LOS ANGELES, CA - FEBRUARY 15: Singer Meghan Trainor poses in the press room at the The 58th GRAMMY Awards at Staples Center on February 15, 2016 in Los Angeles, California. (Photo by Jason LaVeris/FilmMagic)

Meghan Trainor sta ottenendo risultati davvero ottimi con il suo ultimo singolo “NO”. La canzone, chiaramente ispirata alla musica degli anni 2000 (prende un po’ dal pop alla Britney Spears ed un po’ dall’R&B delle Destiny’s Child), sta ottenendo molti consensi sia per questa felice scelta stilistica che per la pubblicità garantita dal relativo videoclip, che proprio per il modo in cui ridicolizza l’immagine della Trainor sta facendo (s)parlare di se i tabloid di tutto il mondo.

Del resto, Meghan fin dal debutto ha unito un talento ottimo ad un’immagine capace di far discutere, e seppur con caratteristiche diverse questa formula sta dimostrando di funzionare ancora molto bene. Non sappiamo ancora se a livello d’immagine l’andazzo dell’Era sarà sempre questo, ma quel che è certo è che l’artista continuerà a puntare su sound del genere ancora per un po’. Come facciamo a saperlo? Beh, basta dare un ascolto all’anteprima del prossimo singolo, “Me Too”, che con la durata di ben 1 minuto e mezzo ci rivela praticamente tutto sulla canzone!

Da quello che possiamo ascoltare, questa canzone sembra fondere lo stile musicale di inizio anni 2000 con un synth abbastanza aggressivo, uno di quelli che rubano per sé tutta la scena. Sembrerebbe dunque che l’artista voglia ispirarsi questa volta al filone synthpop di qualche anno fa mantenendo però radici più remote, il tutto per un esperimento che potrebbe però risultare un po’ azzardato e non replicare il successo del precedente singolo.

Per adesso, comunque, non possiamo fare supposizioni precise in quanto ci resta ignota più di mezza canzone. Fra qualche giorno scopriremo se Me Too ha le potenzialità per diventare una hit oppure no, voi per adesso che ne pensate?


 

Rilasciata con qualche ora d’anticipo, la canzone rispetta in tutto e per tutto l’impressione data dall’anteprima. Staremo a vedere cosa sarà in grado di fare nelle classifiche.

Rilasciato quest’oggi, il video riesce ad essere perfino più brutto del precedente. Colori fastidiosi alla vista, lei improbabile più che mai nel ruolo e francamente ostentare così la vittoria di un Grammy non è proprio il massimo. Meghan è una brava, bravissima cantante, perché deve rovinare tutto con visual del genere?

28 Commenti

  1. Ma che ha di male questo video?
    Anzi è molto meglio di NO, almeno qui è anche un po’ simpatica e si sottolinea la sua autoironia e soprattutto lei non fa impressione mentre prova a fare la bad girl XD

  2. “Colori fastidiosi” direi che è la cosa più soggettiva che si possa dire, il ruolo mi sembra perfettamente in linea con i suoi primi video, e la critica alla presenza del grammy mi sembra un pò forzata, sinceramente a me sembra un video divertente, niente di eclatante ma definirlo così brutto mi pare eccessivo

  3. e invece a me piace anche molto! è tornata alla sua solita ironia unita allo stile del video di no. Brava meghan, me too merita veramnte molto

  4. Video bruttino ma la canzone è molto carina , però continuo a preferire NO nettamente superiore e in classifica non riuscirà a fare risultati migliori del primo singolo

  5. Non mi sembra si prenda affatto sul serio invece..ma comunque nemmeno in NO, che era una chiara parodia di se stessa che voleva fare la “britney” grassa..ma come si fa a dire che si prende sul serio????? E’ così evidente che lei ci gioca sulle sue rotondità appunto per sdrammatizzarci sopra senza complessi di sorta.. Sono ben altre quelle che si prendono sul serio e che magari hanno un culo enorme e rifatto ma si sentono top model o che girano video mezze nude su un letto senza un briciolo di talento ma che si sentono tanto “good for you”!! Avete completamente perso il senso di cosa sia una parodia e cosa no.

  6. preferisco questo video perche mi è sembra si prenda meno sul serio rispetto a “NO”. La canzone anche è da prendere con ironiae scherzo, tratti tipici di Meghan…in generale ho preferito la prima parte rispetto l’ultima del video…comunque nulla di speciale…

  7. Ho già ascoltato tutto l’album perchè è in esclusiva apple music e ci sono alcune canzoni molto carine come kindly calm me down, woman up, i won’t let you down, dance like yo daddy ed è molto ben equilibrato tra down tempo e uptempo! i singoli promozionali sono stati scelti male , per me sono le canzoni peggiori perchè il meglio è proprio nella seconda parte dell’album! Chaampagne problems è una scoperta perchè ha influenze house alla i took a pill in ibiza diciamo, quindi diversa dal suo repertorio ma sempre nel suo stile. La ballad hopeless romantic è bella e anche thank you con gli r. city. In generale è un’evoluzione rispetto al primo album pur non rinnegando il suo stile identificativo . Io gli do un 7 e mezzo

  8. Buona la scelta di un singolo del genere prima dell’estate e per attirare le attenzioni su di lei poco prima dell’uscita dell’album! Secondo me nel giro di una settimana uscirà anche il video ufficiale. NO credo che ormai abbia fatto abbastanza…serviva qualcosa di nuovo da promuovere!

  9. Mi piace davvero tanto , devo dire che questa nuova Meghan mi sta piacendo anche se non credo otterrà risultati maggiori di NO. Per me ha sbagliato a rilasciarla così presto , NO può fare ancora molto in classifica ..

  10. Davvero bella! Però penso cha avrebbe avuto più senso estrarre il secondo singolo 1 o 2 settimane dopo l’uscita del disco per sostenerlo, dato che di canzoni ne aveva già svelate abbastanza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here