Tra i singoli di maggior successo del 2013, un posto speciale va riservato al tormentone di Robin Thicke “Blurred Lines”. Il brano è diventato la prima vera hit planetaria di Robin, trasformandosi in pochissime settimane nel singolo più venduto nella sua decennale carriera. Questo incredibile quanto inaspettato successo è sicuramente dovuto al ritmo sbarazzino e radiofonico del brano, senza contare alla capacità di alcuni punti del brano di fissarsi nella mente dell’ascoltatore senza uscirne più. Ora, visti i risultati della canzone, Robin sta pensando di crearne un vero e proprio sequel tornando a duettare con coloro che lo hanno accompagnato in questa grande avventura: Pharrell Williams e T.I.Music-Video-Robin-Thicke-Blurred-Lines-600x342-600x450

Ecco cos’ha affermato il cantante durante un’intervista concessa a Billboard: “Pharrell è anche membro di una band ed è un musicista di successo. T.I., invece, ha più top 10 hits di noi due messi assieme. Io ero il perdente e loro erano lì per me, hanno dato tutto per il video e la canzone. Sono così grato a loro ed a tutte le persone per averci fatto godere quest’estate. Amerei farlo ancora una volta e sono sicuro che lo rifaremo.” Con queste parole, Robin ammette con grande umiltà quanto gli sia servito l’aiuto di due artisti sicuramente più noti di lui per salire alla ribalta, comportamento ora più che mai raro in un musicbiz fatto principalmente da vanità ed apparenza. Cosa ne dite di questa intervista?

4 Commenti

  1. Kanye West almeno a fatto qualcosa di decente (anzi decisamente buono) nella sua discografia… Thicke dopo Blurred Lines non fa molto altro… Come Psy con Gangnam Style o Taio Cruz con Dynamite ._.

  2. quanto mi stà sulle palle thicke, ok blurred lines piace anche a me ma lui proprio.; tanto tanto kanye west se la può tirare proclamandosi il più grande del pianeta , ma lui proprio andasse a spalare il letame

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here