Nuovo sviluppo in merito al ban radiofonico del nuovo singolo di Ke$ha “Die Young”, in conseguenza al massacro avvenuto alcuni giorni fa alla scuola elementare Sandy Hook di Newton, Connecticut.

In un tweet subito rimosso la cantante scrive: “Lo capisco. Ho avuto problemi anche io con Die Young proprio per questa ragione. Io NON volevo cantare quel testo ma mi hanno COSTRETTA. Mi dispiace tantissimo per tutti quelli che sono stati toccati da questa tragedia e capisco perché la mia canzone è inappropriata”.

Insomma, Ke$ha prende le distanze da una canzone che ha composto lei stessa in collaborazione con Dr. Luke, Cirkut, Benny Blanco e Nate Ruess. La cantante afferma di essere stata costretta cantare il pezzo e forse a lanciarlo come primo singolo. Ora, noi non conosciamo le dinamiche interne alla casa discografica, tanto più risulta strano per il fatto che dopo alcuni minuti il messaggio è stato rimosso. Staremo a vedere se anche la RCA risponderà in merito alla questione… Voi che ne dite ?