Katy Perry vince la causa contro le…suore! Ora può acquistare l’ex convento

di Silvia Mella -
8 2184

Dopo due anni di battaglia legale il giudice le ha dato ragione. Katy Perry è libera di acquistare l’ex convento, le suore non ci stanno!

Sì, avete letto bene…la popstar è stata portata in tribunale da una congregazione di suore e ha vinto la causa!

Forse vi sarà capitato di leggere nelle scorse settimane che tra Katy Perry e alcune suore dell’arcidiocesi di Los Angeles fosse in corso una battaglia legale per via di un convento che la popstar era intenzionata ad acquistare con la volontà di renderlo la sua principale dimora californiana.

Da due anni oramai Katy sta tentando di far sua la proprietà di 8 acri a Los Feliz, un ex convento gestito da monsignor Jose Gomez per conto dell’arcidiocesi di L.A.
Malgrado l’offerta di 14.5 milioni di dollari fosse più che congrua rispetto al valore dell’abitazione, le cinque suore che tutt’oggi vivono nella struttura si sono sempre rifiutate di accettarla perché ritengono la Perry una proprietaria inadatta essendo quello un luogo religioso. Addirittura a lei hanno preferito la donna d’affari Dana Hollister, consapevoli che il suo piano era quello di trasformare l’ex convento in un lussuoso hotel.
A quel punto intervenne un altro arcivescovo locale, che sostenne di essere lui il proprietario della tenuta e di voler accettare l’offerta di Katy Perry.

Per un po’ non sono emerse ulteriori novità sulla questione, ma ieri l’Hollywood Reporter ha fatto sapere che il giudice Stephanie Bowick ha emesso la sentenza questo martedì (14 marzo), che dice che

“le suore non avevano l’autorità di vendere il convento alla Sig.ra Hollister, che tra l’altro ha dimostrato di non avere i fondi sufficienti perché si consumasse validamente la transazione. Pertanto i documenti fino ad ora firmati non si possono ritenere validi”.

Grazie al responso del giudice ora la cantante è libera di acquistare la tanto desiderata proprietà, non prima però di ricevere l’approvazione finale dal Vaticano.

Le cinque suore, per niente felici del verdetto, sono persino arrivate ad accusare Katy di stregoneria, facendo riferimento ad una sua visita alla Salem Witch Walk nel 2014. Queste le dichiarazioni che Suor Rosa Caterina Holzman, 86 anni, ha rilasciato al Daily Mail:

“Mi dispiace, ma semplicemente non ne voglio sapere di stregoneria e non sono d’accordo con le persone che la praticano. Mi disturba, e quella è stata la nostra casa madre, la nostra casa rifugio…ed è terreno sacro!”

Una storia alquanto assurda…rispetto per il punto di vista della congregazione, tra l’altro formata da suore molto anziane, ma addirittura arrivare ad accusare Katy Perry di stregoneria?

  • MUSIC is the way.

    lol

  • Safaffa

    La cosa più ridicola? Le suore che rilasciano interviste (al Daily Mail poi!) e che si informano su internet!

  • Ferro76

    Un anziano qui con 500 euro al mese (6000 euro l’anno) NON vive.
    In america ci sono posti dove stanno peggio.
    Quanti anziani (o bisognosi) riuscirebbe ad aiutare con 14,5 MILIONI di dollari?
    Invece di BUTTARE LETTERALMENTE i soldi per una caxxata del genere perchè non li usa in altro modo?
    E le suore?
    Invece di denunciare al mondo questo sperpero cosa fanno?
    SI FISSANO SULLA STREGONERIA.
    Sono tutti malati di testa.

    • SilviaM

      scusa eh, ok il tuo discorso sugli anziani ma cosa centra Katy Perry che vuole comprarsi una casa con tutto ciò? Questi personaggi sono milionari, hanno tutti proprietà milionarie e sarebbe strano il contrario. Questo non significa che non facciano beneficenza (lei almeno). Facile fare i moralisti con i soldi degli altri…

  • Navy_Kpop_Swift

    I religiosi possono arrivare a dire cagate forti…

  • Ak.l

    Hhahahha sto ridendo da ore 😂😂😂

  • Deddy

    Stregoneria? Ancora? Mah…
    comunque a vederlo non sembra un convento… ma proprio per niente… ci credo che le suore lo vogliono tenere…

  • crikatycat

    Oddio ancora con sta storia della stregoneria .. Ma per favore.
    Comunque dai dai ce l’ha fatta a prenderselo. Amen