HH

Partito da “artista fallito” come era stato definito dal suo mentore, Michele Bravi, vincitore della settima stagione di X Factor Italia, è riuscito a pubblicare il 2 ottobre un nuovo EP con brani inediti, I Hate Music, un capolavoro alternativo e non convenzionale per un artista nostrano che è riusciti a stupire critica e pubblico per via del cambio così veloce di vesti muicali. Particolare sia scelta di cantare in inglese che il genere pop-rock e alternative rock piuttosto che un sempliciotto pop puro.

Dopo il primo singolo estratto, “The Days”, perla dell’alternative italiano rimasta chiusa nella sua ostrica, Michele ci riprova con un nuovo brano dalle sonorità pop-rock che a tratti ricorda alcune canzoni di un’altra giovanissima star emergente americana, Bea Miller, anche lei partecipante di un’edizione di X Factor, più precisamente la seconda di X Factor USA sotto l’importante aiuto di Britney Spears.

Il brano in questione è “Sweet Suicide” al quale è stato accompagnato proprio oggi un video musicale, visibile sul canale VEVO ufficiale dell’artista. Il video è originale come la sua fatica discografica ma a tratti già visto.

Alcuni personaggi e ambienti infatti odorano di visto e rivisto dalla testa ai piedi: il personaggio del nerd che riesce a diventare popolare, personificato da lui stesso, è simile a quello interpretato da Katy Perry nel music video di “Last Friday Night”, e anche l’ambiente sembra già visto: la discoteca è difatti molto simile a quella di “Alfonso Signorini (Eroe Nazionale)” del rapper italiano Fedez.

È originale invece il personaggio principale, che ha istinti suicidi: in molte occasioni e in svariati modi egli prova a uccidersi, ma ogni volta fallisce perché fermato da qualcosa o qualcuno facendo terminare la scena in modo esilarante.

Michele, oltre ad interpretare il protagonista, interpreta altri due personaggi: il bullo della situazione e una donna anziana che abita al piano superiore della discoteca frequentata da gente di tutti i tipi. Le abilità dell’interprete come attore sono un po’ carenti, per fortuna che ha scelto di fare il cantante!

Voi che ne pensate? Vi piacciono la canzone e il video? 

7 Commenti

  1. A me è piaciuto,sia il brano che il video. E’ un pò visto e stravisto,il tema del nerd poveraccio che nessuno si calcola e poi diventata popolare,però è stato sviluppato in modo abbastanza originale.
    Mi sono persa la storia dell’artista fallito,che è successo?

    • Morgan ha detto a Michele tramite un post su Facebook che è un artista fallito e che deve smetterla di fare video penosi su youtube o altrimenti decidere se fare il cantante o lo youtuber.
      Insomma tutta questa storia è venuta fuori, come avrai capito, per colpa del secondo canale di Michele dove posta più che altro video d’intrattenimento e non unicamente cover o brani inediti.

  2. A mio parere, lui è il peggior cantante uscito da X factor Italia assieme a Fragola, e generalmente quelli usciti da questo talent non mi dispiacciono, anzi, nell’edizione di quest’anno in particolare ne abbiamo avuti diversi veramente bravi e dagli stili innovativi.
    Su questa Sweet Suicide non c’è nemmeno bisogno di far paragoni dal momento che la sua musica é una musica di basso livello, e anche la canzone (oltre che il video) seppur da una melodia apparentemente avvincente, è un qualcosa di già visto e rivisto, di banale e di piatto.

    • Rispetto pienamente la tua opinione ma non mi trovo d’accordo con tutto quello che hai detto. Michele, che io ho avuto la fortuna di conoscerlo se pur per poco, mi è sembra un personaggio molto umile e poco costruito. La sua musica potrà non essere nuovissima nel mondo ma in Italia dajè se è innovativa! Sono d’accordo sul fatto che in questa stagione ci siano cantanti molto bravi e innovativi ma gli inediti sono particolarmente scialbi e a tratti smorti.

      • Sì che sia umile e non montato su (come invece mi é apparso Fragola) lo penso anche io. L’innovazione non la vedo più per il fatto che non ho identificato il suo vero e proprio stile, poi però ha comunque un timbro particolarissimo.
        Quanto agli inediti di quest’anno, a eccezione di Giosada, a me sembrano tutti dei validissimi pezzi, e quello dei Moseek mi piace particolarmente, nonostante la leader abbia una voce limitata quando lo canta live

      • A me invece no, proprio i Moseek (e Enrica), che erano i miei preferiti, mi hanno deluso particolarmente con un inedito che non brilla poi la ripetitività è una cosa insopportabile. E quello che mi è sembrata meno peggio è proprio quella di Giosada. Più che altro ho apprezzato il fatto che se li siano scritti da soli, come è successo l’anno scorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here