omg-rihanna-gif

Ieri ha preso il via la più tormentata e difficoltosa Era discografica della cantante barbadiana Rihanna. Il suo primo singolo “Work” è già stato rilasciato in tutti gli store online, mentre l’album “Anti” è disponibile solo su Tidal e domani dovrebbe arrivare sui vari iTunes & Co.

Rihanna-Work-2016-1280x1280

Mentre per l’album non si possono che ipotizzare basse vendite vista la gestione confusionaria e pessima, per il singolo le aspettative son ben più rosee. “Work” ft Drake domina su iTunes in 70 paesi tra cui i più importanti come , come USA, UK, Australia, Francia, Germania, Italia e tanti altri. In a lcuni Stati sono presenti in classifica due versioni del brano, per cui la canzone appare due volte, come per esempio negli USA dove è alla 1 e alla 38.

Il nome Rihanna è ancora molto forte, guardate qui che roba:

#1 United States
#1 United Kingdom
#1 Anguilla
#1 Antigua and Barbuda
#1 Argentina
#1 Australia
#1 Austria
#1 Barbados
#1 Belarus
#1 Belgium
#1 Belize
#1 Bermuda
#1 Brazil
#1 British Virgin Islands
#1 Bulgaria
#1 Cambodia
#1 Canada
#1 Cayman Islands
#1 Chile
#1 Colombia
#1 Costa Rica
#1 Cyprus
#1 Czech Republic
#1 Denmark
#1 Dominica
#1 Dominican Republic
#1 Ecuador
#1 Egypt
#1 El Salvador
#1 Estonia
#1 Fiji
#1 Finland
#1 France
#1 #1 United States
#1 United Kingdom
#1 Anguilla
#1 Antigua and Barbuda
#1 Argentina
#1 Australia
#1 Austria
#1 Barbados
#1 Belarus
#1 Belgium
#1 Belize
#1 Bermuda
#1 Brazil
#1 British Virgin Islands
#1 Bulgaria
#1 Cambodia
#1 Canada
#1 Cayman Islands
#1 Chile
#1 Colombia
#1 Costa Rica
#1 Cyprus
#1 Czech Republic
#1 Denmark
#1 Dominica
#1 Dominican Republic
#1 Ecuador
#1 Egypt
#1 El Salvador
#1 Estonia
#1 Fiji
#1 Finland
#1 France
#1 Germany
#1 Ghana
#1 Greece
#1 Grenada
#1 Honduras
#1 Ireland
#1 Israel
#1 Italy
#1 Kenya
#1 Lebanon
#1 Luxembourg
#1 Macau
#1 Mexico
#1 Moldova
#1 Mozambique
#1 Namibia
#1 Netherlands

#1 New Zealand
#1 Niger
#1 Nigeria
#1 Norway
#1 Oman
#1 Panama
#1 Papua New Guinea
#1 Peru
#1 Philippines
#1 Poland
#1 Portugal
#1 Qatar
#1 Romania
#1 Saint Kitts and Nevis
#1 Saudi Arabia
#1 Singapore
#1 Slovakia
#1 South Africa
#1 Spain
#1 Sweden
#1 Taiwan
#1 The Bahamas
#1 Trinidad and Tobago
#1 Turkey
#1 Uganda
#1 United Arab Emirates
#1 Vietnam
#1 Zimbabwe
#2 Armenia
#2 Azerbaijan
#2 Hong Kong
#2 Kazakhstan
#2 Malaysia
#2 Malta
#2 Slovenia
#2 Switzerland
#2 Thailand
#2 Ukraine
#3 Botswana
#3 Hungary
#3 Russia
#3 Turkey
#5 Uzbekistan
#7 India
#7 Jordan
#9 Malaysia
#12 Russia
#14 Indonesia
#18 Indonesia
#21 Sri Lanka
#22 Nicaragua
#23 Japan
#24 Lithuania
#27 Mauritius
#28 Barbados
#36 Bahrain
#36 Canada
#38 United States
#40 Latvia

Spostandoci sui giudizi, possiamo dire che finora “Work” ha diviso in due pubblico e critici (anche sul nostro portale!). In molti, a partire da Billboard, hanno espresso il loro apprezzamento per la freschezza del brano e la sua produzione, ipotizzando che possa essere il singolo ‘buono’ per il ritorno in cima alle classifiche di Riri. C’è chi fa notare come il brano tra l’RnB, il Pop e il reggae risulti perfetto per la vocalità di Rihanna.

