Non sempre i detti vanno presi alla lettera. Se è vero che “squadra che vince non si cambia”, è vero anche che nel mondo della musica serve un po’ di originalità, sapersi destreggiare tra canzoni di tutti i tipi conservano però sempre uno stile distintivo, qualcosa che ti permetta di far capire al pubblico che sei tu a cantare anche prima di leggere il tuo nome.

Purtroppo non tutti capiscono che per essere delle popstar di successo servono questi elementi, e così molto spesso chi ottiene un grande successo all’improvviso cerca di ripeterlo rilasciando nell’immediato un altro singolo praticamente identico al precedente, credendo così di riuscire in questo modo ad ottenere un’altra grande hit.

Tuttavia questo è un ragionamento sbagliatissimo, e spesso il secondo singolo-autoplagio si rivela un grosso flop e condanna l’interprete ad essere uno One Hit Wonder. Ora, noi non possiamo prevedere il futuro, tuttavia qualcosa ci suggerisce che questo sia il destino di Omi.Omi-Hulahoop-2015-1400x1400

Come sapete, il cantante è passato in un attimo dalle stalle alle stelle passando dall’anonimato alla no.1 in numerosissimi  paesi con la sua “Cheerleader” e così, a poche ora dall’annuncio della release del suo album “Me 4 U”, ha rilasciato il secondo estratto dall’album. Il pezzo si intitola “Hula Hoop” e, come volevasi dimostrare, si è rivelato come la brutta copia della sua precedente hit.

La struttura è praticamente identica, perfino le note sembrano le stesse, e tutto ciò che cambia è una piccola differenza nell’atmosfera (più cupa qui) ed un tempo più lento. Personalmente ho apprezzato abbastanza la canzone precedente, tuttavia proprio non riesco a sopportare chi genera cloni del genere.

Vi posto di seguito il file audio, che ne dite?

Rilasciato anche il videoclip

36 Commenti

  1. Dove lo sentite che è uguale a Cheerleader? Ha sonorità simili, ma si somigliano tanto quanto Timber somiglia a Die Young. Piuttosto, capisco questo atteggiamento da parte dei nuovi artisti che cercano di sfondare (che voi criticate), ma critico molto quelli che pur vendendo a palate ripropongono la stessa roba a oltranza. So parlando di Enrique Iglesias che con questa “tecnica fallimentare” son due anni che ci fracassa i maroni.

  2. Dove lo sentite che è uguale a Cheerleader? Ha sonorità simili, ma si somigliano tanto quanto Timber somiglia a Die Young. Piuttosto, capisco questo atteggiamento da parte dei nuovi artisti che cercano di sfondare (che voi criticate), ma critico molto quelli che pur vendendo a palate ripropongono la stessa roba a oltranza. So parlando di Enrique Iglesias che con questa “tecnica fallimentare” son due anni che ci fracassa i maroni.

  3. Dove lo sentite che è uguale a Cheerleader? Ha sonorità simili, ma si somigliano tanto quanto Timber somiglia a Die Young. Piuttosto, capisco questo atteggiamento da parte dei nuovi artisti che cercano di sfondare (che voi criticate), ma critico molto quelli che pur vendendo a palate ripropongono la stessa roba a oltranza. So parlando di Enrique Iglesias che con questa “tecnica fallimentare” son due anni che ci fracassa i maroni.

  4. A settembre con una canzone che dovrebbe durare in autunno con un video al mare con le solite fighette? Meglio quello di Cheerleader (quello originale però)

    • Anche io non penso che Omi abbia grandi opportunità soprattutto se, come dimostrato in questi singoli, si affida a generi di moda dal destino già segnato. Personalmente non mi è piaciuta Cheerleader e non mi piace neanche questa nuova canzone. In ogni caso credo non si possa minimamente paragonare a Mr. Probz, che a mio vedere è di un altro livello (basta ascoltare l’album “The Treatment” e “Nothing Really Matters” che anticipa il nuovo progetto). Stesso discorso per Asaf Avidan portato al successo dal remix di Wankelmut alla sua “One Day” ma con indiscutibili doti canore, certamente una spanna sopra Omi.

      • Sii Mr.Probz è molto superiore, e comunque è abbastanza richiesto negli ambienti electro house. Anche Asaf Avidan è superiore, ma ha avuto un destino più crudele di Mr.Probz e più paragonabile a quanto succede per Omi.

      • Sii Mr.Probz è molto superiore, e comunque è abbastanza richiesto negli ambienti electro house. Anche Asaf Avidan è superiore, ma ha avuto un destino più crudele di Mr.Probz e più paragonabile a quanto succede per Omi.

      • Sii Mr.Probz è molto superiore, e comunque è abbastanza richiesto negli ambienti electro house. Anche Asaf Avidan è superiore, ma ha avuto un destino più crudele di Mr.Probz e più paragonabile a quanto succede per Omi.

  5. Non è uguale a cheerleader . Anzi, ma state bene con la testa ? Sarà solo xké vengono utilizzati gli stessi strumenti niente di +

    • A me “AATB” e “lips are movin” non sembrano tanto simile, lips are movin è molto più ritmato e veloce come brano, alche il modo di cantare cambia……

      • “You know I’m all about that bass bass bass bass->” “you’re lips are moving and u blah blah blah eh”; hanno lo stesso ritmo incalzante, sono pressoché identiche. Semplicemente sono entrambe belle.

  6. a me sembra diversa da cheerleader non so che problemi vi fate, forse si può notare la somiglianza nei suoni ma vabbè…poi questa è anche meglio perchè si sente di più la sua voce..

    • effettivamente a me cheerleeder non è mai piaciuta ma questa è di gran lunga migliore! Alla fine anche britney (baby one more time e oops i did it again) si è autoplagiata:)

      • La cosa che odio di più poi è quando si mettono in testa che una canzone ti debba piacere per forza e la mettono mille volte in radio tanto che a un certo punto preferisci non sentirla proprio più!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here