635780861986732499-479066762-74187480

Ospite a casa di Gwen Stefani, Pharrell Williams, Blake Shelton e Adam Levine, Ellie Goulding ha infuocato lo studio della nona stagione di The Voice USA con l’esibizione del lead single della sua ultima era discografica, Delirium.

Il brano in questione, “On My Mind“, singolo electro-pop con influenze R&B che si discosta fin troppo dai precedenti lavori della cantante e che per questo ha fatto storcere il naso a molti fans affezionati alla “vecchia” Ellie, in realtà sta ottenendo numeri abbastanza buoni, ed ha appena conseguito proprio qualche giorno fa la certificazione platinum in USA.

Per quanto riguarda l’album, non ci troviamo di fronte ad un successone. Anche se ha avuto il miglior debutto in territorio americano, ha avuto il peggiore nella sua patria, il Regno Unito. Anche mondialmente non sta facendo faville, dopo un lodabile e speranzoso peak alla no.3 nella prima settimana l’LP è scivolato verso il basso infatti questa settimana, la terza, si trova alla 26.

L’esibizione a The Voice USA, svoltasi ieri 7 settembre, è stata abbastanza soddisfacente dal punto di vista vocale, anche se come sappiamo il pezzo non presenta difficoltà tecniche, molto bella la scenografia, che sembra ispirarsi al tema spaziale, ma forse fin troppo elaborata per una ragazza alla ricerca della semplicità soprattutto nell’outfit, che non sono mai molto ricercati.

La nota dolente è una sola: l’outfit appunto che, nonostante la semplicità, la fa apparire più vecchia di quel che realmente è (chi guardando questa esibizione direbbe che è solamente una ventottenne?).

Particolarmente buono il bridge della canzone che ha messo in luce le capacità vocali della bellissima cantante, facendola azzeccare tutte le note.

La presenza scenica è decisamente migliorabile, da lodare il fatto che Ellie riesca ad interagire con i fan, cosa da nulla ma che non tutti fanno: nell’ultimo ritornello si getta nella folla urlante che tenta di trascinarla in modo che si ritrovi vicino a loro.

Assolutamente da dimenticare il modo in cui l’interprete si muove sul palco soprattutto nel ritornello quando si finge “ballerina” ed improvvisa quattro passi di danza inguardabili.

Che ne pensate? Vi è piaciuta l’esibizione?


 

Eseguita un’esibizione anche da The Voice Olanda.

8 Commenti

  1. Delirium sta andando oggettivamente vale, visti i numeri di Halcyon e soprattutto il successo stratosferico di LMLYD, con la conseguente sovraesposizione di cui ha beneficiato in questo anno la Goulding, credo che attaccarsi alle singole posizioni in classifiche e tante altre giustificazioni serva a poco, da lei e Delirium ci aspettava BEN ALTRO. E non parlo da hater ma da fan deluso; che le serva da lezione. Il senso di continuare a promuovere OMM poi, dopo 4 mesi dall’uscita? PASSA OLTRE ELLIE!

  2. voce scarsa , vestiti da vecchietta , mossette imbarazzanti. questa sarà ricordata la peggiore performance della carriera di ellie goulding

    • Forse la peggiore no, forse tra il meglio del peggio. L’esibizione peggiore è e rimarrà quella agli EMA 2015 con “Love Me Like You Do”

    • Infatti… Non è molto alto, basta pensare che Halcyon che ha occupato la prima posizione per più settimane (non consecutive) mentre Delirium non ha mai toccato la vetta.

      • La mia era una precisazione riguardo al dato riportato che era sbagliato . Comunque visto che ci siamo, penso si dovrebbe fare un analisi piu approfondita per scrivere un articolo in generale. Qui si parla delle vendite basse e peggior debutto ecc.
        Le vendite di Delirium sono in linea con i precedenti debutti (sulle 30K). Anzi nonostante in classifica risulti il suo debutto peggiore a livello di vendite risulta il suo debutto migliore con 38K copie (Lights debutto con 36K mentre Halcyon con 33K)
        Inoltre Halcyon ha raggiunto la vetta della UK chart dopo un anno dalla pubblicazione, trainato dal singolo Burn.
        Ora nelle settimane a livello di classifica i numeri di Delirium sembrano bassi ma le vendite, essendo un periodo natalizio, sono abbastanza alte ( #22 posizione sta tra le 15 e le 18 mila copie). Certo ci si aspettava numeri piu alti in seguito al successo di Halcyon, ma alla fine Ellie Goulding non ha mai fatto numeroni astronomici di botto ma li ha sempre distribuiti su lunghi periodi con i due album, entrambi molto longevi ed a grandi linee costanti con le vendite. Scusa il poema ma sono alcune libere precisazioni

      • Quello che volevamo specificare era la non continuità nelle vendite (mondialmente 3 – 18 – 26). Giustissime le tue osservazioni ma comunque Halcyon debuttò alla 2 per poi andare alla 7 e rimanendo costante tra quelle posizioni e la 26 fino alla riedizione Halcyon Days, a metà 2013, che portò l’album dalla 26 fino alla vetta.

      • oddio non fraintedermi, non voglio ne accollarmi e nemmeno fare polemiche da bimbominchia, ma la chart run di halcyon i primi 2 mesi in UK andava decisamente peggio:

        2. 33,425
        7. 11,082
        19. ~ 6,500
        37. ~ 5,200
        33. ~ 6,400
        40. ~ 5,500
        40. ~ 7,000
        52. ~ 6,000

        Non si puo prendere come parametro la sola posizione in classifica perchè è un dato troppo variabile nel corso dell’anno.
        Comunque si su una cosa siamo d’accordo, date le vendite di provenienza e dato il nome che nel frattempo si è creata le vendite sono un po’ sotto le aspettavi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here