco a sentire.” Loro: “Sentirai bene quando sarai dal vivo- due minuti!”

Così, dal vivo, lei non ha potuto sentire nulla. Gli auricolari erano morti. Così lei li tira fuori dall’orecchio, perché se l’artista li tiene nelle orecchie, allora tutto quello che sente è il silenzio. Una volta che lei li ha tirati fuori sperava di ascoltare la sua musica, ma a causa delle circostanze – il rumore da Times Square e la musica che si riverbera dagli edifici – tutto quello che sente è il caos. Lei non può ascoltare la sua musica. Si tratta di un manicomio. A quel punto, non c’è modo di recuperare.
Al terzo brano, ha detto, “F-lo, neho avuto abbastanza.”

[…]

Avrebbe dovuto andarsene gettando il microfono sulla testa di qualcuno – quello si che sarebbe stato un grande momento. Dopo lo spettacolo, ho chiamato il produttore […].

Questa è una conversazione integrale. Ho chiesto, “Cosa è successo?”, Ha detto, “Ho appena parlato con i miei ragazzi e l’ho confermato, gli auricolari non funzionavano. Non poteva sorvolare? “ed io,” Cosa stai dicendo ‘sorvolare’? Sei impazzito? “E lui,” Cosa vuoi che faccia? “Ho detto,” voglio che interrompi la trasmissione. “Mi chiama di nuovo e dice:” Noi non possiamo farlo. ” quindi io ho detto, “si preferisce mandare in onda uno spettacolo con problemi tecnici in modo da poter avere un momento virale piuttosto che proteggere l’integrità del vostro spettacolo e Dick Clark Productions?” ha detto,  “Non lo faremo. Vuoi fare una dichiarazione congiunta? “E io:” No, voglio che tu vada a quel paese “E questo è stato.”

Cosa ne pensa Mariah?
Sta solo ignorarlo. Ha così tante cose più importanti da fare. E questo va sotto il titolo di “nessuna buona azione”, perché stava facendo un favore.

[…]

Posso capire la frustrazione se non fosse stata loro la responsabilità.
Ma avrebbero dovuto tagliare e mandare la pubblicità. Il fatto che non l’abbiano fatto mi dice che volevano un momento virale ad ogni costo. E questa non è una mossa di una società che ha mostrato 50 anni di integrità. Questo non è ciò che Dick Clark era. Amava gli artisti.
I fan l’hanno anche accusata di lip-syncing. Guardando il video, sembrava come se  parte della performance fosse stata pensata per essere in lip sync
No. Non è così.

Come se non bastasse, Jennifer Lopez (é celebre la frase che la Carey rivolse nei suoi confronti anni fa “I Don’t Know Her“) ha pensato bene di mettere il like su Instagram ad un commento che ridicolizzava la Carey, una mossa inaspettata da parte di una J-Lo, che ultimamente sembra scalpitare, dato che sta facendo parlare di sé per il suo presunto flirt con il rapper di successo ed ex amante di Rihanna (con cui a breve dovrebbe arrivare una collaborazione), Drake, a pochi giorni dopo il bacio plateale sul palco dei Latin Grammy con il suo ex Marc Anthony.

screen-shot-2017-01-01-at-1-19-13-pm