Lo storico gruppo hip-hop dei Public Enemy ha rilasciato su CD il 6 novembre il dodicesimo album “The evil empire of Everything”, che è passato quasi del tutto inosservato. Se da un lato è vero che la promozione fatta è stata scarsa, d’altro canto è difficile che ci si possa dimenticare del nuovo album di uno dei più importanti gruppi della storia dell’hip-hop. Un album che, tra le tante cose, è stato accolto molto positivamente dalla critica.

Il primo singolo estratto da questo album è “Everything”, una traccia molto soul che si avvale del sassofono di Gerald Albright e della voce della poco conosciuta artista Sheila Brody. La canzone va in controtendenza con l’hip-hop dominante oggi e Chuck D è fiero di cantare di non avere super-macchine, gioielli, jet privati, roba costosa e milioni di folowers o contatti Facebook. La cosa che unicamente importa al cantante è “the real Hip-Hop”, di cui sicuramente il gruppo si può vantare.

E molto “ordinario” è anche il video, affidato a David Snyder. Scene di gente comune e di vita di tutti i giorni accompagnano una fantastica traccia da ascoltare e riascoltare.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here