Forti accuse sono arrivate al produttore Mark Ronson per una delle sue più celebri hit!

Il noto musicista britannico, che negli anni è riuscito ad emergere nella scena Pop grazie alle sue indimenticabili produzioni per Christina Aguilera, Adele e (soprattutto) la compianta amica Amy Winehouse, ha rilasciato ormai quasi tre anni fa Uptown Funk, il brano più celebre della sua carriera.

Grandissima hit a livello mondiale, realizzata assieme al cantante Bruno Mars, fu acclamata dalla critica per l’originale rivisitazione del sound Funk-Boogie dei primi ’80 e viene ancora oggi riconosciuta da Billboard come la maggiore hit del decennio.

Eppure l’enorme successo ottenuto da Uptown Funk a più di qualcuno non è sceso giù.

Dopo le cause che l’artista britannico ha già affrontato negli scorsi anni, in queste ore il sito di gossip statunitense TMZ ha confermato una nuova accusa di plagio rivolta a Ronson dalla Lastrada Entertainment, compagnia musicale detentrice dei diritti dei brani di artisti quali Beyoncé, Whitney Houston e Jay Z.

Stando alle recriminazioni fatte dall’associazione, accompagnate da prove allegate all’accusa, Mark Ronson avrebbe ripreso nella sua Uptown Funk la base musicale di More Bounce to The Ounce, brano del 1980 del gruppo Funk Zapp.

La Lastrada, in particolare, ha evidenziato delle notevoli somiglianze tra quest’ultimo brano e la hit del 2015 nei primi 48 secondi, dove, secondo l’accusa, i vocalizzi che si accompagnano ai bassi sarebbero stati rubati alla track degli Zapp, citati dallo stesso Ronson come ispirazione per Uptown Funk.

L’accusa, viste le circostanze, non solo ha citato in giudizio il musicista chiedendo un risarcimento monetario cospicuo (ancora non divulgato), ma ha anche avanzato una richiesta molto invalidante per Ronson alla Sony, alla Apple e a Spotify.

Questi ultimi, per la Lastrada Entertainment, dovrebbero rendere impossibili l’acquisto o l’ascolto futuro di Uptown Funk, che ha al momento venduto 11 milioni di copie nel mondo. Non ci resta che confrontare tra di loro i brani.

Per quanto Uptown Funk possa ricordare vagamente le atmosfere del brano degli Zapp,

avanzare un’accusa di plagio sembra un po’ esagerato. Il fatto che Ronson abbia ammesso di essersi ispirato a More Bounce to The Ounce la dice lunga, senza contare che le accuse non sono neanche state rilanciate dal produttore del brano del 1980, il celebre Bootsy Collins (l’altro autore del brano, il membro degli Zapp Roger Troutman, è morto nel 1999).

Voi cosa ne pensate? Mark Ronson ha davvero copiato oppure no?

  • MUSIC is the way.

    ma dai!