Dopo averci accennato a “Peace Of Paper / Cup Of Jayzus” agli inizi di agosto, in molti si sono chiesti quale fosse il progetto di Lupe Fiasco, atteso per l’evocativa data dell’11 settembre. Sul finire di agosto, abbiamo scartato la possibilità che fosse il primo singolo dal nuovo album, dato che su Twitter Lupe aveva annunciato che esso sarebbe stato “Crack” con Chris Brown.

Avevo sperato in un mixtape, mentre alla fine è arrivato un nuovo brano. Un brano, però, da 7 minuti! In questa canzone Lupe rivendica, a ragione, un posto nel rap, in particolare nel conscious rap. Senza però pretendere di essere il migliore. Interessanti sono, su questo punto, le riflessioni su chi sia il miglior rapper. “Il più grande rapper vivo o il il più grande che è morto? […] Sono tutti morti, ma AZ è il più grande rapper sopravvissuto. Io non sono il miglior rapper… Il miglior rapper è una bugia, la vedo come Lux che il miglior rappper è un peso. […] Squilla il telefono, era Ghost[face Killah] che dice ‘Bacia il miglior rapper… Ciao’, Chris [Notorious Big, ndt] dice Common, Common dice Kweli, Talib dice ‘sono sicuro che è Mos Def-initivamente“.

lupe-peace-of-paper

Una curiosità prima di passare alla traccia: il brano non è in realtà una diss track contro Jay Z, ma da questi prende in prestito il beat di “Holy Grail” e lo rimodella a suo modo.

 

2 Commenti

  1. MITO… comunque consiglio di leggere meglio il testo. C’è un attacco a Jay-Z, soprattutto per quanto riguarda quest’ultima Era e il fatto che dovesse cambiare le regole del gioco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here