Non la pensano così altre testate come Forbes e The Guardian che invece ritengono che  “Work” non sia all’altezza del ritorno di  una cantante che sta facendo attendere i suoi fans da oltre 3 anni. Altri ancora fanno notare come “Work” non regga il paragone con i precedenti lead singles di Rihanna. Non manca infine l’ironia sul fatto che ci siano voluti 8 autori per scrivere un brano del genere.

Ma soprattutto, tantissime critiche sono arrivate proprio da dove non ce le si aspettava affatto: ossia dai fans della bella cantante. In moltissimi hanno espresso disappunto nei confronti della traccia, giudicata piatta, banale, cantata male, fastidiosa, ripetitiva, filler e chi più ne ha più ne metta. Le offese si sono veramente sprecate, quasi inspiegabilmente, considerando che si tratta di un pezzo vicinissimo al repertorio da sempre proposto dalla nota interprete.

In USA la situazione è meno critica che da noi, vuoi per il contributo anche di Drake, un personaggio molto amato da quelle parti, in molti si sono espressi in termini assolutamente positivi riferendosi al brano. Altri però si sono lamentati del fatto che Rihanna risulti praticamente incomprensibile (a gente che parla inglese!) su buona parte della traccia, a causa della scelta di servirsi dello slang tipico dei brani reggae. Rihanna sembra si mangi le parole, e questo biascicare non è andato giù a molti.

Ma i commenti più divertenti provengono senz’altro da Twitter, il noto social su cui in tantissimi si sono sbizzarriti nel dare la propria opinione (quasi sempre negativa) circa il pezzo.

Ecco i commenti più divertenti:

E voi? Da che parte state?

Solo il tempo ci dirà se “Work” ha effettivamente il potenziale per far tornare Rihanna in cima alle classifiche. Secondo voi?

47 Commenti

  1. Quelle dell’album che mi hanno colpito di più sono state Desperado e Needed Me, Work aveva secondo me delle grandi potenzialità, ma per me sembra un brano al quale manca qualcosa…

  2. Allora: work a me non piace. ANTI lo devo ancora ascoltare.
    Va detto a suo pro che: Work sta andando molto bene.
    A suo contro va detto che se è sempre andata bene con i singoli, non è sempre stato lo stesso con gli album.
    Quindi c’è da vedere se ANTI andrà bene o no..

  3. ANTI in questo momento

    iTunes:
    #5 Thailand
    #6 Philippines
    #9 New Zealand
    #10 Hong Kong
    #10 Malaysia
    #11 Taiwan
    #19 Singapore
    #43 Vietnam
    #44 Vietnam
    #47 Indonesia
    #48 Indonesia
    #60 Japan
    #76 Russia
    #91 Australia

  4. Io detesto le persone che fanno così, ora ANTI è orrendo perché non c’è nessuna potenziale Hit, è noioso e piatto, se appena avrà successo tutti urleranno al capolavoro! Però è brutto perché non c’è nessuna canzone che faccia “Ra Ma Rammamah, GaGa hullalah” o “Na na na C’mon” è un album brutto e senza spessore, ci scommetto un dito che appena venderà 4 briciole piacerà a tutti perché è diventato all’improvviso un album originale. I commenti che stanno facendo ora li facevano nel 2012 con “Unapologetic” dicevano che era uguale a TTT, poi ha avuto successo ed è diventato l’album dell’anno -.-“. A me ANTI è piaciuto e non saranno di certo le vendite a farmi cambiare idea -.-“

