norah-jones4c

Vi avevamo presentato circa due mesi il primo singolo, ossia “Carry On” (Qui per ascoltarlo e vedere il video ufficiale) e adesso, in questi giorni, è finalmente uscito il nuovo album di Norah Jones. Il disco si intitola “Day Breaks” e rappresenta il sesto lavoro di inediti per la cantante americana. Uscito a distanza di ben 4 anni dal predecessore “Little Broken Hearts”, l’album contiene 12 tracce (di cui 3 cover).

Il progetto riporta esattamente la Jones agli inizi di carriera, soprattutto per le sonorità utilizzate. Come lei stessa ha affermato:

“Questo album è una sorta di cerchio. Dopo il primo disco, mi sono allontanata dal pianoforte. Ero più ispirata a scrivere suonando la chitarra. Ho invece amato suonare il piano durante le registrazioni di questo cd”

Il processo di creazione è stato piacevole per lei e quasi terapeutico. Norah, in più interviste, ha infatti dichiarato come si sia sentita travolta dal successo dei primi dischi, arrivando anche a pensare di smettere.

“Sono motivata soltanto dal divertirmi con ciò che faccio. Ricordo una volta in cui sedevo nel mia camera in hotel con il mio vecchio manager e pensavo “Come mi diverto facendo questo? Perchè sono vicina a dire: vaffan***o, addio”. Io non volevo apparire sulle copertine delle riviste o vendere cosmetici. Non giudico chi lo fa ma io mi occupo solo di musica”

Diversi sono i nomi di fama del mondo jazz che hanno collaborato con lei, tra questi troviamo i musicisti Brian Blade, Lonnie Smith e il sassofonista Wayne Shorter. Ad ispirare la Jones è stata la musica jazz degli anni ’60, in particolare la versione di “Compared To What” del trio Les McCann del 1969. Il disco, al momento, ha ricevuto grandi complimenti dalla critica, con una votazione media di 81/100 e debutterà in top 10 negli Stati Uniti.

Vi postiamo di seguito lo streaming del disco:

  • Lo sto ascoltando, mi sembra un bel disco (ideale per l’accompagnamento). Poi me lo ascolterò leggendo i testi:p