marco-mengoni-sai-che

Marco Mengoni aveva già annunciato qualche settimana fa di essere in procinto di tornare in scena con nuova musica, specificando che lo scorso sarebbe stato l’ultimo weekend trascorso senza avere a disposizione del nuovo materiale da parte sua da ascoltare, ed effettivamente sarà così.

In attesa di poterlo rivedere in concerto nel mese di novembre (QUI per scoprire le date), Marco ha finalmente chiarito quali sono i suoi piani per i prossimi mesi, ed oltre ai concerti avremo a nostra disposizione un nuovo cofanetto fatto da due album live ed un DVD, denominato semplicemente “Marco Mengoni Live”,  in uscita il prossimo 25 novembre. Come ogni release musicale che si rispetti, pur non essendo un vero e proprio studio album anche questo nuovo cofanetto potrà contare su un singolo di lancio, in uscita proprio questo venerdì: “Sai Che”.

Il brano, che può contare sulle penne di due autori di primo piano nello scenario musicale italiano (Fortunato Zampaglione e Michele Canova Iorfida, il primo già autore di due grandi hit di Marco, “Guerriero” e “Ti Ho Voluto Bene Veramente”), si rivela come prevedibile una power ballad che aggiunge poco alla discografia di Mengoni, un pezzo che potrebbe essere cantato da mille altri, ben lontano dall’originalità e dal carisma del ragazzo che ho visto crescere sul palco di X Factor ai tempi che furono.

Di seguito il video del brano.

Purtroppo avvicinarsi progressivamente al brano melodico italiano sembra una tappa obbligata per qualunque artista italiano che riesca a raggiungere livelli molto alti di successo, e se fino alle due perle su citate Marco riusciva ad aggiungerci la sua personalità, qui siamo ben lontani da quel livello. Voi che ne pensate?

Testo

Sai che
Sono tornato a rivedere
Quel posto in cui andavamo insieme
Dove pioveva col sole

Ma no che non c’era più quella sensazione
Di gioia serena, ricordi com’era?
Che tutto splendeva
Io volevo te, tu volevi me

Eravamo davvero felici con poco
Non aveva importanza ne come ne il luogo
Senza fare i giganti e giurarsi per sempre
Ma in un modo o nell’altro sperando nel mentre

Sai che
Ho cercato un modo per dimenticare
Ma di contro c’è il mio volerti bene
Che è ancora più grande di me

E non c’è un motivo per non tornare insieme
E sembri più forte di tute le volte che
Per tutte le volte che
Io ho voluto te, tu hai voluto me

Eravamo davvero felici con poco
Non aveva importanza ne come ne il luogo
Senza fare i giganti e giurarsi per sempre
Ma in un modo o nell’altro sperando nel mentre

Aver fatto di tutto per non stare alla porta
E trovarsi da soli col poco che resta
Rifugiarsi in un luogo lontano dal mondo
Dove sembra infinito anche un solo secondo

Per un amore che resta
E del tempo che passa

E credimi lo sai che io cercavo un modo per dimenticare
Dimenticare di volere ancora bene a te
Ma non ci sono regole che puoi seguire per lasciare scorrere
È più forte di me

Eravamo davvero felici con poco
Non aveva importanza ne come ne il luogo
Senza fare i giganti e giurarsi per sempre
Ma in un modo o nell’altro sperando nel mentre

È l’amore che resta
Quando il tempo non passa
E tu resti alla porta
Con l’amore che resta

4 Commenti

  1. Marco mi delude sempre di più. Ogni album era bello perché diverso dagli altri ma da un paio di anni a questa parte è un copia copia di parole in circolo. Cambiasse produttori!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here