La musica, si sa, la selezioniamo anche in base a quello che viviamo, alle condizioni in cui siamo posti, agli stimoli esterni. E’ per questo che d’estate prediligiamo quasi sempre le up tempo e d’inverno quasi sempre le ballad, per questo quando siamo tristi preferiamo canzoni riflessive e quando siamo felici canzoni leggere. Ebbene, in questo momento sono riuscito a trovare la canzone che esattamente combacia con la mia situazione attuale.

Ad interpretarla non è una grande star, ma una ragazzina di soli 16 anni che possiede però tutte le carte in regola per poter fare musica.

Ah, ma che sbadato! In effetti per fare musica di carte in regola bisogna averne una: essere artisti. Questo ci sfugge quando lasciamo che certi nomi arrivino alla no.1, ma ce lo ricordiamo quando ci troviamo davanti a voci delicate e romantiche come quelle di Billie Martern.Billie Martern

Questa ragazzina dallo strumento vocale così delicato debutta in tutta la sua soavità con “Bird”, una canzone a dir poco idilliaca in cui questo timbro così amorevole si adagia educatamente su una base ancora più soffusa, costituita principalmente da violini che generano un’atmosfera di pace e serenità che ci avvolge.

La dolcezza è l’ingrediente principale di questa canzone, la quale lavora su di noi attraverso le emozioni e riesce così a conquistarsi un pezzo di noi. Chissà se un giorno potremo sentirla in radio… nel frattempo nessuno ci impedisce di goderne privatamente.