planes

Quando nel 2009 Jeremih debuttò con “Birthday Sex” sembrava destinato a diventare un cosiddetto one-hit wonder, ma appena un anno dopo riuscì a ripetere (quasi) gli stessi risultati con il singoloDown On Mein collaborazione con 50 Cent, dopodiché un lungo silenzio fino alla nuova hit “Don’t Tell ‘Em“, che ha aperto alla grande la nuova Era discografica caratterizzata dall’album intitolato “Late Nights“, atteso per quest’anno!

Dopo un 2014 fantastico, con la certificazione Platinum dalla RIAA per il singolo sopracitato, un interessante joint-album con Shlohmo e importani collaborazioni come quella con DJ Khaled in “Hold You Down“, ora Jeremih ci propone il nuovo singolo estratto dall’album: si tratta della collaborazione (già svelata) con J.Cole, intitolata “Planes“.

Midtempo da club in pieno stile-Jeremih, che ama definirla ‘eclettica’, ma al primo ascolto ad emergere sono le lyrics che sfiorano il volgare:

 

“You need a ni**a that’s gon’ put it in your mouth / Dick so big it’s like a foot is in your mouth / You ain’t babysittin’, but my kids all on your couch”

…Non traduciamo per ovvie ragioni… ascoltate:

 

L’album è previsto per il giorno di San Valentino… riuscirà, secondo voi, questo singolo a ripetere gli ottimi risultati del precedente? diteci la vostra…

4 Commenti

  1. la canzone è buona generalmente, è molto “chill” per dirla all’americana, e anche se l’inizio della strofa di J.Cole è un po’ volgare poi lui parte come lui sa fare, in questo momento non c’è nulla da fare, è il suo periodo d’oro e potrebbe trasformare in qualcosa di magico qualsiasi cosa tocchi.

  2. Da questa collaborazione, sinceramente, mi aspettavo di più anche se nel complesso la canzone non è malaccio.
    Sui lyrics non mi pronuncio che è meglio, ormai sono diventati il pane quotidiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here