    • Io ho bocciato sia TTT e Unapologetic anche se hanno venduto e anche ANTI non si salva, il 60% delle canzoni sembrano scarti di Bjork stile Hunter trasformati in brani pseudo urban e r&B. Il restante sono gli unici brani belli di ANTI come Never ending e love in the brain (non conto le cover) poi contiamo che gran parte delle traccie duranno cosi poco da far sembrare in fine l’album un ep. L’album è brutto, con 3 anni di tempo non è possibile che abbia fatto solo 13 brani di qui 4 interlude praticamente. A questo punto poteva inserire le sfortunate BBHMM, 4 5 Seconds e AO per compensare alla mancanza di materiale. Non è la mancanza di una canzone truzza a rendere l’album brutto, è che molte traccie all’interno sono inutili

      • Non ci siamo capiti, ora ti faccio un esempio: Artpop di Lady Gaga, per esempio è secondo la critica e il web pura “ARTEH”, ora ti faccio una domanda, se lo avesse fatto Rihanna lo avrebbero definito “ARTEH” o “QUESTOALBUMFACACCAREH”? Tutti partono con i pregiudizi, Rihanna è così, Rihanna è cosá, Rihanna è un prodotto non una cantante ecc… quindi tutto quello che fa lei diventa m3rda a prescindere dalla qualità, ora naturalmente non parlo di te in particolare, perché a te potrebbe non piacerti per altre ragioni, ma ci sono persone che sentono ma non ascoltano, cioè quelli che sentono guardano solo una minima parte di una canzone, mentre quelli che ascoltano giudicano una canzone nel suo insieme, per esempio Til It Happen To You di Lady Gaga, tutti al esaltata per il testo, quando in realtà era una NOIA MORTALE, bellissimo il testo, per carità, ma la canzone è una noia assurda, oppure ti faccio altro esempio (giusto per farti capire, non ho niente contro le artiste citate) 25 di Adele: l’album più sopravvalutato di tutti i tempi e allo stesso tempo l’album più soporifero di sempre.

      • Quanto si vede che non siete fan di Rihanna.. Siete dei poracci che non capiscono una mazza di musica, soprattutto non capiscono nulla di Rihanna.
        Lei ha co-scritto e co-prodotto ogni singola canzone di Anti, è il SUO album, non quello che la casa discografica vuole. LEI l’ha fatto per sè stessa, non gliene frega nulla delle vendite, se no perchè lo avrebbe rilasciato gratuito?
        Informatevi prima di parlare.

      • sono abbastanza informata ma tutti questi requisiti che ha ANTI non mi obbligano a dover dire che “Mi piace” se trovo l’album di una noia incredibile! per me è un brutto album, per gli altri no, pazienza. Me ne tornerò ad ascolta Vulnicura alla faccia della sperimentazione di ANTI

      • Ma allora ANTI fatto da chiunque non mi sarebbe piaciuto perchè non è proprio un’album COMPATIBILE CON ME, a ARTPOP per me è il peggior album di Gaga e chiunque l’avrebbe cantato il risultato sarebbe the same “album orrendo e da mal di testa”. Poi se ANTI è la vera Rihanna ben venga, l’importante è che piaccia a lei e ai suoi fan.

      • GIA CHE DICI CHE SI SALVA LOVE ON THE BRAIN FA CAPIRE TUTTO SU I TUOI GUSTI MUSICALI, IL PROBLEMA CHE LA GENTE AMA LA MUSICA COMMERCIALE PER QUESTO DICE CHE SARA’ UN FLOP ANTI MA NON SONO D ACCORDO, E’ BEN FATTO FORSE UN PO MOSCIO MA NEL COMPLESSO E’ UN BEL ALBUM, WOO-NEEDED ME – YEAH I SAID IT, SAME OI MISTAKES E CONSIDERATION SONO BEI PEZZI NO PEZZI BOMBA MA BEN FATTI!

