ariana-manchesterSiamo tutti ancora sconcertati, affranti e increduli per quanto accaduto ieri sera alla Manchester Arena durante la tappa del tour di Ariana Grande dove, a fine concerto, un kamikaze si è fatto saltare in aria provocando almeno 23 vittime (stando agli ultimi aggiornamenti della stampa inglese) e più di 50 feriti, alcuni in maniera grave.

Un attacco vile e mostruoso messo in scena ad un evento nel quale era chiaro ci sarebbero stati per lo più ragazzini e, addirittura, bambini, vittime ancor più indifese di un odio che negli ultimi anni ha superato ogni limite.

Ieri il Bataclan, oggi la Manchester Arena; persone colpite durante quello che doveva essere un momento indimenticabile, che molto probabilmente aspettavamo da mesi. Una tragedia immane, difficile da concepire, che ha sconvolto il mondo intero.

Se Ariana Grande si è detta distrutta, sentendo addirittura il bisogno di scusarsi per un dramma che, chiaramente, non è in alcun modo dipeso da lei,

Non è passato troppo tempo prima che numerosi colleghi abbiano preso parola sui social per stringersi attorno alla ragazza e a tutti coloro che ieri sera hanno tristemente assistito impotenti alla crudeltà dell’essere umano:

 

Ovviamente questi sono solo alcuni dei messaggi di supporto e desolazione giunti dalle star del musicbiz, strette attorno alla collega per l’inconcepibile sciagura nella quale è stata tirata in mezzo e a tutti coloro che stanno soffrendo le conseguenze dell’attentato, in primis chi ci ha rimesso la giovane vita.

Un’altra mattinata difficile da cancellare ma una cosa è sicura, questi pazzi disumani non l’avranno mai vinta di fronte a cultura e unione. La musica unisce e continuerà sempre ad unire, alla faccia dell’odio gratuito e senza scrupoli che di tanto in tanto questi mostri palesano nella maniera più crudele.

Un pensiero alle vittime di Manchester e alle loro famiglie.

11 Commenti

  1. non è colpa sua ma è comprensibile il suo stato, si rialzerà! la musica
    deve rialzarsi. è bello vedere questa solidarietà, ma sarebbe bello
    vedere che tutti questi artisti che hanno scritto qualcosa si diano da
    fare per cambiare questo mondo che ci dicono “schifoso”. sono
    daccordissimo con tutti loro, ma allora diamoci da fare! muoviamoci!
    prima che sia troppo tardi!!!

    “i’m a believer, it’s chaos, where are our leaders? i’d rather save an angel down”
    Lady Gaga, Angel Down

  2. ariana, e nessun altro chiaramente, si meritava questo! la musica è fatta per unire, e poi questo attentato fa particolarmente male perchè è chiaro quale fosse l’obbiettivo dei terroristi: colpire il nostro futuro!

  3. Tutti questi clandestini che sbarcano in Italia e Europa senza controllo, che portano malattie (scabbia in primis) sono da bloccarli e rimandarli a casa. Voglio vedere se alle cooperative invece di dare 35 euro gli danno 5 euro. La colpa di questi sbarchi non sono dei profughi (che sono sono una piccola parte di tutti quelli che vengono qua) ma delle ong e coperative che lucrano sulla pelle di queste persone.

  4. Sono felicissimo per tutta questa solidarietà! Il mondo della musica si è fermato oggi. Quante persone pronte a mostrare supporto per le famiglie delle persone che purtroppo ieri ci hanno lasciato e per Ariana che in questo momento è visibilmente scossa. Un momento tristissimo. La grande famiglia dei cantanti si riunisce. È una cosa triste, ma molto bella. Il DWT è stato sospeso momentaneamente. Giustissimo
    Ariana ha detto che non vuole più esibirsi. Una delle più grandi voci della nuova generazione triste. Quanto mi dispiace.
    Conoscendola si scuserà per il resto della sua vita
    Non è colpa sua

    • non è colpa sua ma è comprensibile il suo stato, si rialzerà! la musica deve rialzarsi. è bello vedere questa solidarietà, ma sarebbe bello vedere che tutti questi artisti che hanno scritto qualcosa si diano da fare per cambiare questo mondo che ci dicono “schifoso”. sono d’accordissimo con tutti loro, ma allora diamoci da fare! muoviamoci! prima che sia troppo tardi!!!

      “i’m a believer, it’s chaos, where are our leaders? i’d rather save an angel down”
      Lady Gaga, Angel Down

  5. Tutta questa solidarietà è a dir poco commovente. Nel dolore è difficile farsi forza, ma sapere di non essere mai soli può fare la differenza.
    Non dobbiamo mai cedere alla paura, perché è proprio la paura ad alimentare il terrorismo e la disumanità di quelle “persone”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here