mary lambert mental illness

Non sempre quando si raggiunge la fama si riesce a mantenere il proprio successo prescindendo da quello che accade nella vita privata. Quando insieme a Macklemore & Ryan Louis Mary Lambert raggiunse i primissimi posti di tutte le classifiche con la smash hit “Same Love”, noi tutti puntavamo abbastanza sulla sua carriera, pensavamo che anche in caso di un successo non fortissimo lei sarebbe comunque riuscita a pubblicare qualche album ed a restare nel giro per almeno qualche anno, e invece dopo un unico disco la ragazza è praticamente sparita dalle scene, riapparendo soltanto quest’anno con un nuovo video per una delle tracce del suo album, una mossa fatta semplicemente per dimostrare di non essere sparita, ma alla quale non è seguito nulla.

Il motivo che ha spinto l’artista ad abbandonare la scena non è certo lo scarso successo del disco, ma un grave problema di salute che la affligge ormai da 5 anni a questa parte: il disturbo bipolare. Lei stessa ce ne aveva parlato nel suo singolo rivelatore “Secret”, un brano che mette in luce tutti i dettagli dolorosi della sua vita con un’apparente leggerezza, quasi come se volesse cercare di comunicare spensieratezza e facendo passare il messaggio che nella vita non bisogna arrendersi mai. Ciononostante, il suo problema continua a darle guai serissimi, ed in particolare questa notte l’artista ha rischiato veramente grosso.

A rivelarcelo è stata lei stessa con un lungo post su facebook. Vi riportiamo la foto da lei caricata e la traduzione della didascalia:13331126_999326240153004_8222843915306745061_n

Scrissi una divertente canzone pop che iniziava col verso “i got bipolar disorder” e ho ballato in giro per il mondo durante gli ultimi 2 anni. Sento sia mio dovere legittimare certi problemi, ricordare al mondo che le persone affette da malattie mentali POSSONO avere una vita normale e salutare, possono creare canzoni pop leggere. Ma sento anche che, per onestà, devo mostrare al mondo la mia parte vulnerabile, che sta in questa foto. Dunque, è l’1:00 e questa sono io che inizio a calmarmi dopo un intenso episodio di bipolarità. In questi momenti io oscillo fra una forte ansia, paranoia, pensieri suicidi e vergogna. Ormai ho vari meccanismi per venirne fuori. La TV mi aiuta molto, e sono grata anche di avere una partner compassionevole che mi riempe di baci in questi momenti. Mi sto curando da 5 anni, e questi episodi diminuiscono progressivamente in numero ed intensità, ma purtroppo questi non sono problemi che si superano velocemente. Io non sono sempre così. Solitamente sono una persona sicura di sé, ma è proprio questo il mio problema: esisto in due spazi, contemporaneamente.

Parole strazianti quelle di Mary, che mostrano come questa malattia sia impietosa ma aprono anche uno spiraglio di speranza. Noi speriamo che lei possa stare sempre meglio e che le sue parole incoraggino chi soffre di questi problemi a rivolgersi alle persone giuste ed a farsi curare. Una malattia non deve mai essere motivo di vergogna, ma semplicemente un problema da annientare, o comunque cercare di arginare quanto più possibile. Speriamo che questo sfogo aiuti lei ed altri a stare più in pace con se stessi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here