492768-kesha-gettyLa mancanza di paura che Kesha ha dimostrato durante la sua carriera sarà gratificata con il “Trailblazer Award” all’annuale evento Women in Music 2016, organizzato dalla rivista statunitense Billboard.

La cantante di Tik Tok è ancora immersa in una battaglia legale senza fine con il produttore Dr. Luke, ma nel frattempo ha ispirato milioni di persone con il suo coraggio e le sue parole.
Mentre è impegnata con la registrazione del nuovo album in collaborazione con RCA e Kemosabe Records (Sony), Kesha riceverà il premio all’evento annuale della Billboard che si terrà il 9 Dicembre (ve ne avevamo parlato QUI).

Nell’attesa di ritirare l’onorificenza, Kesha ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo svariati argomenti, dal suo recente processo creativo ai suoi sogni di collaborazione, dalle elezioni negli States ad Adele.

Riguardo la sua musica:

“Le mie nuove canzoni mostrano le mie vulnerabilità come forza e non come debolezza. Nel passato, mi sentivo sempre come se stessi cercando di dare prova di qualcosa. Ora, io sto scrivendo quello che voglio condividere col mondo, piuttosto che dare al mondo ciò che il mondo vuole. Bene o male, io sono io”

Sui sogni di collaborazione:

“Ho scritto molto con Wrabel, che è anche lui un artista. Ci divertiamo molto insieme. Mi piacerebbe da impazzire collaborare con Mick Jagger, David Byrne, Bob Dylan e Neil Young. Una ragazza può sognare!”

Sulle elezioni del 2016:

“Durante queste votazioni, ho incontrato molta gioventù senzatetto LGBT e sono stata incredibilmente ispirata da loro. Voglio promuovere l’uguaglianza fino al giorno in cui morirò.”

Sul suo sistema di sostegno:

“Adele è un esempio di classe. Mi ha contattato in privato ed in pubblico nel bel mezzo di una cerimonia in cui le stavano assegnando un premio (ai BRIT Awards). Che anima magnifica.”

Altre donne che riceveranno premi all’evento Billboard sono Madonna, che sarà nominata “Donna dell’anno 2016”. Shania Twain riceverà l’”Icon Award”, Halsey riceverà il premio “Rising Star”, Andra Day riceverà il premio Powerhouse, Meghan Trainor riceverà il “Chart Topper” e Maren Morris riceverà il “Breakthrough Artist award”.

Finalmente un po’ di luce all’orizzonte, insomma, per Kesha, dopo un esordio scoppiettante con i primi tre album (Animal, Cannibal e Warrior), seguito dallo stop forzato per il “rehab” dove è stata ricoverata a causa dei problemi causati dalla per lei poco salubre collaborazione con Dr. Luke.

Che ne pensate? Kesha merita questa onorificenza?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here