Manager, produttore e compositore, lo svedese Max Martin ha dato vita a molte delle hit pop più famose della storia musicale degli ultimi 20 anni.

MaxMartinWithBritneyAdamKaty

 

La sua carriera svolta a fine anni novanta quando il giovane Martin collabora con la futura reginetta del pop Britney Spears. Ne esce ‘…Baby One More Time’, brano che non ha bisogno di introduzioni. La canzone fu un successo planetario in proporzioni che forse nessuno dei due avrebbe mai immaginato. Britney spianò così la strada verso la carriera che oggi conosciamo mentre il produttore iniziò a far conoscere il suo nome.

Dopo il successo con la Spears, lo svedese si chiuse in studio con la boyband più in voga del momento, i Backstreet Boys, per la registrazione dell’album ‘Millennium’, capitanato dalla memorabile ‘I Want It That Way’, una delle pietre miliari del pop anni ’90. Due hit del genere non possono essere un caso, i cantanti se ne accorsero e, a partire dal 2000, tutti iniziano a volere Max Martin.

Ad oggi Martin, come compositore, ha raggiunto la prima posizione della Billboard Hot 100 ben 21 volte (solo Paul McCartney e John Lennon lo superano). 21 volte alla 1 anche come produttore, secondo a George Martin (che però ha quasi il doppio dei suoi anni). Tanto per citare alcuni dei successi da lui prodotti: ‘My Life Would Suck Without You’ di Kelly Clarkson, ‘So What’ di Pink, ‘Shake It Off’ di Taylor Swift, ‘Dark Horse’ di Katy Perry, ‘Bang Bang’ di Jessie J, ‘Love Me Like You Do’ di Ellie Goulding… e si potrebbe davvero andare avanti per ore.

Una gallina dalle uova d’oro che i cantanti cercano per puntare alle classifiche. Oggi parliamo di questo grande talento perché gli è stato assegnato il ‘Polar Music Prize’, uno dei più importanti riconoscimenti internazionali in ambito musicale, come l’equivalente per la musica del premio Nobel.

Ad accompagnare un tale riconoscimento si aggiungono anche tante belle parole di stima da parte di grandi artisti con i quali ha collaborato nel corso della carriera. Ecco cosa hanno detto:

Britney Spears: Max è grande in studio. E’ un perfezionista, lo rispetto e lo ammiro per questo. E’ una persona meravigliosa e molto molto talentuosa.

Katy Perry: cura estremamente i dettagli quando si tratta della voce. E’ molto preciso, un po’ un capetto. Semplicemente riesce a portarmi in una dimensione nella quale canto con il cuore, senza far conto della testa.

 Adam Levine: la cosa più bella di Max è che è il più ossessionato dalla musica, ed è tutto. Non ci sono altre cose in stanza con lui, non c’è politica e non ci sono soldi.

 Pink: E’ bello essere migliore di lui in qualcosa (ride). Posso batterlo nel canto, anche se in realtà non è male neanche lì.

Justin Timberlake: penso che Max senta il canto come uno strumento. Penso sia così che dovrebbe trattarsi.

 

Di seguito il video con l’annuncio e le interviste:

2 Commenti

  1. In pratica 3/4 dei cantanti devono dire grazie a lui per il successo delle loro carriere.. incredibile che chi non si interessa un pò più attentamente come noi non sa manco chi è , io credo che il lavoro fatto negli ultimi 20 anni da questo produttore è fantastico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here