Con pochi giorni di preavviso, il 1 dicembre, Robbie Williams ha pubblicato “Under the Radar vol. 1”. Non si tratta di un album vero e proprio, quanto piuttosto di una raccolta di demo e tracce mai rilasciate che “altrimenti sarebbero rimaste nel mio computer”, ha detto la popstar nel video che annunciava l’album. Nonostante un brevissimo preavviso e l’assenza di singoli, i fan non si sono lasciati sfuggire l’occasione di acquistare dal sito web robbiewilliams.com (unico canale per poterlo acquistare) questo album, che ha presto venduto oltre 120.000 copie e che sale al primo posto nella classifica degli album di Robbie Williams e del 2014 tra quelli venduti nel minor tempo.

Video thumbnail for youtube video Robbie Williams - H.E.S. | Video Premiere

Non deve certo lasciare ingannare il fatto che l’album contenga tracce scartate dagli album precedenti, perchè la qualità non è stata intaccata minimamente. Il 1 dicembre, l’hotel di lusso Café Royal ha offerto in download gratuito il brano “Bully”, lasciando subito presagire che non si trattava di un brano scarso. Robbie Williams, invece, adesso pubblica il video per “H.E.S.”, acronimo di “Heavy Entertainment Show”. Il brano ben può spiegarsi nel verso introduttivo: “Fratelli, se solo Dio può giudicarci, allora chi è che deve mettere in ordine l’immondizia qui giù? Perchè a nessuno importa di noi“.

Il video ci mostra il cantante in giro con un trucco che ci ricorda quello di “Let Me Intertin You“, eccetto per le sbavature.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here