lorde

E’ da un po’ che i riflettori non sono più puntati su Lorde, la giovane artista neozelandese salita alla ribalta nel 2013 con la superhit Royals, brano che oltre a renderla famosa in tutto il mondo le ha permesso di vincere molti premi importanti (tra cui due Grammy Awards).

L’exploit incredibile di Royals e l’ottimo seguito avuto con il terzo singolo Team hanno trascinato in vetta alle classifiche il suo album di debutto, Pure Heroine, che ad oggi ha venduto ben 6 milioni di copie in tutto il mondo. Un successo planetario il suo, culminato con la partecipazione alla colonna sonora di Mockingjay Pt.1 (penultimo capitolo della saga cinematografica di Hunger Games) con il singolo Yellow Flicker Beat e altre quattro tracce del disco. Ultima apparizione ufficiale nelle charts di Lorde è stato il singolo Magnets del duo electrohouse Disclosure, uscito nel settembre dell’anno scorso.

Da allora pochissime notizie riguardo il suo comeback, che però stando a quanto lei stessa mostra tramite il suo profilo instagram non dovrebbe essere poi così lontano. La neozelandese ha infatti postato una foto nello studio di registrazione accompagnata da una didascalia che parla chiaro: “E’ estate anche in studio”.

it’s summer in the studio too

Una foto pubblicata da Lorde (@lordemusic) in data:

Nulla di ufficiale per quanto riguarda tempistiche o genere ma, quanto meno, il ritorno in scena di una delle artiste più originali del panorama non appare più un miraggio. Per scoprire quale strada stilistica ha intrapreso la cantante bisognerà aspettare ancora; certo viene difficile pensare che già il secondo album possa discostarsi totalmente dal sound dark/electro pop introspettivo e dall’immagine ”cupa”, marchi di fabbrica che l’hanno resa riconoscibile al pubblico. Questo anche perché abbiamo visto di recente con una certa Meghan Trainor cosa succede a cambiare radicalmente immagine già al secondo disco.

I mesi scorsi erano circolate anche alcune voci secondo le quali Lorde sarebbe stata presente in un brano di Digital Distortion, imminente progetto discografico di Iggy Azalea. Notizia già smentita a marzo con rammarico dalla bionda rapper australiana che aveva così spiegato la questione:

“Ho quasi collaborato con Lorde in questo disco! Le ho inviato una canzone e non è stata terminata in tempo, collaborare con lei è ancora uno dei miei obiettivi artistici. C’è questa canzone che ho scritto per l’album e avevo bisogno di una cantante donna, lei era la mia scelta numero uno. Stava per farlo, era molto entusiasta, ma alla fine era troppo indaffarata con il suo di album. Spero comunque che possa succedere, se non in questo album, nel prossimo. Penso sia fantastica!”

Se quindi già più di quattro mesi fa Lorde era alle prese con la lavorazione delle sue canzoni, il seguito di Pure Eroine potrebbe essere più vicino di quanto sembra. Secondo voi la ragazza ha le carte in regole per duplicare il successo del debutto o questo è un obiettivo impensabile vista la precarietà della musica di oggi?

  • Moreau

    Per replicare il successo di “Pure Heroine” avrebbe bisogno di una nuova hit come lo è stata “Royals”, non so se riuscirà a crearne un’altra ma di sicuro ci proporrà un album interessante dato che ci sta anche lavorando da molto tempo e sembra abbia voluto fare le cose con calma per proporci il meglio che ha.

  • Navy_Swift

    Ho paura che non ce la farà, considerando il mercato di oggi e il fatto che praticamente per 2 anni non si sia più sentito parlare di lei
    Spero di sbagliarmi però, è un’artista di talento, aspetto il suo nuovo album e non merita di finire nel dimenticatoio…proprio lei no…

  • Thomas Barachini

    La vedo dura per Lorde. Tutto puo succedere ma é difficile che possa ripetere il successo del precedente lavoro. Spero di sbagliarmi.