Lo so, stiamo diventando ripetitivi, ma non possiamo non continuare a dire che Kelly Clarkson sta stupendo sempre di più con le sue cover. La cantante non risparmia nessuna categoria di artista e nessun genere musicale, toccando anche universi estranei dal suo, e ciò è proprio quanto avvenuto nel suo ultimo concerto.

Sotto richiesta di un suo fan, Kelly ha deciso di dirigersi verso l’universo della musica black reinterpretando un brano che ha davvero fatto la storia dell’hip-hop soul e, più in generale, di tutta la musica nera.

Il pezzo di cui sto parlando è “Killing Me Softly”, brano reso famoso da Fugees nel 1996 e tuttora considerato una grandissima pietra miliare della musica in genere.kelly-clarkson-red-dress

Come sempre, Kelly ha eseguito una performance vocale limpida e grandiosa, riuscendo a personalizzare il pezzo ed a reggere il paragone con l’originale, il che in questo caso non era per niente scontato.

Eccovi un video amatoriale dell’esibizione, che ne dite?

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here