RobinThickeIntervistaRnbjunk

A fine maggio, il giorno dopo la sua performance a “The Voice” Italia, abbiamo incontrato il cantante Soul Robin Thicke, esploso letteralmente quest’estate a livello internazionale con la hit in collaborazione con T.I. e Pharrell “Blurred Lines”!

Tuttavia Robin nasce artisticamente nel 2003 quando pubblica il suo album di debutto, e successivamente con il secondo disco “The Evolution Of Robin Thicke”, il ragazzo sorprende per un cambio di genere ed uno stile maturo e raffinato. “Lost Without You” è in assoluto il brano che lo consacra negli Stati Uniti, dove con i suoi primi cinque lavori in studio ha ottenuto discreto successo. Alcuni di questi dischi sono sorprendenti, piccoli capolavori, dove Robin mostra il suo grande talento artistico/vocale e la sua propensione per la musica Soul ed R&B. Purtroppo alcune di queste perle sono passate pressoché inosservate nel nostro paese, ma noi di rnbjunk.com abbiamo sempre promosso e sostenuto la sua musica!

Il prossimo 8 luglio uscirà in tutti i negozi di dischi “Blurred Lines”, il sesto lavoro in studio di questo ragazzo bianco dall’anima soulful. Noi abbiamo avuto il piacere, ed il grande onore di intervistarlo, e ci ha letteralmente contagiati con il suo charme e la sua simpatia. Durante questa chiacchierata abbiamo indagato sul nuovo progetto, l’amore, la passione per la musica, e molto altro…

Robin Thicke in esclusiva su rnbjunk.com

Ecco la trascrizione della nostra intervista:

RNBJUNK: Ciao Robin, benvenuto su rnbjunk.com e grazie per questa opportunità. Siamo personalmente grandi fan della tua musica fin da quando nel 2006 pubblicasti “The Evolution Of Robin Thicke”. E vogliamo congratularci con te per il successo enorme di “Blurred Lines”, che è al numero 1 in più di 20 paesi… qual è l’ultimo aggiornamento a proposito?

Robin: E’ notizia proprio di oggi che è primo in 27 nazioni!

RNBJUNK: E l’hai eseguita proprio ieri a “The Voice”… raccontaci un po’ la storia dietro questa canzone!

Robin: Beh, io e Pharrell siamo entrati in studio e io gli ho detto che volevo fare qualcosa tipo “Got To Give It Up” di Marvin Gaye, sai… e così lui si è messo a giocare con questo groove, e poi penso che una delle prime cose che ha cantato è stata questo “He He He”, e abbiamo cominciato a dondolare avanti e indietro e poi ho buttato li un “ta ra ta…” e lui va con “ah ha” con questa grande energia tra di noi, e alla fine abbiamo fatto il pezzo in tipo un’ora! L’intera traccia è stata praticamente incisa in un’ora… è stato velocissimo!

RNBJUNK: “Blurred Lines” è anche il titolo del tuo prossimo album, e abbiamo già sentito la tua collaborazione con 2Chainz e Kendrick Lamar. Cos’altro ci aspetta in quest’album?

Robin: Guardate, è in assoluto l’album più divertente che abbia mai fatto… sapete, molte delle mie canzoni sono sempre state molto romantiche o di “ricerca interiore”… e in questo album non c’è molta ricerca interiore… è solo divertimento, divertimento!

RNBJUNK: E sono previste altre collaborazioni?

Robin: No, solo quella di T.I. e Pharrell in “Blurred Lines” e poi l’altra con Kendrick e 2Chainz.

RNBJUNK: Quando è prevista l’uscita nei negozi?

Robin: 8 Luglio!

RNBJUNK: Abbiamo sentito anche “For The Rest Of My Life”, un’altra traccia che avevi già eseguito al matrimonio di Kim Kardashian?

Robin: No, non l’ho mai fatta in pubblico quella: è nuova nuova!

