madonna-hillary-clinton

Cosa hanno in comune Madonna e la senatrice belga Tania Dervaux? No, non stiamo parlando delle origini europee… bensì di una certa tendenza allo scandalo: entrambe infatti hanno promesso sesso orale in cambio di un voto! La Ciccone, ieri sera, ha deciso di ricambiare il favore ad Amy Schumer, astro nascente della comicità femminile, presentandosi al Madison Square Garden in qualità di artista di apertura. Madonna, però, ha eliminato le vesti di cantante e si è improvvisata comica, tentando di scaldare il pubblico in attesa della collega.

Non si tratta del primo approccio alla comicità per la Regina del Pop, che già in passato avevo tentato la strada del cosiddetto “stand up” da Jimmy Fallon. Nonostante però il gelo di quella prima volta, la cantante ci ha riprovato, puntando questa volta su ciò che da sempre le riesce meglio: la provocazione.

“Se votate Hillary Clinton, vi farò un pomp***! Sono piuttosto brava. Non faccio la stronza, non sono uno strumento: mi prendo il tempo necessario, cerco tanto contatto visivo e… ingoio!”

Non è la prima volta che Madonna si schiera a favore della candidata democratica: mai però in questi termini, intendiamoci. Se da una parte il tutto potrebbe risultare accettabile poichè si trattava di uno spettacolo comico, dall’altra resta una battuta che risulta forse decisamente eccessiva.

Sicuramente l’argomento interessa, Amy Schumer Docet, ma è l’approccio che deve cambiare. Qualche giorno prima, infatti, circa 200 persone avevano abbandonato lo spettacolo della comica a causa di commenti simili. Inutile quindi dire che sono piovute critiche a non finire, delle quali la cantante però non si è curata neanche minimamente. Alla fin fine i politici dovrebbero essere votati per le loro idee, qui di tutto si sta parlando tranne che di quelle.

E voi cosa ne pensate? Madonna si è forse spinta un po’ troppo o si trattava semplicemente di una battuta che non ha incontrato il pubblico giusto?

  • Navy_Swift

    MA sta bene?

  • TheGOAT

    Madonna che fa Madonna, nulla di nuovo, non c’è fine alla bassezza. Spero che “Amy Schumer il nuovo volto della comicità” sia una presa per i fondelli.