nick-jonas-under-you-vid-2016-billboard-1548

Come sempre, a pochi giorni dalla pubblicazione del nuovo album di Nick Jonas, “Last Year Was Complicaded”, i guru musicali iniziano già a dare il loro responso sul bottino con cui il disco dovrebbe debuttare nello scenario discografico statunitense. Considerando che già il precedente disco, pur essendo supportato da hit davvero molto forti, non era stato un successo di vendite, nessuno si aspettava granché dai risultati di questo disco, il cui lead single “Close” sta ottenendo si un successo buono, ma nulla di paragonabile ai risultati di “Jealous” o “Chains”, tuttavia le cifre indicate dagli esperti lasciano davvero con l’amaro in bocca.

Stando alle previsioni ufficiali, nella prima settimana Nick dovrebbe ottenere un bottino di 42-47k, cifre che saliranno leggermente grazie allo streaming ed ai download convertiti del singolo, arrivando al comunque misero traguardo di 52-57k. Si tratta di numeri veramente infinitesimali, una manciata di unità che una decina di anni fa non sarebbero state piazzate nemmeno da un artista di nicchia, ma nel contempo un risultato sempre più comune oggi fra artisti posti al centro delle attenzioni mediatiche.

Nel caso di Nick, a noi dispiace molto di questi magri risultati, e ci chiediamo se forse quello di costruire un’immagine così sfacciatamente sexy e gay friendly abbia aiutato davvero questo ragazzo a divenire credibile come artista, soprattutto se consideriamo quanto il suo modo di porsi rigido e spesso impacciato renda poco credibile il suo personaggio.

Purtroppo, le scelte d’immagine prese finora da Nick hanno penalizzato non poco la sua arte, molto diversa rispetto a quello a cui è abituato il tipo di pubblico a cui la sua immagine si rivolge. A loro volta, le persone che potrebbero invece apprezzare la musica di Nick lo snobbano proprio per il suo modo di porsi, e questo circolo vizioso sembrerebbe danneggiare non poco la sua carriera. Vedremo come sarà gestita questa situazione.