La polemica sulle date annullate del Purpose World Tour di Justin Bieber non accenna a placarsi.

Secondo nuove speculazioni, Justin Bieber, oltre ad essere esausto come riportato in un articolo precedente, avrebbe sofferto per le ultime date, che non avrebbero venduto come le precedenti.

Niente di preoccupante se si considera che Bieber é riuscito a vendete 20 milioni di biglietti nel mondo con questo tour, e rimane uno degli assoluti protagonisti della scena Pop internazionale.

Tuttavia le ultime date del tour facevano fatica a vendere secondo gli insider

purpose tour bieber flop

 

La compagnia AEG dietro al Purpose Tour avrebbe dichiarato:

“In generale le 154 date del Tour sono state un vero successo, ma alcune delle date finali non stavano vendendo bene come le precedenti. Dopo aver cantato in arene tutte a sold out in tutto il paese, Bieber ed il suo staff volevano tentare la fortuna tornando in tour negli stadi, senza la realizzazione di un nuovo album.

Solo una di queste ultime 14 date era sold out, ed in generale i biglietti che avanzavano degli altri show erano presenti sul mercato ad un prezzo scontato, facendo pensare che gli stati sarebbero rimasti semi vuoti.”

 Il management del tour avrebbe poi dichiarato
“Se i numeri fossero stati più confortanti avremmo provato in ogni modo a convincere Justin a continuare”.
Justin Bieber non si può di certo lamentare, sono ben 68 i milioni di dollari che é riuscito a raccimolare con le date di questo tour durante l’anno,  e probabilmente non subirà nemmeno una azione legale