RNBJUNK: Quindi avevi fatto altre canzoni romantiche a quel matrimonio…

Robin: Si, avevo cantato mi pare “Lost Without You” che è una mia grossa hit, e poi avevo fatto “Angel” che era una delle sue preferite.

RNBJUNK: E cosa ti ha ispirato nello scrivere questa canzone?

Robin: Il pezzo nuovo “For The Rest Of My Life”? Beh, in realtà è un pezzo che parla di come io e mia moglie ci siamo innamorati, quando eravamo ragazzini…

RNBJUNK: Già, 15 anni, perché dici “Ho rubato l’auto…”

Robin: Rubato l’auto di mio papà, si! Non ero abbastanza grande per guidare – questo è quel che racconto. Quel che è successo è che… parlavamo da un po’ e lei… ci siamo lasciati, ma ho continuato a cercare di tornare con lei, ma lei non tornava con me. E poi una notte le ho detto “Va beh, che ne dici se venissi li?” e lei rispose “Non puoi venire qui. Non puoi neanche guidare! Come fai a venire qui?” e io dissi “Ruberò l’auto di mio papa mentre sta dormendo”. E così ho fatto, ho preso l’auto di papa, a 15 anni, e ho guidato fino a casa sua… e lei mi ha rivisto… e ci siamo ri-innamorati.

RNBJUNK: Parlando della relazione con Paula, la vostra è una storia lunga 20 anni!

Robin: Si, ma non le piacciono i numeri… alle donne non piacciono i numeri. Non diremo quanti anni sono, quello che si dice è “da quando eravamo ragazzini”!

RNBJUNK: C’è qualche segreto per tenere viva una relazione a lungo termine accanto al tuo grande successo personale? Immagino che un sacco di donne abbiano cercato di…

Robin: Io penso che la cosa più importante sia.. . devi desiderare di essere uno “stupido” per una persona speciale! Sai, noi siamo sempre “Non ho intenzione di cambiare per questo… cosa succede poi se ci lasciamo, non voglio che mi ritrovino così…” ma in realtà devi trovare una persona a cui dai semplicemente tutto: la tua anima, il tuo corpo, il tuo spirito… E, se lo fai, puoi riuscire ad attraversale le situazioni più difficili! I penso che la ragione per cui molte relazioni si interrompono è perché le persone non desiderano dare se stessi, perché non vogliono farsi spezzare il cuore. Ma devi prendere una persona, per la quale dici “Ne vale la pena se questa persona mi spezza il cuore, perché mi fa sentire l’amore vero”!

RNBJUNK: Quindi è un po’ tipo un amore sulle montagne russe!

Robin: Ah, l’amore è sempre montagne russe! Lo è ancora… lei ed io siamo molto appassionati e davvero motlo innamorati, e litighiamo di continuo! E… poi facciamo pace!

RNBJUNK: “Love after war”, come il tuo album precedente…

Robin: Si, esatto, “Love After War”, quella canzone e quell’album parlavano di noi due, sempre a litigare e sempre a fare pace!

RNBJUNK: Chiaro, e ti ispiri sempre alla tua relazione quando scrivi canzoni…?

Robin: Beh si, perché penso che l’amore – che sia amore per la tua famiglia, o amore per il tuo lavoro, o amore per… Voglio dire, anche quando penso ai miei artisti preferiti, Bob Marley, John Lennon, Stevie Wonder, Marvin Gaye… tutti loro cantano dell’amore! Più di ogni cosa! Oppure cantano affinché ci amiamo gli uni con gli altri: sai, John Lennon ha sempre cantato “Dai una possibilità alla pace. Dai una possibilità all’amore”. Quindi per me questa è la cosa più importante.

RNBJUNK: Nei tuoi lavori precedenti hai dimostrato di essere un artista genuinamente soulful, anche in un periodo non facile per la musica R&B credo. Che cosa ti ha motivato a seguire la strada di questo genere?