      • e comunque una verità almeno “l’album è forse un po moscio” capisco la voglia di farlo sperimentale e “suo” ma rimane comunque un prodotto abbastanza debole, sarà anche perchè è la sua vera prima prova a fare qualcosa che le piace e magari un successivo album “””sperimentale””” potrebbe uscire bello

  5. “…Le offese si sono veramente sprecate, quasi inspiegabilmente, considerando che si tratta di un pezzo vicinissimo al repertorio da sempre proposto dalla nota interprete…”

  6. La canzone mi piace perchè mi ricorda molto Music of the sun
    Anti però dalle anteprime non mi ha fatto impazzire….
    Comprerò comumque una copia fisica

  7. si, ok, le parole si ripetono all’infinito e possono risutare quasi incomprensibili ma proprio per questo, per la sua freschezza e per drake il pezzo a me piace molto. Con un buon video e una buona esibizione ai grammy può avere successo in classifica. dopo se vuole andare sul sicuro c’è da estrarre LOVE IN THE BRAIN e KISS IT BETTER!

  8. A me non piace tanto Rihanna in generale ma work la trovo comunque meno bella di molte sue canzoni però non si può sapere se farà successo o no…boh

  9. Il uauauaua lo sentono solo loro, anche perché se una canzone si intitola Work basta fare 2+2 e capisci che dice work work work work… Sono comunque deluso da questo singolo, ma non lo butterei sicuramente! Lo avrei semplicemente tenuto come traccia, anche se dopo aver ascoltato l’album, work in effetti è l’unica che ti arriva subito…

  10. Io capisco che i gusti son gusti, davvero…mi capacito anche del fatto che questa canzone ad alcune persone piace, però quando leggo cose come “questa è qualità!” non so se mi sanguinano di più gli occhi o le orecchie. Voi dite che Work non si discosta molto dalla precedente discografia di Rihanna perchè ha influenze raggae e lei ha già fatto canzoni in cui si sente di più il suo lato caraibico, è vero, ma canzoni come Man Down sono tutta un’altra cosa. La produzione è ripetitiva e banale (in stile Drake) e ci può anche stare ogni tanto…ma non per un lead single che segna il comeback più importante della tua carriera fino ad ora! Un lead single del genere l’avrei digerito di più se fosse passato solo un anno dal precedente album ma con tre anni liberi chiunque avrebbe meglio. Il problema della produzione non è poi tanto la semplicità, vedi Royals o Somebody That I Used To Know che sono dei piccoli capolavori, ma la scadenza di quel poco che è stato fatto…sembra abbiano usato solo synths di default proposti da un qualsiasi plug-in. Vocalmente anche è piatta e poco interessante.
    P.S. Perchè gli americani si lamentano dell’incomprensibilità di cosa dice Rihanna quando poi ascoltano Ariana Grande? ahahah lei si che ha seri problemi di pronuncia

  11. Io trovo che almeno per gli USA il brano abbia buone probabilità di vendere, anche più di FFS e BBHMM (AO meglio lasciar perdere), almeno stando a ciò che sappiamo ora.
    Ma non si può mai sapere..

  12. Uao, i commenti su twitter sono divertentissimi!!! In ogni caso secondo me hanno ragione e un’altra cosa poi che dovremmo discutere è se sono presenti nell’album delle tracce che possono diventare delle hit! Se work è davvero l’unica in grado di vendere (considerando che era molto attesa e cantata con Drake) non penso che rihanna possa risollevarsi granché… E il brutto per i fan è dover aspettare altri 3 anni… A questo punto io voglio dire a rita ora: quando pubblichi questo maledetto album?!?!?!?!?! Sono curioso di sentire lei che materiale pubblicherebbe!

    • Purtroppo ha litigato con la casa discografica (la Roc _Nation di jay z , la stessa di rihanna ) e se ne vuole andare , credo che l album non uscirà per un bel pò

  13. Di Itunes mi fido ben poco ricordo i 1D con Drag me Down primi in 80 paesi e poi… quindi aspetto qualche settimana prima di esprimermi. il dato di questo apparente successo è da attribuire specialmente al hype che si è creato attorno a questo progetto da mesi e a Rihanna , se Work fosse di un altra cantante sarebbe passata inosservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here