Grossi cambiamenti in casa Sony. Il cambio di CEO porterà una pesante revisione del budget. I primi a pagarne le spese saranno i cantanti della scuderia di L.A. Reid. Mariah comincia a tremare…

sonyBrutte notizie per alcuni artisti legati alla Sony Music, in particolare a coloro i quali fanno parte di una etichette controllate dalla major, la Epic Records. 

Il motivo di queste novità non per tutti positive è innanzitutto l’imminente cambio ai piani alti della società, con il CEO attuale, Doug Morris, che dal 1 aprile cederà il posto a Rob Singer, fratello di Sir Howard Stringer, storico ex presidente e amministratore delegato della Sony Corporation.

L’arrivo di Rob Singer, a quanto dicono i giornali statunitensi, sta già facendo tremare le label sussidiarie, questo perché, da convinto conservatore fiscale qual è, avrebbe già dato ordine di procedere, non appena inizierà il suo mandato, con alcuni ingenti tagli di budget lì dove secondo lui nascono i problemi che stanno pian piano prosciugando le casse della Major. Il primo a risentire di questo ridimensionamento sarà L.A. Reid, produttore discografico nonché boss della Epic Records.

Proprio la Epic, a detta di Singer, sarebbe ad oggi l’etichetta che spreca più denaro, non riuscendo a dosare nella maniera corretta i finanziamenti.

Così Page Six:

“Il CEO della Epic, L.A. Reid e la presidentessa Sylvia Rhone vedranno i rubinetti chiudersi, anche se l’anno passato hanno ottenuto buoni risultati grazie alle hit di Meghan Trainor, Fifth Harmony, Future, Travis Scott ecc”

Un veterano del settore ci va giù ben più pesante:

“Stringer potrebbe anche chiudere del tutto la Epic…La Epic non vale nulla ora come ora. La Sony ha versato decine di milioni di dollari alla label senza guadagnarci nulla”

Dichiarazioni non certo lusinghiere per L.A. Reid & compagnia. Ricordiamo che della scuderia Epic fanno parte artisti che hanno segnato la storia della musica, in primis la grande Mariah Carey. Oltre a lei, solo per citarne alcuni, ricordiamo Jennifer Lopez, Fifth Harmony, Zara Larsson, Meghan Trainor, Future, Sara Bareilles, Sade, Outkast, Ozzy Osbourne e molti altri.

Se il nuovo CEO farà davvero chiudere la Epic che succederà a tutti questi artisti? Troveranno con facilità qualcuno pronto ad accoglierli?

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here