Robin: Mah, so che voi ragazzi siete di rnbjunk, ma io personalmente non mi sono mai visto come un artista R&B, mi vedo piuttosto come un cantante soul, che fa tutti i generi musicali, perché qualche volta faccio jazz, a volte faccio brazilian jazz, qualche volta faccio rock’n’roll (pezzi in stile Beatles). Ma ciò che unisce tutta la mia musica è il fatto che è soulful, viene dalla mia anima… e non solo rhythm and blues, è soul, viene dal mio spirito. Io la vedo così.

RNBJUNK: E sei un ragazzo bianco…

Robin: Si? Sono bianco?

RNBJUNK: Si!! E fai questo genere di soul… come hai saputo guadagnarti rispetto per la tua musica?

Robin: Beh, io penso che la cosa più importante è proprio il fatto che lo faccio perché è una cosa che amo, non sto cercando di ingannare nessuno, e la gente questo lo avverte. E qualche volta ancora in America la gente bianca pensa ancora che io sono tipo “Lui non è reale, non è sincero. Perché è un ragazzo bianco, perché si mette a fare musica nera?” e cose così. Ma per quel che mi riguarda io faccio semplicemente la musica che amo, e non riesco ad immaginarmi fare nessun altro tipo di musica che non sia la musica di Robin Thicke! Sai, quando pensi ai tuoi artisti preferiti, come Prince – i miei sono Prince, Michael Jackson, Stevie Wonder … tu non dici che Michael Jackson era un cantante R&B. Dici che faceva la musica di Michael Jackson, capisci cosa intendo. E così io ho sempre cercato di fare la mia musica personale, che non puoi definire. E lo è anche con “Blurred Lines” che come titolo stesso dell’album significa che sto cercando di sfuocare le linee di confine tra i diversi generi musicali e ciò che si aspettano da me. Sai, non mi piacciono questo genere di mani legate.

RNBJUNK: Ma sarà più ritmato stavolta?

Robin: Oh si, un sacco di uptempo! Molto divertimento, musica estiva ballabile! Ci sono solo due ballads, “For The Rest Of My Life” ed un’altra intitolata “Three”.

RNBJUNK: Ero stato un grande fan di “Sex Therapy”, quindi…

Robin: Ah, “Sex Therapy” ha un sacco di balalte! Ma puoi sempre tornare a riascoltarlo, eh!

RNBJUNK: Qual è la canzone che definiresti come più rappresentativa dell’uomo Robin Thicke, della tua carriera?

Robin: Della mia carriera? Vuoi dire nel nuovo album? O una qualsiasi canzone che ho scritto che ricomponga in se la mia carriera?

RNBJUNK: No, in generale la tua canzone… tipo “il mio inno”…

Robin: Mhh, penso che sia “Lost Without You”… perché quel che dice è “Ho bisogno che la mia donna mi dica che sono speciale. Ho bisogno che lei mi dica che sono favoloso, e sexy, e che sono abbastanza per lei”. Perché sai, normalmente sono le donne che chiederebbero queste cose, chiedono al loro uomo “Dimmi che sono bellissima, dimmi che…”, e sono stato molto orgoglioso del fatto che Jay-Z si sia complimentato con me, lui è un buon amico e quando ha sentito la canzone mi ha detto “Ragazzo, non so se nessuno sa davvero quello che stai dicendo Dimmi che sono bellissimo, dimmi che sono sexy, dimmi che … e sono perso senza di te, che mi ami”. E penso che la maggior parte degli uomini sia preoccupata del proprio onore, è tutto un macho, macho… machismo. E quanto a me io mi sento sufficientemente macho, non ho bisogno di mostrarmi più macho. Qundi mi sento di essere vulnerabile, questo è quel che fecero Marvin Gaye, All Green… il modo in cui loro cantano dell’amore, e cantano delle loro debolezze. E così anche io canterò delle mie debolezze.

RNBJUNK: Grande! Senti, volevo chiederti: io stavo quasi piangendo quando ho sentito il tributo che hai fatto a Whitney Houston con “Exhale”… come ti sei sentito nel registrare quel tributo?

