In queste ultime ore sono diversi gli artisti che si sono recati presso determinati show televisivi per proporre delle performance live. In particolare, in questo post vorremmo soffermarci sulle ultime performance di Gwen Stefani, Sia e 5 Seconds of Summer.gwen-stefani-the-voice

Iniziamo da Gwen. La diva e giudice di The Voice si è esibita proprio presso il talent con il suo ultimo singolo “Used to Love You”, del quale ha proposto la performance migliore tra tutte quelle eseguite finora.

Davvero tutto è stato perfetto durante questa esibizione: vocalità ottima sul piano tecnico, interpretazione da 10 in lode con cui la cantante è riuscita a comunicare tutte le emozioni racchiuse nel testo, look meravigliosamente bello supportato da un carisma da vera popstar che le ha permesso di arrivare al cuore del pubblico anche a livello visivo ed una scenografia semplice ma assolutamente perfetta per il brano. Quest’ultimo dettaglio, come ogni ciliegina sulla torta, è bastato per trasformare questa performance in un vero capolavoro.

Passiamo ora a Sia, la quale ha scelto di esibirsi con la sua “Alive” presso lo show televisivo in cui ai tempi di “Chandelier” mostrò per la prima volta al mondo il suo modo di intendere una performance: quello di Ellen Degerenes.

Questa volta l’escamotage per non farsi vedere in volto è stato quello di cantare con addosso un telo nero, mentre ad occuparsi della parte scenica della performance è stata chiamata (che novità!) la giovanissima ballerina Maddie Ziegler.

Sia ha eseguito una performance vocale abbastanza buona nelle strofe ma parecchio deludente nei ritornelli, proponendo nel complesso un’esecuzione indietro anni luce rispetto a quella della studio version. Bravissima invece Maddie, che è riuscita come sempre a ballare e recitare contemporaneamente facendo un lavoro a dir poco magnifico. Se per “Alive” Sia proprio voleva creare un video identico a quello di “Chandelier”, non poteva chiamare di nuovo lei?

Concludiamo il post con i 5 Seconds of Summer, i quali hanno portato il loro ultimo singolo “Hey Everybody” da James Corden. La canzone continua a non convincerci molto, tuttavia i ragazzi sono riusciti a proporre una performance solida, convincente ed energica, dimostrando di possedere la stoffa per conservare negli anni il loro successo.

 

6 Commenti

  1. A me la performance vocale di Sia è sembrata molto precisa, ha solamente cambiato il ritornello finale, ma è fatto volontariamente. Il non vedere l’artista porta concentrarsi solo sulla voce e quindi ogni minima modifica rispetto alla studio version si nota come cosa negativa! E’ il resto comunque che ha stufato: non vuoi far vedere la faccia? Bene stai a casa tua allora!

  2. molto brava gwe stefani. Ma a me è sembrata molto brava anche sia. Detto ciò penso che per far di nuovo crescere l’attenzione verso di se sia dovrebbe tornare a mostrarsi, magari con le maschere utilizzate nella copertina. Trovo ridicolo doversi nascondere

  3. Sia ha proposto una performance stupefacente. Il ritorno con Maddie grandioso, insieme sono una garanzia e ne è la prova la coreografia (insieme alla sceneggiatura). Il video ufficiale è nulla in confronto. Peccato per il minuto 3.34 circa dove le si “spezza” (?) la voce

  4. 5SOS sono davvero coinvolgenti, ottima la scelta di “affrancarsi” un po’ dall’immaginario della boyband classica alla 1D, questa svolta rockeggiante alla Green Day funziona molto bene e probabilmente gli permetterà di restare a galla maggiormente rispetto a quanto avrebbero fatto come “vice-1D”.

  5. Gwen Stefani è stata intensissima e bravissima ma la coreografia ha contribuito molto nella riuscita dell’esibizione.
    Sia credo abbia un timbro molto bello e particolare, ma live è scadentissima… già il fatto che si copra ogni volta lo trovo stancante, ma poi essendo ferma e rilassata non capisco come possa uscire una voce così affaticata…
    Mentre la canzone dei 5sos a me piace, ma questa performance, seppure energica, non mi convince

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here