Se c’è una cosa che ormai sappiamo su Nicki Minaj è che la star dell’hip hop riesce sempre a scatenare delle polemiche, a volte volutamente… a volte meno. L’ultima occasione che ha dato adito a polemiche è stato l’unimo concerto della femmcee, la quale ha eseguito un concerto privato di cui ha potuto godere un personaggio molto sinistro: sto parlando di Jose Eduardo dos Santos, presidente dell’Angola.

Sebbene il suo titolo ufficiale sia appunto quello di presidente, il realtà questa figura rappresenta un vero e proprio dittatore: a 73 anni, l’uomo governa ininterrottamente dal 1979 (36 anni!), e durante il suo infinito mandato ha stabilito un vero regno del terrore in cui ogni avversario politico è stato eliminato, il tutto mentre il suo già cospicuo patrimonio economico si arricchiva sempre di più.1401x788-5969_TR_RS_MINAJ_MANSON_01_129_V3_cmyk

Per questa ragione, le varie associazioni umanitarie hanno iniziato a polemizzare ed inveire contro la rapper, rea di essersi esibita per un vero e proprio criminale, incurante del suo terribile trascorso e di tutto il dolore che ha causato in quasi quarant’anni di incontrastato dominio. Questa non è la prima volta che una popstar americana viene investita da polemiche del genere, per cui vedremo quale sarà la reazione dell’artista e se cercherà in qualche modo di scusarsi.

Dal nostro punto di vista, riteniamo che non sia stato certo un bel gesto esibirsi per una personalità del genere ed accettare del denaro sporco “guadagnato” grazie a terribili attività criminali, ma probabilmente la Minaj non sa tutto ciò che ci sarebbe da sapere su Santos, o almeno questo è quello che preferiamo pensare. Che dire, invece di continuare a gridare “put*ane, studiate” ai concerti, la Minaj avrebbe bisogno di studiare lei in prima persona un po’ di storia moderna.

17 Commenti

  1. Possiamo criticarla e giudicarla quanto vogliamo ma qualunque artista al suo posto faceva lo stesso.
    E poi sinceramente credo che nessun artista si preoccupi o conosca la situazione politica dell’Angola.
    Comunque critiche dove? Lei è stata accolta benissimo dal paese, ha pubblicato anche dei video su instagram molto belli.

    • Critiche dalle associazioni umanitarie, mi sembra ovvio che nel paese la accolgono benissimo. Non sono state criticate le esibizioni ma il gesto. E il fatto che non la conoscano non vuol dire che prima di andarci non dovrebbero informarsi, non credi?

      • In teoria dovrebbe essere così, ma in pratica nessuno (o quasi) lo fa. Io sinceramente ammetto che se fossi un artista famoso non mi metterei a studiare la storia di ogni singolo luogo in cui vado, non mi piaceva studiare la mia figuriamoci quella degli altri paesi Lol.

  2. Parto dicendo che non lo trovo un bel gesto, ma voglio spezzare un paio di lance in favore di Nicki. Probabilmente le è stato chiesto di esibirsi per il presidente dell’Agora senza appunto sapere il suo passato (adesso, non ditemi che tutti sanno in che situazione sta L’Agora da 40 anni). Possiamo poi dire che lui avrà rovinato un’intero stato, ma molti altri paesi fanno lo stesso, pensiamo alle guerre causate dagli USA, dalla corruzione Italiana giusto per citarne alcune… Nessuno si dovrebbe esibire per nessuno praticamente. Ma ripeto, non giustifico lei che si sarebbe potuta informare di più visto i suoi punti di vista

    • D’altronde abbiamo avuto un primo ministro e quindi un’intera nazione amica di Gheddafi quando si sapevano già i suoi trascorsi e dopo è stato fatto fuori. Adesso, con l’arrivo dell’ISIS, in molti lo stanno rimpangendo.
      Chi ci ha mai capito qualcosa? O meglio, ce l’hanno fatta mai capire?

    • Dobbiamo considerare che un conto è esibirsi in stati democratici dove ad assistere al concerto c’è gente che decide di pagare un biglietto, indipendentemente dalla politica estera attuata dal governo di quel paese, un conto è esibirsi direttamente per i dittatori di un paese che ti pagano profumatamente con soldi derivanti da anni di soprusi e violenze. E poi credo che nel momento in cui un personaggio mi offre un ingaggio dovrei informarmi su chi è come minimo.

      • Io mi riferivo a capi di stato generali… Sarebbe stato poi così diverso esibirsi per Putin che limita ogni tipo di diritto? O per Obama che ha guerre in 3/4 del globo?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here