Robin: Sai, la cosa divertente è che in realtà io avevo registrato quella traccia circa 8 anni fa, perché amavo la canzone ed ero un grande fan di Whitney Houston… e poi non l’avevo mai pubblicata. E quando lei se n’è andata ho fatto uscire il pezzo, perché volevo farle un omaggio, ma avevo la canzone già da anni e l’ho semplicemente cantata, ma l’avevo fatta all’epoca dell’album “Evolution”. Perché il testo – lo sapete, l’ha scritta Babyface quella canzone – il testo mi parlava proprio a quel tempo, perché quando feci “The Evolution” ero molto … insicuro, e mi sentivo come se nessuno avrebbe mai fatto caso alla mia musica, nessuno avrebbe mai conosciuto… la mia arte. E così quella canzone “Tutti cadono, cadono qualche volta” beh… Pensai che quelle lyrics erano davvero collegate con me e quel che stavo provando in quel momento!

RNBJUNK: Eh si, era una canzone capolavoro, e hai fatto un grande lavoro con quel tributo, toccante!

Robin: Grazie, grazie molte.

RNBJUNK: Ti ho potuto vedere dal vivo in passato nel 2008, mentre aprivi il tour di Mary J Blige a Miami, e lo show mi era piaciuto molto. C’è la possibilità di un tour Europeo per questo nuovo progetto?

Robin: Oh si certamente! Si, gli ultimi due album non hanno fatto molto bene in Europa, perciò ero un po’… Beh, “Sex Therapy” era andato ok, ma non proprio sai… Ma ora mi sento che grazie a “Blurred Lines” e tutto il successo, questo album farà molto bene, e quindi mi darà l’opportunità di venire di nuovo in tour. Io venni in tour qui dopo l’album “The Evolution”, feci un tour in Europa, ma poi non ho fatto tour qui con gli ultimi 2 album.

RNBJUNK: Non in Italia, vero?

Robin: Non in Italia… A parte uno show che feci al Blue Note dopo l’album “Something Else”, e venni qui. Ma a Gennaio aprirò i concerti dei Maroon 5.

RNBJUNK: Nel ramo americano del loro tour o in quello europeo?

Robin: No, no, solo qui in quello europeo. Sarò in Europa con i Maroon 5 a Gennaio-Febbraio!

RNBJUNK: Senti, un ultima domanda: com’è stato girare in bici per le strade di Manhattan?

Robin: Era stato molto divertente in realtà! E le mie gambe erano stanchissime!

RNBJUNK: Stavi facendo delle acrobazie ?

Robin: Beh, alcune delle acrobazie le ha fatte lo stunt! Ho fatto tutta la guida attraverso la città, ma in quel grande salto era lo stunt. Poi sai, io amo… probabilmente New York e Parigi sono le mie due città preferite, e quindi quando dovevamo fare quel video la mia bici per 3 giorni in giro per la città, e mi ricordo solo che le mie gambe erano tipo “non cammino più”!

RNBJUNK: Parlando di video, l’ultimo è con 3 bellissime modelle. Come vi è venuta questa idea? Chi…

Robin: Oh, è stata la regista, Diane Martel!

RNBJUNK: Davvero? Non sei stato tu?

Robin: Non una singola idea è venuta da me. L’unica cosa che ho detto quando si trattava di parlare del video, è stata “Voglio solo che il video sia ridicolo… sia divertente! Perché la canzone è abbastanza ridicola e divertente. Vi ricordate di quello show che si chiamava “Benny Hill”? Dove stava sempre a girare intorno alle ragazze, no… Così lei ha detto: che ne dite se lo facciamo con le ragazze nude?” E io ho detto “Ok, però facciamo 2 versioni. Facciamo in modo da avere una versione in cui loro hanno anche i vestiti, e una invece nude”. E ho chiesto che il video restasse comunque molto divertente e ridicolo, che non fosse sono improntato sul nudo, ma anche sulla personalità e sullo humor.

RNBJUNK: Direi che ha aiutato parecchio la canzone!

