AGGIORNAMENTO. A sei giorni dal rilascio di “House Slippers”, ecco il video ufficiale per “Music Saved My Life”. Fatevi abbracciare dalla salvezza del buon Hip-Hop:


______________________________________
Joell Ortiz rilascerà quest’anno “House Slippers”, il joint album con il duo The Heatmakerz. Come secondo singolo dall’album, il membro degli Slaughterhouse chiama B.o.B e il giovane Mally Stakz. Il brano è un’ode alla musica. Joell Ortiz esordisce spiegando il contesto familiare in cui è cresciuto, quando “mio padre se ne andò in malo modo. Andava bene però, la musica è stata il mio patrigno. Sono stato cresciuto da Stevie Wonder, Lionel Richie, Luther (Vandross, NdT) e i Jackson Brothers”.

joell-ortiz-top

Il culmine della bellezza si raggiunge nel ritornello, nel quale si canta “Quindi quando mi sentivo di aver fatto qualcosa di sbagliato, tu mi hai aiutato a fare la scelta giusta e quando mi sentivo di voler mollare, tu mi hai dato un’altra chance e quando mi sentivo come se tutto fosse finito, tu non mi hai lasciato morire. No, tu non mi hai lasciato morire, la musica ha salvato la mia vita“. B.o.B, invece, parte dalle premessa che il contesto musicale in cui è cresciuto lui era diverso, più trap che rap. “Il mondo era arrabbiato“, dice B.o.B, ma non cambia il fatto che deve molto all’hip-hop, che l’ha salvato dalle strade, le quali l’avrebbero sicuramente ucciso solo per ripagare i genitori degli sforzi che hanno fatto per lui.

Non è solo il testo a brillare in questo singolo. The Heatmakerz, infatti, hanno fatto un grandissimo lavoro per la produzione e, per me, questo può diventare uno dei singoli simbolo dell’estate 2014!

  • Vincenzo

    Gran pezzo.Comunque,a mio parere,tutti gli Slaughterhouse sono degli mc pazzeschi…