Anche se il suo prossimo progetto musicale dovrebbe essere un album natalizio in stile disco, prima di dedicarsi a ciò Kylie Minogue ha voluto concedere finalmente ai suoi fan altro materiale inedito con cui ingannare un’attesa che dura ormai da oltre un anno.

Seguitissima da moltissimi anni da una cerchia di fan che si è sempre dimostrata molto fedele a lei, Kylie ha tuttavia ricevuto meno consensi del solito con il suo album “Kiss Me Once”. Il disco in effetti, pur contenendo alcuni brani di ottima fattura, nel complesso risulta inferiore ai suoi predecessori e questo, assieme ad una gestione pessima da parte della label, ha contribuito a sancirne il flop.

Conscia di ciò, a sorpresa l’artista ha pubblicato un EP contenente 3 tracce electropop di eccezionale qualità, 3 brani di una raffinatezza unica ed in pieno stile Kylie, 3 canzoni incredibilmente belle che non possono non riscaldare il cuore di chi segue questa donna da tanti anni ed è ben conscio delle sue capacità.11230778_989086114477074_654462954387989251_n

Ma andiamo per ordine. La prima traccia è “Your Body”, una di quelle canzoni capaci di far venire la pelle d’oca dalla prima nota. Psichedelica, ipnotica, persuasiva, martellante al punto giusto, insomma questo pezzo possiede tutte le caratteristiche che un vero CAPOLAVORO electro pop deve avere.

A partire dall’intro in italiano e continuando con una produzione da urlo, questo pezzo è una bomba di sensualità e raffinatezza. Le emozioni che scatena sono indescrivibili, l’energia che sprigiona è incontenibile, ed il timbro di Kylie sembra bello più che mai. Nota per nota questo pezzo si fa sempre più incredibile, riesce a far venire i brividi in un modo tanto irrazionale quanto irresistibile, e ci porta in un universo segreto, in un luogo metafisico che nemmeno sapevamo esistesse.

Quello che scatena in me questa canzone è puro piacere. Nulla di lontanamente paragonabile a questo è stato finora pubblicato in questo 2015, a mio avviso. “Your Body” merita il titolo di miglior canzone dell’anno, almeno della parte di questa annata già trascorsa.

Ma questo viaggio incredibile di emozioni e sensazioni non si arresta qua. Tutt’altro. La seconda traccia è “Black and White”, collaborazione con il cantante raggae Shaggy. La produzione anche qui è soffusa, delicata ed emotiva, ma non raggiungiamo per nulla il livello del capolavoro precedente.

La traccia è comunque molto bella e piacevole, capace di immergere completamente l’ascoltatore in un’altra dimensione nelle strofe ed in grado di riportarlo sulla Terra nei ritornelli, parti del pezzo in cui non potrete non scatenarvi e ballare a più non posso.

Incalzante e rilassante nel contempo e prodotta davvero meravigliosamente, anche questa canzone porta il marchio inconfondibile di Kylie. Certo, dopo “Your Body” era impossibile mantenere il livello, e forse lo spazio concesso a Shaggy è troppo, ma ragazzi… questa si che è musica! Questo è il modo di fare pop grandioso e di qualità. Le nuove generazioni hanno così tanto da imparare da Kylie…

Completa questo meraviglioso quanto inaspettato progetto la traccia più introspettiva “If I Can’t Have You”. Duetto con il cantante australiano Sam Sparro, ci troviamo davanti ad un’altra canzone di altissima qualità, un pezzone che nei primi secondi ci spinge ad entrare in noi stessi ed a riflettere, per poi trascinarci di nuovo fuori, verso la vita, e tutto grazie ad un ritmo che si potenzia molto nei vari ritornelli.

Il duetto con Sparro è stata davvero una scelta grandiosa. Le due voci insieme stanno benissimo e riescono a colpire nel profondo l’ascoltatore, sia nelle parti più lente che in quelle in cui il beat incalzante ci spinge a ballare.

Senza alcun preavviso, Kylie ci ha regalato 3 vere perle, 3 canzoni la cui bellezza risulta a mio avviso indescrivibile a parole. Dal mio piccolo non possono non ringraziare la diva per le emozioni che mi ha regalato in questa magica nottata, e spero di poter avere al più presto un vero e proprio album tra le mani.

Grazie Kylie. Il mondo ha bisogno di artisti come te.

14 Commenti

  1. Amo Kylie, adoro questa cosa dell’EP a sorpresa (ormai una bella abitudine da parte delle cantanti?XD).

    Your Body è carina, nulla di che secondo me (mi annoia un po’ ad esser onesto), IN PARTICOLARE QUEL PARLATO ALL’INIZIO , ma perchè?! Dai, no.

    Black & White spacca, ci sta assolutamente.

    If i Can’t Have You, considerando anche l’apporto di Sam Sparro che fa musica abbastanza figa, non è affatto male!

    Il progetto è apprezzabile, per chi ama una cantante è sempre piacevole avere novita’ discografiche, ma niente di tutto cio’ è per me materiale da “nuovo album”, se non Black & White, che potrebbe essere una hit.

  2. Belle tracce. Your Body è molto piacevole ma non la reputerei (secondo me) “la miglior canzone dell’anno” in quanto non carica nel ritornello. Siamo comunque lì: Kylie ha sempre fatto musica elettronica di alto livello e allo stesso tempo ha, giustamente, compreso i limiti della sua età ed ha smesso di fare la battona… Madonna impara da lei per carità!

  3. Ok, appena acquistato su Itunes. Dalle preview mi aveva colpito quella con Shaggy, ma ora che ho sentito quella con Sam Sparro grido al CAPOLAVORO! è davvero una meraviglia!! E sono troppo contento perchè cara Kylie era un pezzo con non mi stupivi! Piccolo neo: quella con Moroder è tremenda. Non so se sia peggio il rimbambimento da sentire “yourbodyyourbody” o l’intro con Moroder che sbiascica nella dentiera.

  4. Ma si sa Kylie è sempre magica nei suoi brani, ricordo l’anno scorso quando ascoltai per la prima volta Feels So Good, che emozioni! fino ad’oggi mi trasmette tantissimo!

  5. Ma si sa Kylie è sempre magica nei suoi brani, ricordo l’anno scorso quando ascoltai per la prima volta Feels So Good, che emozioni! fino ad’oggi mi trasmette tantissimo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here