Robin: Oh, si, certo! Ma sai, la versione nuda…

RNBJUNK: Censurato negli Stati Uniti vero?

Robin: E’ stato bandito dopo 2 giorni, perché stava ricevendo milioni di visite al giorno nei primi 2 giorni!

RNBJUNK: E chissà perché!?

Robin: E alla fine lo hanno proibito… e ora c’è la versione con i vestiti, che è la versione che è tuttora alla numero uno nel mondo. Quindi il nudo… non è nemmeno la versione che si sta vedendo ora! Anche se quel video ha aiutato a “richiamare la stampa” , poi alla fine la canzone ha preso il volo autonomamente, senza che il video di nudo venisse visto poi così tanto!

RNBJUNK: E poi è comunque di classe, anche se è nudo!

Robin: Ma si, guarda, per me è come… se vai al Louvre, o al Prado, o quel che è, tu vedi donne nude dappertutto nel museo, no… Le donne nude sono state scolpite, dipinte e apprezzate fin dall’inizio dei tempi… quindi non c’è differenza con quel che sto facendo io: sto semplicemente mostrando il corpo femminile nella sua naturalezza, completamente libero e al naturale, niente volti pasticciati, niente seni pasticciati, niente fondoschiena finti… questo è quello che volevamo mostrare, le donne nella loro più naturale bellezza!

RNBJUNK: Per te, quale potrebbe essere il secondo singolo?

Robin: Eh, non lo so, stavo giusto parlando con loro… sai ci sono diverse incisioni che sono ottime… Una l’ho fatta giusto qualche giorno fa, con Timbaland, ed è molto eccitante, potrebbe essere il prossimo singolo da far uscire qui. E poi potrebbe essere anche la canzone con 2Chainz e Kendrick… Mhh il pezzo con 2Chainz e Kendrick sarà probabilmente il prossimo singolo americano. Ma abbiamo appena pubblicato anche “For The Rest Of My Life” un paio di giorni fa negli States, e quindi… stiamo giusto facendo girare un po’ di canzoni e poi lasceremo che i diversi paesi scelgano quello che potrebbe essere il migliore per loro.

RNBJUNK: Giusto! Quindi hai lavorato anche con Timbaland?

Robin: Si, ci siamo appena visti… E’ stata l’ultima canzone che ho fatto per l’album.

RNBJUNK: E allora magari una collaborazione con Justin…?

Robin: Oh, non saprei! Dubito! Ma è bello che abbia potuto lavorare con alcuni dei migliori produttori sul mercato. Perché avevo sempre scritto e prodotto la mia musica per conto mio, al di la di un paio di canzoni per il resto ho sempre fatto da solo. Così stavolta ho deciso che, sai, volevo provare a fare qualcosa di diverso. Così ho lavorato con Pharrell e Will I Am e Dr. Luke… che fa Katy Perry e Ke$ha e quel genere di cose, e ha prodotto lui la traccia con 2Chainz e Kendrick: io e Will I Am l’abbiamo scritta, ma la musica è di Dr. Luke! E così alla fine ho pezzi fatti da Timbaland, Dr. Luke, Pharrell e Will I Am per metà dell’album, e l’altra metà li ho prodotti io.

RNBJUNK: Allora in bocca al lupo per l’uscita dell’album!

Robin: Grazie, grazie molte, spero vi piaccia ragazzi! Credo che risulterà un lavoro molto divertente, un album molto estivo che puoi mettere ad una festa, e poi ci puoi portare la fidanzata in camera, e comunque… hai entrambe le cose. Ci saranno entrambe, promesso!

Leggi la traduzione ed il testo della nuova hit di Robin “Blurred Lines”

  • yuri

    Grandissimi ragazzi! Ottimo lavoro! Un piacere parlare con questo artista.
    Grazie, grazie e ancora grazie!

  • Questo blog sta diventando ormai uno dei punti di contatto della musica internaziobale con l’italia

  • Shiver-

    Grandi!

  • Bellissima persona!!! un grande