Justin-Timberlake-gay

 

La cerimonia dei Teen Choice Awards si è tenuta il 31 luglio, presentata dal wrestler John Cena e dall’attrice/cantante Victoria Justice.

A ricevere lo speciale Decade Award quest’anno è stato meno che Justin Timberlake.
L’artista sta vivendo un momento di successo incredibile grazie alla hit Can’t Stop The Feeling! e potrà gioire di questo ennesimo riconoscimento che l’organizzazione dei Teen Choice ha deciso di dedicare a lui che, tra l’altro, è l’artista uomo ad aver vinto più “tavole da surf” nella storia della cerimonia, ben 22.

rs_1024x759-160706193232-1024.Justin-Timberlake-Teen-Choice-Awards.3.ms.070616

 

L’ex *NSYNC ha ricevuto il premio durante la cerimonia per “la sua costante evoluzione artistica nel corso degli ultimi 10 anni”.
Tra l’altro, a proposito della sua carriera, proprio quest’anno ricade il decimo anniversario dall’uscita dell’album FutureSex/LoveSound, reso celebre dalle hit SexyBack e What Goes Around Comes Around.
Dopo lo speciale Candie’s Choice Style Icon dell’anno scorso andato a Britney Spears, i produttori non potevano fare scelta migliore che celebrare ora la carriera di Justin Timberlake, un’artista straordinariamente completo che si è saputo ritagliare il suo spazio non solo nel panorama musicale ma anche nel mondo del cinema.

Per mettere a tacere le polemiche che l’hanno riguardato ultimamente (scopri di più QUI), Justin ha deciso di affrontare tematiche molto importanti nel suo discorso di accettazione, quali l’omofobia ed il razzismo:

Grazie, Teen Choice. Come ex adolescente, che qualche tempo fa ha compiuto alcune scelte durante il suo cammino, sono qua per dirvi che le vostre scelte sono importanti, e che lo siete anche voi.  Parlando del mio caso, sono cresciuto a Millington, Tennessee, vicino Memphis, dove sono stato cresciuto da genitori e da una famiglia che mi hanno insegnato alcune grandi lezioni. Mi hanno insegnato il rispetto.

Mi hanno insegnato a rispettare me stesso e a rispettare tutte le persone sulla base del loro carattere, non a giudicarle per quello che fanno nella loro vita o per il  colore della pelle. I miei genitori hanno fatto del loro meglio per non riempire la mia giovane mente  con pregiudizi o odio, ma con compassione e amore. Penso che sia una delle ragioni per cui adesso cerco di vivere la mia vita lavorando a stretto contatto con un gruppo straordinario di persone: maschi, femmine, etero, o gay; La verità è che siamo tutti diversi, ma questo non significa che tutti noi non vogliamo la stessa cosa.

Quello che fate è importante, non dovete fare la differenza a livello globale, fatela nel vostro quotidiano, vicino a casa vostra, magari dove le persone sono diverse da voi e vedrete che con la loro diversità potranno insegnarvi qualcosa!

https://youtube.com/watch?v=3C_0ZXdoVO8